AVVISO AI LETTORI:

AVVISO AI VISITATORI: Questo blog è "migrato" da Myblog a Blogger il 1° ottobre 2012. Ho trasferito una parte dei vecchi post in questa nuova "sede", ma chi volesse saperne di più di me, di Lilli e del nostro "passato" può andare a dare un'occhiata QUI

martedì 20 novembre 2012

Monello occhi negli occhi

Cara Lilli,

devi sapere che il mio monello è un coccolone (oltre ad essere un piccolo terremoto, ma questo lo sapevi già!) tanto che anche le educatrici della ludoteca me lo dicono sempre: ama farsi coccolare, ama stropicciarsi addosso alle persone a lui care.

E ama guardare negli occhi chi gli parla o comunque chi sta giocando con lui: in particolare lo fa con me (e chi se no? sono la sua mamma!!).  

Quando vado a prenderlo ad ora di pranzo alla ludoteca per portarlo a casa, ad esempio, lui mi corre incontro felice, io lo prendo in braccio, lui mi stringe le braccine al collo e poi mi guarda diritto negli occhi e mi fissa a lungo, come se avesse dimenticato come sono fatta e volesse memorizzare ogni particolare del mio volto e del mio sguardo. E guai se io mi fermo a parlare un momento con una delle educatrici e giro la faccia verso di lei! Lui con la manina mi gira di nuovo il viso verso di sè oppure si sporge lui col suo viso e si porta all'altezza dei miei occhi.

Questo evidentemente lo rassicura, lo fa sentire bene, contento.

E gli occhi del mio monello sono bellissimi: grandi, color nocciola intenso, espressivi, gioiosi.

Quando li guardo penso a tutti i bambini che hanno gli stessi occhi meravigliosi, ma a differenza di quelli di mio figlio i loro sono spauriti, tristi. Penso a quanti bambini nel mondo vorrebbero starsene così, come il mio monello, occhi negli occhi con qualcuno che li ami e li protegga.


Giornata mondiale dell'infanzia: che cos'è
Il Doodle di oggi



Gli occhi di tanti bambini soli, maltrattati, sfruttati, malati ci parlano, vogliono essere ascoltati.

Immagine presa dal web


Non dimentichiamoci di loro.



Post interessanti di amici blogger sull'argomento:

26 commenti:

  1. Non c'è niente di più bello dello sguardo gioioso di un bambino e della sua voce argentina quando ti chiama e ti corre incontro gioioso, come fa la mia nipotina quando vado a prenderla all'asilo e mi ''urla'' : ''Ziaaaaaaaaaa'' :)

    Il cuore si stringe pensando a quei piccoli questo sguardo non sanno nemmeno cos'è, che sono maltrattati e non amati ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'infanzia dovrebbe essere l'età della gioia, della spensieratezza. E' proprio vero che il cuore si stringe sapendo che non è così per tanti piccoli che soffrono per i più disparati motivi.

      Non sapevo tu avessi una nipotina! Allora sai già un pò cosa vuol dire avere a che fare con i bambini e il loro mondo meraviglioso :-)

      Elimina
    2. Si :),
      la mia nipotina ha 4 anni e mezzo, per un intero mese è stata sempre con me quando di anni ne aveva appena 1, mia sorella lavorava e tutto il giorno la bimba stava con me.Tutti mi dicono che mi somiglia molto,
      in realtà abbiamo colori molto diversi, forma del viso...ma le espressioni sono le mie, e credo che sia dovuto a quel periodo di permanenza costante insieme.

      Elimina
    3. Abbiamo condiviso un'esperienza simile, allora!
      Io ho fatto da babysitter al mio nipotino (figlio di mio fratello) per un anno e mezzo, a partire da quando aveva 3 mesi. Stava con me tutti i giorni, perchè i suoi genitori lavoravano e io ancora no.
      Lo amo come se fosse figlio mio. Ha fatto il paggetto al mio matrimonio (aveva 5 anni e mezzo) e ora che compirà 12 anni tra pochi giorni posso dire che abbiamo ancora un legame fortissimo e ne sono felice :-)

      Elimina
  2. "Non possiamo creare osservatori dicendo ai bambini: ‘Osservate !’, ma dando loro il potere e i mezzi per tale osservazione, e questi mezzi vengono acquistati attraverso l’educazione dei sensi."(Maria Montessori)

    In quegli occhi negli occhi un dono, una ricerca, un ricordo, un'opportunità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maria Montessori è stata una grande donna e una grande educatrice! Grazie per averla citata.

      Sei sempre profonda, Calo. Sei sempre tanto vicina al mio sentire.

      Elimina
  3. Che bel post!! Io non ho ancora figli ma spero davvero un giorno di provare le emozioni che provi tu negli sguardi di tuo figlio.. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io te lo auguro con tutto il cuore :-)
      Un bacione, ciao!

      Elimina
  4. Ciao Maris, mi hai fatto venire la pelle d'oca con questo post...buon inizio settimana ciao lipp Mely

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' bello riuscire a far emozionare chi legge ciò che scrivo. Grazie Mely, buon proseguimento di settimana a te :-)

      Elimina
  5. ciao Maris,
    è un'emozione che non ho provato nella mia vita, ma mi è facile interpretarla nei tuoi occhi quando incontrano quelli dei monellini.
    Purtroppo e lo hai ricordato in questo giorno particolare ci sono troppi bambini nel mondo che vivono con la tristezza negli occhi.

    Un'occhiata da parte mia ai monellini. Abbraccio. robi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tua occhiata di persona sensibile e buona è arrivata diritta diritta agli occhi dei miei monelli, Robi, attraverso i miei occhi.
      Grazie. Abbraccio a te.

      Elimina
  6. Bello il tuo monello coccolone, che gioia per lui ritrovarti ogni volta. Vorrei tanto che ogni bambino potesse trovare pace e rifugio nella sua mamma, nella sua casa, nel suo Paese.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è una gioia e una nuova emozione ogni giorno!
      La tua speranza, Marzia, è la stessa che ho in cuore io e che di certo tutte le persone sensibili hanno.
      Non smettiamo di crederci e se possiamo facciamo qualcosa pur nel nostro piccolo.

      Elimina
  7. che bello il tuo post, così intenso, così dolce :)
    Ti linko da me subito! :)
    Mi piacciono sempre gli elenchi di post (che mi colpiscono) su uno stesso tema :)
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, sei gentile!
      Io ho pensato a fare un elenco appena ho letto il tuo post che mi ha colpito e ti dirò che mi sono subito ricordata che a te piacciono gli elenchi di questo tipo ;-)

      Elimina
    2. :) a me piace tanto la condivisione
      Li conoscevo e da me ho aggiunto il link alla tag di un lavoro a più blog di approfondimento su questi diritti naturali, che è stato fatto nel 2010 da molte blogger, so che ti piacerà!

      Elimina
    3. Bene, corro a vedere allora!

      Elimina
  8. Risposte
    1. Non più di tante, tantissime mamme del mondo :-)
      Grazie!

      Elimina
  9. Che tenera e divertente descrizione del tuo cucciolo...!
    Vi abbraccio tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) si, è un tenerone! però è pure un terremoto come dicevo nel post ;-)
      Un bacione a voi tutti lì!

      Elimina
  10. Ma che bella sensazione ho provato nel leggere di tuo figlio..mi hai riscaldato il cuore...il tuo bimbo è davvero tenero..e l'amore ad un bambino, lo insegna la mamma...quindi ... complimenti anche a te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, per questo nel mondo non dovrebbero più esserci bambini senza amore materno. Il mondo sarebbe un posto migliore.
      Felice di averti donato un pizzico di dolcezza e calore! Ciao :-)

      Elimina
  11. ciao Maris
    come sempre un post molto commovente!!! come hai ragione anche gli occhi del mio piccolo Federico sono uno spettacolo, ma quanti occhi sono tristi e spauriti ... Patrizia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei molto cara, Patrizia! E hai ragione, nelle foto del tuo bambino la prima cosa che risalta sono gli occhi grandi e profondi :-)
      Un bacione!

      Elimina

GRAZIE DEL TUO COMMENTO, TORNA A TROVARMI :-)