AVVISO AI LETTORI:

AVVISO AI VISITATORI: Questo blog è "migrato" da Myblog a Blogger il 1° ottobre 2012. Ho trasferito una parte dei vecchi post in questa nuova "sede", ma chi volesse saperne di più di me, di Lilli e del nostro "passato" può andare a dare un'occhiata QUI

mercoledì 23 luglio 2014

I viaggi del cuore

Cara Lilli,

ci sono volte in cui quando sali in auto e parti, il viaggio che comincia non è solo fisico.

Ci sono viaggi che il cuore fa insieme al corpo, ma anche oltre il corpo stesso. Perchè si sa che il cuore ha percorsi tutti suoi, che nessuna autostrada potrà mai circoscrivere.

Ho fatto un viaggio del cuore l'altroieri.

Sono partita quasi di corsa, senza averlo programmato se non giusto un paio di ore prima. I viaggi del cuore spesso sono così: improvvisi, seguendo l'impulso del momento. 

Mio marito si è preso un pomeriggio libero al lavoro per restare a casa con i monelli.

E mentre io raggiungevo mio fratello e mia cognata e proseguivo poi con loro, libera dall'incombenza di dover guidare, ho potuto lasciare che il cuore corresse per conto suo.

Verso Roma, poi Orte, poi l'Umbria e l'amata Spoleto...

Il mio cuore è andato avanti, mentre io, seduta nell'auto di mio fratello che pure macinava chilometri, non ruscivo a stargli dietro. 

Ma tanto  il mio cuore conosceva bene la strada, dopo averla fatta un sacco di volte nei miei anni giovani. Non poteva sbagliare per nessuna ragione al mondo.

E non parlo delle gite di famiglia, no. Parlo dei viaggi miei. Miei e basta. Quando partivo e mi rifugiavo a Spoleto dai miei zii. Dopo l'esame di maturità, ad esempio, o dopo tanti esami universitari. Per una pausa, un momento di pace, un momento di svago, di affetto grande. 

Anzi, la prima volta avevo 9 anni. Una settimana intera da sola con gli zii. Indimenticabile. 

Per tanti anni sono stata in quella che era la loro casa di allora, un pò fuori mano, con un prato enome intorno, in cui troneggiava un salice piangente che ha fatto ombra a tanti miei pensieri adolescenziali, che ha ascoltato tanti miei sussurri di ragazza innamorata o tanti dubbi e paure tipiche di quell'età.

E il campo dietro la casa....grande, un pò scosceso, coltivato da mio zio prima nel tempo libero dal lavoro, poi con più continuità dopo la pensione anticipata.

Mio zio. Il mio zione un pò orso, ma in senso buono. Poco incline per troppo pudore alle manifestazioni d'affetto, proprio il contrario di me, ma che proprio in me diceva di aver trovato la figlia femmina che non aveva avuto. Lui, padre di due ragazzoni belli, grandi e grossi.

Quante ore passate con gli stivaloni di gomma ad innaffiare la lattuga (e a cercare le lumache che vi si nascondevano tra le foglie!), a cogliere la frutta, a dar da mangiare alle galline. Io e lui.

E quante ore a passeggio per Spoleto, con lui che amava fare da cicerone. Io e lui.

Poi la casa è cambiata, più vicina al centro abitato, meno affascinante della casa di campagna, ma ugualmente bella perchè c'era lui lì, insieme a zia. E io ci tornavo sempre con lo stesso amore e la stessa gioia.

E tu lo sai bene, Lilli, che in quella casa, la seconda, ci sono stata anche con il mio amore, di ritorno dalla luna di miele, perchè zio non era potuto venire al nostro matrimonio per evitare strapazzi al suo cuore ballerino e discolo. 

Da quando sono arrivati i monelli ci sono state più telefonate che viaggi. Ma ogni volta era comunque una cosa bellissima parlare con lui, che mi diceva sempre che la sua casa per me, per la famiglia che mie ero creata, era sempre aperta.

Tenero, zio. Schivo, ma tanto tenero.

Ci siamo voluti un bene immenso, io e lui.

E l'altroieri, quando l'auto con me dentro è arrivata davanti casa sua, il mio cuore era già lì da un pezzo. Corre veloce il cuore quando si tratta di andare da chi si ama.

Stavolta non c'era zio a darmi il benvenuto sulla porta, col suo sorriso mite e dolce, simile a quello del mio papà. Il mio cuore lo sapeva ma egualmente non voleva crederci.

Questo viaggio del cuore si è concluso in modo molto diverso da tutti quelli che ci sono stati negli anni addietro. Con un dolore lancinante che non credevo che avrei più provato dopo la perdta dei miei genitori.

Ma lui era il mio zio speciale. 

E adesso ho un altro angelo custode, ne sono certa.

 

56 commenti:

  1. C'è poco da dire in questi casi, perchè le parole diventano supreflue, futili.
    Ti sono vicino e anche se virtualmente ti tengo la mano per condividere il dolore che stai provando.
    Ciao, un abbraccio!
    Xavier

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei caro, grazie Xavier. Anche se da lontano la condivisione del dolore è sempre importante e consolante.
      Un bacio grande.

      Elimina
  2. Ciao amica mia carissima, sono Trofi e sono qui per condividere con te questo brutto dolore...siamo uguali, non simili e anche io ho uno zio speciale. Lo stesso zio che mi ha accompagnato all'altare perchè mio padre ci ha lasciate troppo presto per godersi questo momento. Non voglio nemmeno pensare a quello che potrebbe succedere e più ci penso e più già sto male, perchè sono ormai più di 15 anni che lo considero mio padre e sarebbe come perderlo di nuovo. I ricordi che abbiamo dobbiamo tenerceli stretti e scriverli è il modo migliore per farlo. Ti voglio bene Maris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Trofi, carissima, abbiamo sempre saputo di avere tante cose in comune io e te, ricordi?
      Grazie perchè so che davvero mi capisci, ti auguro che il tuo zio speciale possa restarti accanto ancora per moltissimo tempo.
      Ti voglio bene anche io, sorellina.

      Elimina
  3. Mia dolce amica ho assistito quasi in diretta a questo tuo immenso dolore ed ho provato anche io una fitta al,cuore nonostante non conoscessi il tuo caro zio ma attraverso le,tue parole ho sempre capito bene che persona fosse poiché tu hai la straordinaria capacità di rendere le visibili le persone attraverso il tuo dolce modo di scrivere!
    Mi dispiace, tanto, mi dispiace che tu abbia provato questo grande dolore per lo,zio che era stato il tuo Cicerone a Spoleto, questo adorato uomo che ti ha donato tanto amore, tanta gioia...lui sarà distante da te solo con gli occhi ma col cuore e' presente, sicuramente adesso ancora di più perché hai un Angelo custode che si unisce ai tuoi angeli speciali!
    Ti sono vicina tesoro mio con tanto ma tanto affetto e comprendo quanto dolore tu abbia provato in quel viaggio ma sicuramente il tuo caro zietto sarà stato felice di averti vista!
    Con affetto profondo,,un bacjo dal cuore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stella carissima, che dirti? Ti ho sentita appena ho saputo la bruttissima notizia e tu mi hai consolato tanto. Grazie per quel momento e per tutto l'affetto che mi hai donato anche nelle ore successive e in questi giorni.
      Grazie mille, per tutto. Anche per questo tuo commento così bello.
      Ti voglio bene amica del cuore, ti abbraccio forte.

      Elimina
  4. Ti ho letta tutta di un fiato.... mi piace tanto farlo, sai trasmettere delle forti emozioni! Ti abbraccio di cuore cara, tieni stretta a te tutti i ricordi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Speedy. Sei gentile e affettuosa, un abbraccio!

      Elimina
  5. Maris, hai scritto oggi uno dei post più belli di tutta la blogosfera.
    Bello e malinconico, umano, profondo.
    Corre veloce il cuore quando si tratta di andare da chi si ama.
    Una frase stupenda.
    Vedrai che quel ricordo sarà sempre con te, sempre e sempre.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Miki, mi hai commosso...grazie, grazie davvero.
      Non sai quanto sia importante per me aver trasmesso le mie emozioni e i miei sentimenti attraverso questo post.
      Ti abbraccio.

      Elimina
  6. Cara Maris, non ho parole, sono rimasto in silenzio e ho molto riflettuto, bisognerebbe che questi viaggi li facessero quei personaggi che possono cambiare una realtà che preoccupa tutti!!!
    I viaggi che seguiranno ne sono sicuro che ci sarà pure quelli dei ricordi anche più belli. Ciao e buona giornata cara amica un abbraccio infinito.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tomaso, la tua presenza affettuosa mi rincuora molto. Un abbracico forte!

      Elimina
  7. ciao carissima Maris
    caspita che post fantastico anche se scritto per una triste circostanza, mi spiace molto per questo zio così fantastico certo sarà ora un angelo accanto a te, ma non solo anche accanto ai tuoi piccoli monelli ... un fortissimo abbraccio.
    Non è sicuramente il momento, ma non mi aspettavo questo post ero passata per augurare a te e alla tua famiglia buone vacanze perchè noi partiamo oggi e in Sardegna non è così facile per me collegarmi ad internet e poi ogni tanto è bello anche staccare le spina!!!
    un abbraccio e a presto
    Patrizia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patty per le tue parole, davvero.
      Non preoccuparti hai fatto benissimo a dirmi che sei in partenza e io ti auguro bellissime vacanze in Sardegna, speriamo che il tempo sia bello, anche quando io andrò al mare per una settimana all'inizio di agosto.
      Un bacione!

      Elimina
  8. Non ho parole di conforto, ma un lungo abbraccio sincero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io ti ringrazio tanto, Moky, e mi prendo il tuo abbraccio che mi conforta, credimi.
      Un bacio.

      Elimina
  9. Cara Maris, un abbraccio silenzioso e una carezza al tuo cuore.
    Impe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Impe, grazie davvero. Specie per la carezza al mio cuore, ci voleva.

      Elimina
  10. Che bellissimo post, mi sono venuti i brividi. Un abbraccio forte ❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vuol dire che ho saputo trasmettere le mie emozioni forti e ci tenevo davvero tanto. Grazie Giuseppe.

      Elimina
  11. Maris avevo iniziato a leggere il post con allegria, poi ho continuato e mi è spiaciuto molto dover leggere certe cose! Ti mando un mega abbraccio, grazie per averci portato in questo viaggio seppur triste :/ Un abbraccio grande a te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Pier, lo so...forse il titolo dle post è un pò ingannevole, ma è così che ho sentito di scrivere. Grazie per il tuo affetto e per l'abbraccio!

      Elimina
    2. Ti mando un altro abbraccione :***

      Elimina
    3. Sei troppo caro, grazie Pier!

      Elimina
  12. Carissima Maris,
    è un ricordo dolce questa pagina di memorie e affetti, un viaggio reso speciale da sentimenti anche contrastanti di gioia e di dolore. Condivido con te l'amore per l'Umbria, terra da cui proviene mio marito e che spesso ci accoglie con la sua serena bellezza e la gentilezza innata della sua gente.
    Un abbraccio :)))
    Marilena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marilena cara, ogni tuo commento è sempre una cosa bella per me, davvero. In questo caso davvero grazie per ciò che mi scirvi, specie perchè sapere che anche tu ami l'Umbria mi fa piacere tanto.
      Ricambio l'abbraccio!

      Elimina
  13. ao carissima, mi hai fatto pensare con questo post così delicato e dolce. Ho avuto anche io uno zio così tanto caro che a volte mi concentro per risentire nelle mie orecchie la sua voce, sentirmi chiamare ancora, ricordare alcuni episodi... Mi consolo della sua mancanza ripetendomi che sono stata fortunata ad incontrarlo e a condividere momenti bellissimi con lui. Ti abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ros, amica mia, tu spesso condividi con me ricordi ed esperienze simili, oramai non mi meraviglio più di certe coincidenze.
      Grazie dell'abbraccio e dell'affetto.

      Elimina
  14. Non so perché ma è stato tagliato il mio Ciao...e io ci tengo molto alle mie cose ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei inimitabile, Ros, davvero :-) mi hai anche regalato un sorriso!

      Elimina
  15. La mia era una zia.
    Da cui ho preso forse la sensibilità.
    Quando è morta ero serena, aveva avuto una vita dura, ma l'aveva sempre affrontata con coraggio e saggezza, mi ha lasciato in eredità un esempio bellissimo da seguire e la certezza che ovunque sia, è una presenza preziosa.
    Ti capisco e se fossi lì ti abbraccerei.
    Un bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio di cuore, Ninin, per aver voluto condividere anche il tuo ricordo personale diun affetto caro come lo è stato per me mio zio.
      Sei molto cara, il tuo abbraccio mi è arrivato comunque, non temere.
      Un bacione.

      Elimina
  16. Lo so, ci sono zii che si avvicinano molto all'essere dei genitori..
    E quando li perdi è un pezzo del tuo cuore che si stacca..

    Un abbraccio forte Maris..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così, Cri: un pezzo di cuore che si stacca. Hai compreso fino in fondo ciò che provo. Grazie, un bacio. grande.

      Elimina
  17. Ti abbraccio forte.:( parole intrise di sentimento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio tanto, Dany. Il sentimento che ho trasmesso e quello che ho nel cuore.

      Elimina
  18. Ci sono figure preziose, nella nostra vita. Così forti e intense, al tempo delicate, da lasciare traccia indelebile del loro passaggio.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa di mio zio è proprio una delle figure di cui parli, si.
      Ti ringrazio davvero e ricambio l'abbraccio.

      Elimina
  19. Un ricordo ha straordinarie capacità di sopravvivenza, sorride di fronte alla morte mentre assapora il sale di una lacrima....
    Ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Attendevo le tue parole, sapendo che sarebbero state profonde e vere, come lo sei tu, Calo carissima.
      Grazie di cuore.

      Elimina
  20. Maris amica mia arrivo tardi qui..mi spiace per il tuo dolore, tu che come me fai questi bellissimi viaggi con il cuore, tu che come me abbracci molto e manifesti i tuoi sentimenti..ti sono vicina anche se in ritardo. Un abbraccio enorme.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesca cara, ti ringrazio. Il tuo essere simile a me per questi aspetti mi fa sentire che mi sei vicina.
      Ricambio il tuo abbraccio!

      Elimina
  21. Grande tenera Maris ..come ti capisco...il cuore ci porta dove lui vuole, ci fa battere forte tutto il nostro corpo fisicamente e psicologicamente, ci porta lontano in distanze abissali e vicino in posti ancora sconosciuti..
    Grande cosa il sentimento, anche se lacera , se porta dolore, ma ci regala doni preziosi e incomparabili!
    Ti stringo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nella, tu hai sempre parole profonde e mi sento capita da te, davvero.
      Ti abbraccio e ti ringrazio ancora!

      Elimina
  22. Leggendo il post ho sentito tutto l'affetto che hai per lui. E purtroppo quanto più si vuole bene una persona, tanto più si soffre in queste circostanze. L'unico alleato che abbiamo in queste faccende, lo sai, è il Tempo.

    Un affettuoso abbraccio, carissima amica mia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissimo Antonio, l'affetto che hai sentito leggendo il post è proprio quello che speravo si sentisse. Ho scritto ciò che il mio cuore mi ha dettato, ci tenvo che si capisse che non era un familiare come tanti altri, questo mio zio. Ci sono persone, familiari o non, che fanno la differenza e che sono speciali al di là di tutto. Per me lui era così.
      Che il Tempo faccia il suo lavoro, allora....ma ce ne vorrà, eccome se ce ne vorrà!
      Grazie, ti abbraccio.

      Elimina
  23. Cara Maris,
    vorrei solo abbracciarti e dedicare una mia lacrima a questo tuo intenso viaggio del cuore. robi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, bentornato Robi!
      Mi era mancato il tuo abbraccio, tra tutti quelli che mi vogliono bene....e ora l'ho avuto e ne sono confortata davvero. Grazie di cuore!

      Elimina
  24. credo negli angeli custodi e sono sicura di averne più di uno accanto, ma se non per me prego sempre che siano accanto hai miei figli
    capisco il tuo vuoto e è stato per me molto bello leggere questo tuo post e sopratutto scoprire un blog che parla con il cuore e i sentimenti
    ti seguirò volentieri e ti leggerò ancora in altre occasioni, perchè i tuoi viaggi del cuore in qualche modo sono simili hai miei ma sopratutto sono così carichi di emozioni Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Valeria! Sono contenta che ti piaccia questo mio spazio, cerco di essere sempre me stessa e comunicare agli altri le mie emozioni, da quelle più semplici e quotidiane a quelle più profonde e straordinarie.
      Mi sto preparando per partire per una breve vacanza, di ritorno non mancherò di passare a da a conoscerti un pò meglio, per adesso ti ringrazio per le tue parole e ti abbraccio :-)

      Elimina
  25. Oh Maris, questo post mi era sfuggito...perdonami.

    Con quanto amore parli dello zio...lui continuerà a dirti che la porta del Cielo per te è aperta...

    Ti abbraccio forte forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gianna cara, non devi scusarti affatto, sei tanto dolce e ti ringrazio per queste tue parole che mi toccano il cuore!
      Un bacione.

      Elimina
  26. No zietta, questo post me l'ero perso durante la mia estate lontana da qui.
    Mi dispiace tanto.
    Ti abbraccio forte forte, anche se con un po' di ritardo, ma so che ne hai ancora bisogno.
    Baci baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima, immaginavo che non lo avessi letto, infatti.
      Naturale che ho bisogno ancora del tuo abbraccio!! Tu mi comprendi bene, lo so...
      Grazie, un bacio grande.

      Elimina

GRAZIE DEL TUO COMMENTO, TORNA A TROVARMI :-)