AVVISO AI LETTORI:

AVVISO AI VISITATORI: Questo blog è "migrato" da Myblog a Blogger il 1° ottobre 2012. Ho trasferito una parte dei vecchi post in questa nuova "sede", ma chi volesse saperne di più di me, di Lilli e del nostro "passato" può andare a dare un'occhiata QUI

martedì 22 gennaio 2013

Monello: il punto.

Cara Lilli,

naturalmente intendo il punto della situazione.

Si, perchè ogni tanto è bene riassumere un pò le cose, per averle belle chiare, lì davanti agli occhi, e poterle un domani rileggere e ricordare.

Dunque: il monello oggi. 
Vediamo...

Il monello è bellissimo (si sa che ogni scarrafone è bello a mamma sua, ma comunque lui è davvero molto carino!!!), sorride con gli occhi oltre che con la bocca e poi fa delle espressioni buffissime che non so chi gli abbia insegnato.

Il monello da un pò di tempo ha una nuova passione: le fette biscottate. Lui le ama, vivrebbe di sole fette biscottate. Già se vede che qualcuno apre lo sportello del pensile della cucina in cui sono le cose per la prima colazione arriva tutto trafelato e poi se riconosce il pacchetto delle fette biscottate mentre lo si apre è tutto un gioire, un ridacchiare, e aspetta a bocca aperta che gliene si porga una. Poi la prende, la guarda, la rigira tra le mani, e alla fine, mantenendola con il pollice e l'indice (in modo piuttosto chic devo dire) la porta alla bocca e comincia a sgranocchiarla delicatamente, con gusto ma senza fretta. Quando l'ha finita torna per averne un'altra.

Il monello guarda volentieri Peppa Pig insieme alla monella e ama in particolare il personaggio di George, il fratellino piccolo (identificazione? hanno anche la stessa età: 2 anni!) che lo fa sbellicare dal ridere.

Il monello non fa il classico bagnetto. Lui fa la doccia. E la fa fare anche a mamma e papà, perchè sono costretti a lavarlo in due (papà lo mantiene e mamma usa doccetta e spugna) mentre lui è in piedi nella sua bella vaschetta che è posizionata all'interno della vasca grande e si agita come un forsennato perchè non vuole saperne di sedersi e schizza acqua ovunque, specie mentre gli si lavano i capelli.

Il monello è un "mammarulo" (come si dice dalle mie parti), ossia vive in simbiosi con la sua mamma. Senza aver chiesto il di lei parere. Ossia senza che la povera mamma possa fare altrimenti. Lui le vivrebbe incollato addosso, praticamente. Era già un pò così, ma da qualche settimana lo è diventato in modo esasperante. La mamma per caso esce dalla stanza? Lui la segue immediatamente. La mamma si siede? Lui le si arrampica in braccio all'istante (e a volte cerca di arrampicarsi anche mentre lei è in piedi). La mamma va in bagno o in camera da letto o nello stanzino e chiude il cancelletto di legno fatto appositamente dal papà per sbarrare la strada proprio al monello in un punto del corridoio, onde evitare che lui si avvicini alla stufa a pellet, la tocchi e si ustioni (come è accaduto, per fortuna in modo lieve, alla sua cuginetta)? Lui si siede a terra dietro il suddetto cancelletto, immobile ad aspettare il suo ritorno (con pianterello opzionale). Tipo cane da guardia.
Non importa se c'è il papà (che pure ama tanto) o gli zii o i nonni: basta che sia presente la mamma e lui non bada a nessun altro se non a lei.

Il monello è un monello, davvero. Ricordi quando ti scrissi che con l'inizio dell'anno nuovo aveva raddoppiato la monellaggine? Ecco: mi sbagliavo. L'ha centuplicata. 
Se qualcuno entra a casa nostra in questo periodo la prima cosa che si troverà davanti, nell'ingresso, sono due o tre sedie. Poi andando nella stanza della monella, dove c'è anche il computer, ecco altre sedie messe lì in mezzo. 
Eh si, perchè sedia+tavolo=monelloinpiedisultavolostesso (tutto attaccato rende meglio l'idea).
Quindi la mamma può tenere le sedie attorno al tavolo della cucina o del soggiorno solo quando effettivamente c'è qualcuno che ci stia seduto sopra, se no deve toglierle. E non basta allontanarle un pò, vanno messe proprio via, se no lui le spinge, riavvicinandole ai tavoli, e ci si arrampica di nuovo. Quando non le usa per tentare la scalata al piano di lavoro della cucina o ad altre vette.
E poi apre tutti i cassetti, specie quelli della cucina, per prendere ad esempio i coperchi grandi e pesanti e usarli tipo trottola sul pavimento. Ed apre anche le porte, mettendosi in punta dei piedi per arrivare più agevolmente alla maniglia. Quindi se con la monella (piccola) bastava chiudere una porta se si voleva evitare che entrasse in una determinata stanza, con lui si deve anche chiudere a chiave. Sempre fino a quando non imparerà anche a girare la chiave nella serratura (e a questo punto me lo aspetto tra non molto).

Queste ed altre amenità rendono alla sua mamma le giornate mooooolto faticose, considerando anche che in tutto questo c'è pure la monella da seguire. Tanto che alla sera la povera mamma normalmente non ce la fa proprio più e a volte dà un pò in escandescenza (lo confessa).

Ma si sa. Il monello è il monello. E la sua mamma lo ama da morire [specialmente quando dorme beato ;-) ]  


PS: una notizia bellissima, Lilli! La cara Miky di Passione Fotografica ha indetto un giveaway (scadenza 01/02/2013) il cui dono finale sarà una sua stampa su tela 30x30...invito tutti a partecipare!

Clicca per avere maggiori informazioni!



50 commenti:

  1. avevo scritto un bel commento ma...ops...non so cosa sia successo. ricapitolo: il monello è maschio!! e con questo voglio dire che è normale che ci sia questa fase di ultra attaccamento alla mamma...poi verso i 5 6 anni avrà un ruolo centrale anche la figura del papà...e tu potrai respirare un pò. e' maschio anche nella tipologia di giochi e attività che ama fare. E' maschio!! e te lo dice una mamma di un monello certificato!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verso i 5-6 anni, dici? Aiutoooo!!! Devo aspettare tanto per respirare un pò??? :D
      A parte le battute, si, penso che tu abbia ragione, cara Moonlitgirl, anche perchè hai già fatto questa esperienza.
      Un bacione!

      Elimina
  2. che lui sia bello non c'è dubbio...è adorabile!
    E poi giusto stamane ho aperto un paccheto di fette biscottate che non mangiavo da una vita...stra quoto il monello che fa la doccia!
    Ciao tesoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adorabile, si! :-)
      Il problema della doccia non sta nella doccia in sè per sè...è che io e mio marito alla fine siamo tutti bagnati come se l'avessimo fatta anche noi :D

      Un bacio bella!!

      Elimina
  3. Tienitelo stretto il monello di due anni! Che nostalgia! Quando penso ai miei a quell'età, mi viene una voglia di bambini piccoli, anche monelli! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente ne avrò nostalgia quando sarà più grande, lo so... :-)
      Tu poi hai due maschi, quindi sai bene di che parlo, no?
      Ciao!

      Elimina
  4. cara Maris,
    stasera Lina si divertirà con la lettura delle imprese del monello.
    Ad immaginarle tutte mi sono quasi affaticato... e se penso alla tua giornata capisco come solo l'amore può trasformare la stanchezza in sorrisi di gioia.
    In un tuo prossimo post potresti tenerlo in braccio quando sei al PC e non correggere niente di tutto quel che avviene tramite la tastiera, così ci farai stare tutti un pò con lui...

    Ciao dolce mammina. robi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che è un'idea, Robi? In effetti se prima riuscivo a scrivere al pc tenendomelo tranquillamente seduto in braccio, adesso non posso avvicinarmi alla tastiera che lui salta su e vole toccare tutto e schiacciare i tasti e giocare col mouse :-)

      Buona lettura a Lina (lascio qui un bacio per lei) e a te che altro dire? Grazie per l'immedesimazione e perchè comprendi che solo l'amore di mamma può fare miracoli!
      Buonanotte amico Robi!

      Elimina
  5. Fare la mamma è pesante, però irrinunciabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente irrinunciabile. Per fortuna, aggiungerei!

      Elimina
  6. Adoro questi post!
    in quanto ad attaccamento alla mamma Emma e il monello si contendo lo scettro di cozza dell'anno! ;-)
    Anche Emma è monellina ma in questi giorni mi sta stupendo un sacco, rimette in ordine le cose, risponde si, mamma (a volte) e io la guardo e me la mangerei di baci!
    hanno 2 anni ma so già che mi mancherà quest'età!
    e la monella che dice? soffre di gelosia? Sofia tantissimo ... è il mio grande problema attuale ...
    un abbraccio a te e ai tuoi monelli!
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Smile :-)
      Anche Emma fa la cozza con lo scoglio? Allora comprenderai bene la situazione!
      Ma tu sai la cosa strana? E' il monello ad essere geloso della monella, non il contrario! Lui non vuole che io la prenda in braccio o che le dia un bacio o che giochicon lei, viene a metetrsi in mezzo e la scansa per abbracciarmi. E ti assicuro che io non sto sempre a fare coccole alla monella, che poi tra l'altro è fuori casa fino al pomeriggio facendo il tempo pieno alla scuola dell'infanzia. E' proprio lui che fa il gelosone "a prescindere"!!

      Bacioni!

      Elimina
    2. Anche Emma è gelosissima e anche lei se prendo in braccio Sofia o le do un bacio comincia a dire noooooo mamma é mia!!!!!
      Insomma si contendono costantemente la mia attenzione e le mie coccole e a volte vorrei proprio essere come barbamamma! È dura!
      Un bacione!

      Elimina
  7. un pezzetto di quotidianità. Bello. ti aspetto ancora da me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del compliemnto!
      Passo tra poco :-)

      Elimina
  8. Comprendo la stanchezza, pur compensata da tanto amore! Il Monello fa il suo dovere certo, anche nel correrti dietro ;)
    Siete teneri teneri però io son sincera ... w gli 8 anni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah si, lui fa di tutto per onorare il suo "titolo" ;-)
      Fai bene ad essere sincera...e sincerità per sincerità, ti dirò che in certi giorni più caotici di altri vorrei anche io che avesse già otto anni! Ma in realtà è che ogni età ha i suoi lati positivi e i suoi lati negativi, per così dire.

      Un abbraccio, Marzia!

      Elimina
  9. eh eh ti da il tuo bel da fare! 1000 occhi non bastano con i bambini! Dal mio punto di vista (non lo devo sorvegliare io!) divertentissimo il tuo racconto, del resto è tempo suo di esplorare e imparare...ma che fatica per te! Un abbraccio cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava tu....è bello adorare i monelli quando sono figli degli altri!!! ahahah :D
      A volte mi fa fare delle risate che tu neanche immagini, però altre volte è davvero un bel pò stressante, non posso negarlo. Ma nel "mestiere" di mamma ci sta tutto, non è una novità :-)
      Un bacione!

      Elimina
  10. Ma il monello è adorabile così ^_^
    Grazie Maris, sei un tesoro.
    Un abbraccio.
    Miky

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il monello se fosse meno monello non sarebbe più lui, quindi va bene così...giusto :-)

      E tu di che mi ringrazi, Miky? Io faccio solo cose che mi fanno piacere e che mi stanno a cuore, quindi...nel caso del tuo giveaway ho aderito e divulgato con immensa gioia!
      Buonanotte carissima!

      Elimina
  11. Il monello va bene così, come tu dici, se no non sarebbe più lui!

    RispondiElimina
  12. Sai amica mia che, da quando sono zia e adoratrice di quel pulcino di quasi sei mesi, mi sto rendendo conto di tante cose, di quanto sia difficile crescere un bambino, soprattutto se iperattivo, di quanti problemi ti fai (farò bene a fare così, farò bene a dire questo, ecc. mia sorella lo fa di continuo), di quanta stanchezza accumulano i genitori, però è anche vero che un sorriso o una carezza di quelle manine paffute ti aprono l'azzurro del cielo. E' proprio come dici tu...un monello è un monello ma si fa amare da morire. E comunque, sei una mamma dolcissima!! Un bacio, tesoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi parlare di nipoti, Ros: io amo il figlio di mio fratello, nato quando io ero ancora "signorina", e oggi 12enne praticamente quanto i miei figli, giuro. Sono stata la sua baby sitter dai 3 mesi ai 2 anni circa, quando ha iniziato ad andare alla ludoteca, ma anche dopo è stato con me tantissimo tempo.
      Ora mi manca un pò il rapporto quotidiano con lui, viviamo a 40 km di distanza e poi io ho una famiglia e non sono più libera di andare da lui quando voglio...ma ci sentiamo al telefono spesso e ci facciamo lunghe chiacchierate.

      Scusa la digressione, ma mi hai fatto ripensare al mio essere zia, prima ancora di essere mamma (zia lo sono da più di 12 anni, mamma "solo" da 5 e mezzo).

      Tornando al protagonista di questo post: il mio monello comunque è unico al mondo...anche nel farmi stancare :D però si, l'amore va oltre ogni cosa!!!

      Ciao bellissima!

      Elimina
  13. che delizioso monello deve essere il tuo Maris!!!! Fagli una coccola per me, vi abbraccio!

    RispondiElimina
  14. Grazie al monello perchè, grazie a questo punto della situazione, mi ha permesso di conoscere un altro aspetto di mamma maris...la mamma incandescente!! :-))
    Grande amore e grande cuore di mamma il tuo! Non mollare!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheheh si, un pò incandescente lo divento, specie a fine giornata :-) ma è abbastanza inevitabile, a volte è proprio duretta la cosa!
      Ma non mollo, ci mancherebbe altro. Se no che mamma sarei?
      Un bacione!

      Elimina
  15. Mi ricorda tanto "qualcuno"!
    mi piace però che mentre scrivi leggo tra le righe un sorriso che fa da sottofondo a tutto: il monello ti ha proprio conquistata, eh? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggendo sempre sul tuo blog, non faccio fatica ad immaginare chi possa ricordarti...!!!

      Si intravede il sorriso, vero? Beh...si, non nego che a volte non so se sgridarlo o ridere di cuore con lui, monellone che non è altro!!!
      :-)

      Elimina
  16. Molto attivo il piccolo e ben venga Maris...

    Denota vivacità intelligente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gianna! Come si suol dire è meglio vivace che addormentato (o qualcosa del genere...il concetto è quello!).

      Elimina
  17. TEsoro mio, che bello questo bimbo...............è davvero stupendo !!!!!!! Che sia monello è vero, ma i bimbi che nonlo sono non mi piacciono......più sono monelli e più sono belli !!!!! e poi hanno una mamma come te e quindi si possono permettere tutto. complimenti, COMPLIMENTI e ti abbraccio
    elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I bimbi monelli sono più simpatici, lo so!!! Costano un pò di fatica e attenzione in più, inevitabilmente, ma sanno anche sorprenderti con cose nuove, trovate buffe e robe varie che dai bambini tutti compiti e buoni buoni non ti immagini neppure ahahah!!!
      Un bacione, cara Elena, e buona giornata a te e Gigi.

      Elimina
  18. Ciao Maris ;)
    Quindi, mi pare di capire che sei... mamma di due bimbi?

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!!!
      Yes, proprio così...sono bismamma :-)
      E se leggerai qui e lì capirai perchè li chiamo "i miei monelli" eheheh
      A presto Moz!

      Elimina
    2. Ehehhe, complimenti!! :)

      Beh, già il casino che succede col bagnetto fa meritare loro questo aggettivo ^^

      A presto!

      Moz-

      Elimina
  19. Maris mi sembra tutto nella norma sai? anche il tuo fine giornata è moooooolto nella norma, mi ricordano molto i miei di quando il mio minore era piccolino :o) E che dire se non che il tuo è un monello simpaticissimo? :o))))
    Bacioni e forza che crescono!
    cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Somiglianze con tuo figlio? Bh, allora anche tu te la sei vista brutta quando era piccino :D

      Baci!

      Elimina
  20. "Senza aver chiesto il di lei parere" mi ha fatto sbellicare :)
    Welcome into the terrible twos ... che non vuol dire che saranno terribili a due anni, ma che da li cominceranno ad esserlo per luuuungo tempo!

    Good Luck :)

    RispondiElimina
  21. Immagino questo dolcissimo monello che ne combina di tutti i colori. ;) Hai fatto bene chiudere le porte. Altrimenti è difficile controllare un bimbo di questa età. Poi crescono..e anche troppo velocemente. Sarà allora che gli ridarai le chiavi della porta di casa. *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immaginarlo è già qualcosa...ma mai quanto vederlo dal vivo, ti assicuro ;-)

      Un abbraccio, buon fine settimana!

      Elimina
  22. Ecco come chiamerò il piccolo da ora in poi Mammarulo..... coraggio il mio ha più di tre anni e comincia ora a lasciarmi respirare di tanto in tanto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora un anno e più in queste condizioni??? Speriamo gli passi primaaaaaa :-)
      Ciao cara!

      Elimina
  23. Ciao sorellina bella! Quanto mi sei mancata! Il tuo monello è proprio un monello ihih...ma tutti i bimbi lo sono! Anche mio cuginetto è monello e furbetto...tocca tutto e è molto legato a "zia eka"...:-) sono contenta di aver letto questo post..amo quando parli dei tuoi figli...raffy come sta?un bacio amica mia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Erikaaaaaaaaaaaa! Ma ciao!!!
      Raffy sta bene, è molto migliorata, sai? se ti fai un giro nei post degli ultimi mesi vedrai :-)
      Un bacio e non sparire più per così tanto tempo sorellina!

      Elimina
  24. Hai un bimbo meraviglioso! Anche mio nipote è un mammarulo di prima categoria :), senza madre al seguito sembra gli tolgano l'aria per respirare.. fa troppo ridere nelle sceneggiate che mette in scena ogni volta che lei si sposta!! Ma il bello dei bimbi è proprio questo, e i sorrisi che ti strappano loro sono tra i più veri e sinceri che si possano provare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un nipotino piccolo...che bello! Io come dicevo a Ros, in un commento precedente, sono stata zia prima di essere mamma ed è comunque un'esperienza bellissima :-)
      Si vede comunque che i maschietti sono portati ad essere attaccati alle mamme in modo ossessivo :D

      Ciao e a presto!

      Elimina

GRAZIE DEL TUO COMMENTO, TORNA A TROVARMI :-)