AVVISO AI LETTORI:

AVVISO AI VISITATORI: Questo blog è "migrato" da Myblog a Blogger il 1° ottobre 2012. Ho trasferito una parte dei vecchi post in questa nuova "sede", ma chi volesse saperne di più di me, di Lilli e del nostro "passato" può andare a dare un'occhiata QUI

venerdì 14 marzo 2014

Venerdì del libro (167°): La trilogia della BIBLIOTECA DEI MORTI

Cara Lilli,

ad inizio anno ti ho parlato (QUI) di un libro di Glenn Cooper (Il calice della vita) che non mi aveva del tutto convinto. 

Come ti preannunciai allora, ho poi letto la trilogia che ha reso famoso questo scrittore, quella della BIBLIOTECA DEI MORTI, e te ne voglio parlare un pò oggi, seguendo l'iniziativa di HomeMadeMamma.

I tre romanzi in questione sono: "LA BIBLIOTECA DEI MORTI", "IL LIBRO DELLE ANIME", "I CUSTODI DELLA BIBLIOTECA".

Parto col dirti che nel complesso la lettura mi è piaciuta abbastanza e mi ha intrigato di certo più che nel caso de Il calice della vita.

Ciò che mi è piaciuto davvero è l'idea che è alla base della storia, quella cioè di un archivio segretissimo situato nella super blindata base militare denominata Area 51, in Nevada, costituito da migliaia e migliaia di libri coi fogli in pergamena  e scritti con inchiostro e calamaio, su cui sono annotate le date di nascita e di morte di tutte le persone del mondo, a partire dall'anno 777 fino all'anno 2027.

Ora: perchè l'elenco delle date si interrompe proprio al 2027? E, soprattutto, che succederebbe se l'umanità intera venisse a conoscenza di questo archivio immenso? Il problema diviene pressante quando nel 2009 un serial killer comincia a terrorizzare la popolazione di New York inviando cartoline alle vittime designate indicando la loro data di morte e firmandosi "Doomsday" (Giorno del giudizio).

A seguire il caso sono chiamati il detective dell'FBI Will Piper, prossimo alla pensione, e la giovane agente Nancy Lipinsky.

Va senza dire che i due saranno coinvolti in situazioni rocambolesche, pericolosissime e drammatiche, e che il loro rapporto si rinsalderà col passare del tempo e con lo scorrere degli eventi.

Will Piper è l'anti eroe-galantuomo, è brusco, permaloso, presuntoso, ha un debole per le donne (e non si fa altro che ricordarlo al lettore a ogni piè sospinto), non riesce mai ad essere fedele ad una sola. Però è un buon detective, questo sì.

Questo dovrebbe dare alla storia una connotazione un pò diversa dal solito, in quanto spesso e volentieri i buoni dei thriller sono onesti, senza macchia e senza paura e così via. Però ribadisco che l'autore ha secondo me calcato troppo la mano in questo senso. E il troppo, si sa, storpia.

Posso anticiparti che in tutti e tre i romanzi sono presenti diversi piani temporali, perchè i fatti narrati non si limitano al presente ma vanno a scavare nel passato, in epoche diverse.

Di sicuro è stato temerario (oddio, forse esagero!) Cooper a voler far figurare nei suoi libri personaggi storici di spicco (quali Churchill e Truman) e farli trovare coinvolti nella storia del ritrovamento e della conservazione della straordinaria Biblioteca. La conseguenza è che eventi storici di rilevanza mondiale, che hanno fatto la Storia (quella reale e con la ESSE maiuscola), vanno a ricondursi proprio a quella Biblioteca e a ciò che essa rappresenta...

A parte queste note, avrai capito che non racconterò molto delle vicende che si snodano man mano nei tre volumi, per il semplice fatto che un thriller è tale se c'è suspance e se dunque ti sto a dire pur per sommi capi ciò che accade toglierei il gusto della lettura a chi vuole tuffarsi in questa trilogia.

Quello che ti ho scritto fa parte più che altro del primo volume. Nel secondo e nel terzo tutto è così concatenato al primo che non posso svelare nulla. 

Va però sottolineato che Cooper ha fatto in modo di inserire una sorta di riassunto delle puntate precedenti nel secondo e nel terzo volume. Secondo me, comunque, è sempre meglio leggere tutto dall'inizio alla fine, seguendo l'ordine prestabilito.

Insomma, questo mio post-one serve a dire che questa trilogia ha delle buone potenzialità, però a mio avviso non è un capolavoro: è eccessivamente stiracchiata tanto da riservare poche sorprese nel vero finale (cioè alla fine del terzo volume) e lo stile di Cooper continua a non convincermi del tutto, non mi regala vere emozioni, quelle che vanno al di là dei meri colpi di scena.







I suggerimenti di questo venerdì del libro su altri blog li trovi elencati QUI

28 commenti:

  1. Cara Maris, vedo che leggi molto, io per vari motivi non posso sforzarmi tanto, cosi mi accontento di leggere come questi tuoi piccoli racconi, grazie cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che almeno ti faccio conoscere tanti libri attraverso i miei racconti!
      Un carissimo saluto, buona settimana.

      Elimina
  2. Ho la sensazione che ne vedremo una trilogia cinematografica :p

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si presterebbe benissimo, lo penso anche io.
      Buona settimana :-)

      Elimina
  3. Mia cara amica non ho letto questa trilogia, ma come la descrivi bene ! Sicuramente intrigante....magari inizierò a leggere il primo volume e poi ne riparliamo e comunque complimenti per la tua immensa bravura nella recensione! C O M P L I M E N T I!
    Un abbraccio affettuoso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanti complimenti, grazie mille! Certo è una storia originale, se piace il genere thriller è abbastanza avvincente.
      Un bacio, buona settimana!

      Elimina
  4. La tua recensione la tua recensione e' scritta benissimo, quindi complimenti.
    Quanto alla trilogia, mi sembra una lettura da estate, quando, si spera, con le giornate più lunghe riuscirò a leggere un po' di più la sera senza crollare nel letto!!
    Da ciò che scrivi sembra più che altro una trilogia pensata per il cinema...chissà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai avuto la stessa sensazione di Mikimoz e ribadisco che penso anche io che è adatta ad una trasposizione cinematografica.
      Ti ringrazio dei complimenti, davvero :-)
      Buona settimana!

      Elimina
  5. quasi quasi li regalo al mio suocerino per il suo compleanno a giugno e poi gli chiedo... di passarmeli, mi hai incuriosita;) a prestoooooooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ama questo genere, tuo suocero potrebbe appassionarsi alla storia. Io di thriller ne ho letti di migliori, ma questa trilogia non è male.
      Un abbraccio, ciao!

      Elimina
  6. Mio marito li ha letti tutti, io devo ancora cominciarli, devo dire che mi intrigano ma me li riservo per quest'estate al mare! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se già li hai allora sì, devi leggerli! Specie in estate secondo me saranno una lettura per staccare la spina.
      Un bacio!

      Elimina
  7. Ho il primo della trilogia a casa che mi aspetta da tempo immemore, ma c'è sempre qualcosa di più interessante da cominciare! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai che capita a me anche questa cosa? Non so perchè ma ci sono dei libri che ho avuto sotto il naso per mesi, se non anni e sceglievo sempre di cominciare qualcos'altro.
      Buona settimana, ciao!

      Elimina
  8. ciao Maris
    eccomi qua ... non sono sparita, ma un momento un po' così, sono piuttosto stanca e alal sera crollo addormentata sul divano prima ancora di riuscire ad organizzare il lavoro scolastico per il giorno dopo!!! sarà l'arrivo della primavera!!!
    il primo libro l'ho già letto e mi è piaciuto tantissimo e lo scorso natale mia sorella mi ha regalato il terzo ... che devo ancora leggere, lo farò prestissimo appena riuscirò a riprendermi perchè anche lì mi sono un po' arenata!!!
    un fortissimo abbraccio a te e ai tuoi piccolo
    Buona domenica Patrizia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao amica cara!
      Se hai letto il primo volume e ti è piaciuto dovrebbe piacerti anche il resto della storia. Però ti consiglio di prendere prima il secondo volume e poi passare al terzo che ti hanno regalato, perchè ha tutto più senso.
      Grazie dell'abbraccione, che ricambio :-) e un bacio al tuo bambino!

      Elimina
  9. Io questa trilogia l'ho divorata.. :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io l'ho letta piuttosto rapidamente a dire il vero :-)

      Elimina
  10. Un abbraccio cara Maris, una coccola alla monella e buona domenica!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La domenica è passata, ma ti auguro una bellissima settimana, Speedy :-) Baci!

      Elimina
  11. Potrebbe piacermi. Grazie cara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come spiegavo nel post, l'idea di base la trovo molto intrigante. Le vicende anche sono ben congegnate, pur se a tratti un pò inverosimili (ma capita spesso con i thriller). E' una lettura che può avvincere, ma a me resta comunque la sensazione di un "non so che" mancante....E' Cooper che non mi convince fino in fondo. Se mai dovessi leggere questa trilogia spero che renderai pubblica la tua opinione, mi interesserebbe molto :-)
      Ciao!

      Elimina
  12. Io ho letto solo il primo libro e mi è piaciuto, adesso mi procurerò gli altri due! grazie e a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se hai letto il primo e poi sopratutto se ti è piaciuto, è naturale che devi leggere anche gli atri due ;-)
      A presto, un abbraccio.

      Elimina
  13. Li ho letti anche io e mi sono piaciuti... però, ora che ci penso, del terzo ricordo di averlo letto ma... se dovessi rammentare la trama farei fatica. Credo che sarà il caso di rileggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricordo le tue recensioni positive, infatti.
      Di certo hanno una trama che si basa su un'idea molto originale e anche un pò inquietante (pensa se davvero esistesse una biblioteca del genere...).
      Buona settimana!

      Elimina
  14. Ciao Maris, ti ho scoperta dai commenti di un altro blog e mi unisco volentieri ai tuoi followers.
    Adoro leggere, non potrei vivere senza i libri ...
    Io ho letto il secondo senza sapere che fosse il secondo e mi è piaciuta molto la trama, ora passerò direttamente al terzo. Ho letto di Glenn Cooper anche "La mappa del destino" ... molto bella la storia, però non mi ha fatto impazzire.
    Se ti va passa a trovarmi, ho un blog da pochissimo tempo e mi fa molto piacere avere nuove amiche.
    A presto!

    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuta, Paola!
      Allora condividiamo una passione grande: quella per i libri! Anche io non potrei vivere senza leggere :-)
      La mappa del destino non l'ho letto ma ho letto Il calice della vita e Il marchio del diavolo, che come tutti i libri di Cooper letti finora hanno un'idea di base molto bella ma non mi coinvolgono del tutto, non so perchè.
      Verrò sicuramente a trovarti sul tuo blog per conoscerti meglio.
      Intanto grazie per esserti unita ai miei lettori fissi e a presto!

      Elimina

GRAZIE DEL TUO COMMENTO, TORNA A TROVARMI :-)