AVVISO AI LETTORI:

AVVISO AI VISITATORI: Questo blog è "migrato" da Myblog a Blogger il 1° ottobre 2012. Ho trasferito una parte dei vecchi post in questa nuova "sede", ma chi volesse saperne di più di me, di Lilli e del nostro "passato" può andare a dare un'occhiata QUI

mercoledì 18 giugno 2014

Il monello e l'acqua

Cara Lilli,

grazie a qualche post qua e là indietro nel tempo ricorderai che il mio monello, da quando è nato ad adesso, ha avuto un rapporto un bel pò contraddittorio con l'acqua.

E' partito da un amore incondizionato durante il primo annetto circa di vita, tanto da starsene come un pascià nella sua bella vaschetta sagomata, in mezzo alla schiuma, e da farci immaginare un futuro da nuotatore professionista nella sua prima vacanza al mare, quando sembrava letteralmente un pesciolino.

Poi, dall'oggi al domani, senza un motivo (o almeno senza un motivo a noi noto) ha iniziato ad avere crisi di pianto e strilli da far tremare i vetri ogni volta che ci si apprestava a fare il bagnetto. Non siamo riusciti più a lavarlo immerso nell'acqua, praticamente: siamo passati a fare una doccia, in piedi nella sua vaschetta messa dentro la vasca da bagno, con mio marito che faticava a mantenerlo fermo ed io che lo insaponavo alla bell'e meglio con una spugna e poi lo sciacquavo con la doccetta. 

Al mare, in tutto questo, c'è stata una sorta di tregua armata: cioè, non pianti e strepiti, ma neppure bagni tipo pesce. Diciamo che è stato costantemente sul chi va là., con qualche slancio ma molto limitato.

E adesso, da qualche settimana, altro cambio di rotta. O meglio, un semi-cambiamento: fa sempre la doccia, in pratica, ma non è più necessario mantenerlo con forza come se lo si stesse portando al patibolo; non piange più, anzi accenna anche delle risatine e si irriggidisce solo un pò quando gli  risciacquo i capelli.

All'inizio di agosto andremo al mare per una settimana: come si comporterà il monello? 

Si accettano scommesse :-)


PS: Comunque, un interesse per l'acqua in generale, non solo quella del bagnetto, gli è venuto sul serio ultimamente. Non fa altro che affacciarsi nei lavandini dei bagni, a casa o all'asilo o altrove, o nei lavelli della cucina per osservare l'acqua che se ne scende nello scarico e adesso mi fa anche da assistente mentre lavo i piatti, mettendosi in piedi sulla sedia accanto a me, come incantato...avrà mica un futuro da idraulico? ;)


28 commenti:

  1. be', considerando quanto si fanno pagare gli idraulici... non sarebbe mica male! :D

    RispondiElimina
  2. ricordo che da bambino giocavo per lunghe ore con l'acqua, versandola da una bottiglia grande ad altri recipienti piccolini, fino a riempirli tutti. Devo dire che l'allenamento mi è stato poi utilissimo per travasare il vino dalla bottiglia al bicchiere...

    La mia scommessa sul monellino al mare: gavettoni con il secchiello a tutta la famiglia nell'ora della siesta, sotto l'ombrellone...!

    Ciao bellissimi. robi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei sempre lo stesso, Robi!! Lo stesso...simpatico e tenero amico :-)

      Speriamo che la tu vinca la scommessa, così ci rinfreschamo un pò tutti quanti nella calura in riva al mare ;)

      Un abbraccio!

      Elimina
  3. Buttalo via l'idraulico... con i tempi che corrono altro che dentista.... è un lavoro d'oro!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E sei il secondo a dirlo...quindi incentiverò il monello su questa strada :-)))

      Elimina
  4. L'acqua incanta, dopotutto noi siamo fatti di acqua per una larga parte.
    Beh, vedrai che al mare si divertirà :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto, Miki: non avevo pensato che siamo fatti d'acqua se non erro al 70%!!
      Sarà il richiamo della natura, allora? :-)

      Elimina
  5. Questa cosa mi fa ben sperare perché pure mio figlio con l'acqua e' sul chi va la. Noto qualche miglioramento e credo che l'età e la consapevolezza dei gesti, l'aiuteranno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, Piky, vedrai che andrà migliorando col passare del tempo! Se sta succedendo al mio monello, succederà anche al tuo Cestino :-)

      Elimina
  6. Tesoro mio il piccolo e' ritornato nella sua fase iniziale da pascià! Della serie, io non mi stacco più dal mio ambiente naturale...mia dolce amica son sicura che in vacanza dovrai faticare per farlo 'uscire dall' acqua' questo pesciolino dolcissimo!
    Un abbraccio a questo tenero ritratto del piccolo di casa!
    La tua capacità descrittiva dolce amica e' sempre strepitosa..mi sembrava, leggendo, di vedere tanti fotogrammi raffiguranti questi momenti del cucciolo!
    Notte serena gioia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara, in effetti pian piano stiamo tornando ai "bei vecchi tempi" in cui sguazzava nell'acqua (anche se ancora sta sul chi va là adesso, deve fare qualche altro passetto).
      Ti ringrazio, sono contenta di descrivere simpaticamente queste situazioni che non sono nulla si straordinario ma fanno aprte della quotidianità della nostra famiglia!

      Un bacione!

      Elimina
  7. L'acqua affascina sempre.... buon mare e buon divertimento!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Speedy!! Anche se ci vuole ancora un pò per la vacanza ;)

      Elimina
  8. ahahahaa cara Maris sono sicuro che il tuo monello amerà l'acqua e magari tornerà ad essere un pesciolino,il mio invece ogni volta che gli devo lavare i cappelli strilla e piange come un matto e chiama il papà ahahahaha neanche lo stessi torturando,al mare invece ci va cauto perchè l'acqua è fredda ma una volta che ci entra e si abitua è difficile farlo uscire,quest'anno non sono ancora andata, ma spero sia più tranquillo ora che ha 3 anni,un bacio a te e ai tuoi monelli dolcissimi ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il lavaggio dei capelli crea caos un pó on tutte le case in cui c'è un bambino, mi sa eheheh :-)
      Un bacio anche a te e al tuo bimbo!!

      Elimina
  9. Cara Maris, che bello leggere questi vecchi racconti.
    Penso a noi quanto è stato difficile con il nostro bambino, che ora ha 44 anni,
    non cera niente da fare per portarlo sotto la doccia...
    Pensa che poi da grande e diventato un istruttore subacqueo.
    Comun que è bello ricordare il passato.
    Ciao e buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tuo figlio allora da piccolo faceva i capricci per lavarsi! O racconti così sono sempre teneri, è vero.
      Un abbraccio caro Tomaso.

      Elimina
  10. Non ti resta che aspettare e vedere che faccia farà nel vedere le onde che si infrangono sulla battigia. magari avrà un impatto positivo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo bene :-) così la vacanza sarebbe certo più bella e spensierata!

      Elimina
  11. Un idraulico in famiglia fa sempre comodo!!!
    Anche per i miei figli, da piccoli, il momento del bagno era un tormento - per loro e per noi!
    Adesso, quando entrano in doccia, bisogna andarli a stappare fuori di forza; l'acqua andrebbe per ore.
    Insomma: noi mamme non siamo mai contente!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa faccenda dell'idraulico sta avendo successo, a quanto leggo :-)))
      Noi msmme saremo pure incontentabili... ma i figli potrebbero trovare una via di mezzo, no?? ;-)

      Elimina
  12. Mi hai fatto ricordare i tempi in cui il mio ragazzo era piccino e appena le piccole onde del mare toccavano i suoi piedini scappava come un matto ridendo, portarlo dentro era una tragedia, ora va in piscina un giorno alla settimana, adora il mare e sa nuotare come un pesciolino!
    Vedrai che il tuo monello pian piano adorerà l'acqua e al mare ci giocherà!
    Bel blog, un abbraccio e buona giornata da Beatris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per aver condiviso i tuoi ricordi, Beatris :-)
      Speriamo bene per il monello!
      Un bacione!

      Elimina
  13. Risposte
    1. Grazie! Mi piace la positività :-)

      Elimina
  14. Secondo me diventerà un bel pesciolino.. ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo :-) sarebbe una bella cosa!

      Elimina

GRAZIE DEL TUO COMMENTO, TORNA A TROVARMI :-)