AVVISO AI LETTORI:

AVVISO AI VISITATORI: Questo blog è "migrato" da Myblog a Blogger il 1° ottobre 2012. Ho trasferito una parte dei vecchi post in questa nuova "sede", ma chi volesse saperne di più di me, di Lilli e del nostro "passato" può andare a dare un'occhiata QUI

venerdì 27 settembre 2013

I venerdì del libro (147°): IL DIO SORDO (Mia immortale amata - IX)

Cara Lilli,

oggi per l'ennesimo appuntamento col venerdì del libro di HomeMadeMamma sono lietissima di parlarti di un'opera divisa in due volumi che mi ha letteralmente rapito nelle scorse settimane: IL DIO SORDO, di Antonio Scotto di Carlo.

Ecco, già immagino la tua aria interrogativa: e chi è costui? Te lo spiego subito: è un autore ancora sconosciuto al grande pubblico, che ho avuto modo di incontrare tramite un contatto su anobii.

Da discreta conoscitrice e amante della musica classica non potevo farmi sfuggire l'occasione di leggere qualcosa a riguardo: infatti, il "Dio sordo" del titolo è il Maestro Ludwig van Beethoven.

Ho acquistato in versione ebook su Amazon il primo volume de IL DIO SORDO (ovvero "Mia immortale amata") dopo la lettura dell'anteprima scarcabile gratuitamente che prometteva molto bene...e non mi ha deluso! Anzi: è andato oltre alle mie aspettative, appassionandomi come poche volte è accaduto in tanti anni da lettrice accanita.

In genere non amo le biografie, le trovo spesso pesanti, ma questo libro è un'eccezione perchè la vita del grande Maestro è descritta in modo piacevolissimo e intenso, grazie all'espediente narrativo dell'inserimento di un personaggio di fantasia (l'io narrante) che arriva addirittura da un altro secolo e che diventa un pò "l'occhio" del lettore.

Ciò che colpisce dell'opera è che nonostante la lunghezza si legge con facilità, grazie allo stile impeccabile e allo stesso tempo scorrevole che fa nascere il desiderio di continuare pagina dopo pagina per non "abbandonare" i protagonisti della storia e per immergersi sempre più nelle loro vicende.

A fine lettura mi sono detta esterrefatta: raramente ho trovato un libro congegnato così bene, con alle spalle di certo uno studio approfondito da parte dell'autore, e così coinvolgente. Per di più la verosimiglianza dei dialoghi, anche (e soprattutto) quelli con il giovane arrivato dal futuro, è tale da non riuscire a credere che non si siano realmente svolti!

Insomma, è una lettura che consiglio senza riserva alcuna a chi ama la musica classica ma anche a chi non ha conoscenze specifiche in questo campo: "Il dio sordo - Mia immortale amata" è il ritratto dell'Uomo Beethoven, non solo del Maestro, e regala emozioni vere fruibili da tutti.

Ovviamente, dopo aver letto e apprezzato questo primo volume, non potevo esimermi dall'acquistare e leggere anche il secondo, il cui sottotitolo è "IX" con riferimento all'ultima sinfonia del Maestro, che è il completamento dell'opera.

Le vicende umane e professionali del Maestro Beethoven, narrate in prima persona dal fido servitore-amico arrivato da un altro secolo, proseguono con dovizia di particolari su ogni evento e con un'introspezione dei personaggi tale da renderli "vivi", quasi li si stesse incontrando in carne ed ossa.

Così anche io mi sono sentita parte di quel mondo perso nel tempo, trasportata dalla forza dell'Arte, ed ho amato ogni pagina di questo romanzo, da quella in cui si parla di musica a quella in cui si discetta di filosofia a quella in cui si descrive la quotidianità di Beethoven e di chi faceva parte del suo entourage.

Il crescendo di emozioni, dopo passaggi forti ed piuttosto eclatanti (che ruotano intorno agli ultimi momenti di vita del Maestro e all'immediato post mortem), si conclude in modo delicatissimo e mi ha lasciato una piacevole sensazione di serenità.

Sono felice di avere l'occasione di far conoscere a te, Lilli, e ai miei fedeli amici blogger questo nuovo autore che a mio avviso non ha nulla da invidiare a tanti scrittori affermati: gli auguro, infatti, di fare al più presto il "grande salto" perchè lo merita davvero.




 Il dio sordo. Mia immortale amata



Il dio sordo. IX



PS: ti segnalo il sito ufficiale http://antonioscotto.wordpress.com/ in cui potrai trovare tutte le info utili sull'autore, sull'opera e su dove acquistarla, sia in versione cartacea che in versione ebook.

I venerdì del libro di oggi su altri blog li trovi QUI 


26 commenti:

  1. Mi hai incuriosito molto con questa recensione! Grazie!
    Baci Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati....sono qui per questo :-)))
      Baci!

      Elimina
  2. Io devo farti i complimenti perché, nonostante moglie e madre (e quindi sicuramente impicciata in mille cose...) riesci a dedicare molto tempo alla lettura.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Miki, sai, in realtà leggere è la cosa a cui non saprei rinunciare mai!! E dunque trovo sempre qualche momento della giornata per dedicarmici :-)
      Baci!

      Elimina
  3. sono molto incuriosito sia dal titolo che dalle informazioni, grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E fai bene ad essere curioso, Gunther, perchè sono due libri che meritano davvero attenzione!
      Ciao!

      Elimina
  4. Un titolo che fa riflettere!!! cara Maris, e le tue informazione altrettanto.
    Ciao e a presto! Buon fine settimana cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie e un buonissimo fine settimana anche a te!!

      Elimina
  5. Le mie conoscenze di musica classica sono imbarazzanti...i libri che proponi potrebbero essere l'occasione per avvicinarmi alla materia.
    Grazie per il consiglio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Serena, come scrivo nel post posso assicurarti che questi due libri sono molto belli e interessanti per chiunque pur se a digiuno di conoscenze di musica classica. La vita di Beethoven è un pò romanzata ma assolutamente in linea con la realtà e le vicende narrate sono piacevoli e appassionanti.
      Un bacio!

      Elimina
  6. Grazie per i libri che segnali cara amica. Ti auguro un sereno fine settimana :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te di essere passata, carissima! Buon weekend :-)

      Elimina
  7. Cara Maris, io ho fatto il giovedì del libro, il tuo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho visto e commentato....mille grazie!!!

      Elimina
  8. bella indicazione per me che amo la musica
    buon fine settimana
    simonetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora non puoi fartei sfuggire questi due libri, credimi!
      Buona domenica (visto che oramai il sabato volge già al termine!).

      Elimina
  9. Scrivo qui i miei complimenti alla monella per quelle splendide A, come si fa a non essere orgogliosi di lei? E auguri per tutto il vostro percorso e buona scuola anche al monello piccolino! :o)
    Baci e buona domenica
    cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie davvero, cara Cri! Tu sai quanto lavoro e impegno c'è dietro a questo successo della monella, ci segui da tanto oramai.
      Un bacione e buona domenica anche a te e alla tua famigliola :-)

      Elimina
  10. Sarò onesta: da persona che da anni lavora anche collaborando stabilmente con il mondo editoriale, non amo i libri auto-prodotti, che, con l'avvento del web, si sono moltiplicati. Per tutta una serie di motivi che riguardano il rapporto opera-pubblico e i suoi canali di diffusione e accettazione nella definizione di uno specifico letterario. Però siccome mi fido dei tuoi giudizi provo a dargli un occhio, mi hai incuriosita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immaginavo che tu fossi di questa idea, 'povna. Di certo parli con cognizione di causa, essendo una che lavora nell'ambiente editoriale, e di certo è vero che c'è stato un proliferare di neo-scrittori-fai-da-te (e io sono una di questi, lo sai, avendo pubblicato un mio racconto tramite Kindle Direct Publishing).
      Però è pur vero che nel "mucchio" qualche buona cosa ci sarà pure, no? Io ho dato fiducia a questo autore acquistando i suoi libri e ne sono rimasta colpita molto positivamente, tanto da sentirmi di consigliarli.
      Mi lusinga davvero che tu ti fidi dei miei giudizi, spero di non deluderti. Se avrai modo di leggere Il dio sordo mi auguro che ti piaccia come è piaciuto a me.
      Un abbraccio!

      Elimina
  11. Ciao,
    inserirò sicuramente questi libri tra quelli da leggere: io amo la musica classica e Beethoven è stato il mio primo amore! Mi ricordo che la prima opera che ho ascoltato è stata la sonata al chiaro di luna interpretata da Arthur Rubistein... un pianista eccezionale!!! Durante i lunghi viaggi in auto mio padre metteva sempre cassette di musica classica (sto parlando degli anni ottanta!:).
    Grazie del suggerimento e buona domenica,
    Mery

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non devi farteli sfuggire, allora :-)
      Anche il mio papà mi ha sempre fatto ascoltare moltissima musica classica fin da quando ero piccina e questo mi è rimasto dentro come un tesoro prezioso...
      Buona domenica anche a te, un bacio!

      Elimina
  12. Ho acquistato il cartaceo dopo aver letto i capitoli pubblicati gratuitamente.Finito il primo è stato giocoforza acquistare anche il secondo. Concordo con quanto scritto ed esorto tutte ad acquistarli entrambi. Ne rimarrete piacevolmente attratte. Buona lettura a tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, mi fa piacere trovare un riscontro positivo al mio giudizio su questi due volumi.
      Spero davvero che in tanti accoglieranno l'invito a questa lettura così interessante ed emozionante.

      Elimina
  13. ecco, forse per conoscere l'autore partirei da questo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di certo questi due volumi sono bellissimi, almeno a mio parere!
      Io te li consiglio, quindi.

      Elimina

GRAZIE DEL TUO COMMENTO, TORNA A TROVARMI :-)