AVVISO AI LETTORI:

AVVISO AI VISITATORI: Questo blog è "migrato" da Myblog a Blogger il 1° ottobre 2012. Ho trasferito una parte dei vecchi post in questa nuova "sede", ma chi volesse saperne di più di me, di Lilli e del nostro "passato" può andare a dare un'occhiata QUI

venerdì 6 febbraio 2015

Venerdì del libro (202°): NIENTE LACRIME PER LA SIGNORINA OLGA + segnalazione premio letterario

Cara Lilli,

oggi ritorno al mio appuntamento con il venerdì libresco e ti parlo di un romanzo letto a fine 2014 dietro suggerimento di Paola di HomeMadeMamma in persona :-) 

Si tratta di NIENTE LACRIME PER LA SIGNORINA OLGA di Elda Lanza.

Un giallo. Un giallo tutto italiano, di un'autrice che non conoscevo affatto. Paola ne aveva parlato qui in termini molto positivi e posso dirti che anche secondo me è un bel libro.

Appassionata come sono di romanzi gialli mi sono lasciata tentare da questa lettura: una storia ambientata in un condominio di un quartiere periferico di Milano, con protagonista un'anziana signorina arrivata alcuni anni prima dalla provincia, composta, riservata, che dipinge quadri di fiori e fa lavoricon trine e merletti per abbellire lampade e cuscini. Tra i condomini nessuno può dire di conoscerla bene, al di là forse di un burbero maggiore in pensione e di una giovane sposa che gestisce una ditta di catering col marito.

Quando viene ritrovato il suo cadavere sembra un delitto inspiegabile. Ma a indagare sul caso c'è il commissario Gilardi, napoletano trapiantanto a Milano, scrupoloso e intuitivo, che con il suo vice Comiso forma un'ottima squadra. Gilardi vuol vederci chiaro e scava nel passato della donna per arrivare alla verità. Strada facendo tutti coloro che hanno avuto a che fare con la signorina Olga rivestiranno un ruolo più o meno importante, ognuno sarà come un tassello da aggiungere al mosaico per avere il quadro preciso dell'accaduto.

Uno stile asciutto, una narrazione che ho trovato un pò lenta a tratti, ma con un discreto studio dei personaggi. 

Forse non molto immediata la spiegazione dell'arcano, nel senso che io ho dovuto leggere con una certa attenzione alcuni passaggi finali per capire bene le connessioni tra le vicende, ma nell'insieme è una buona storia, una lettura che mi ha fatto molta compagnia.

Gilardi è un commissario che mi è piaciuto. Onesto, capace, umano ma non compassionevole, parallelamente a questa indagine vivrà una storia personale importante, qualcosa che gli cambierà la vita segnandolo per sempre.

Non voglio anticipare altro, ma confesso che nel finale la piega che prendono i fatti, al di là della soluzione del delitto della signorina Olga, mi ha lasciato un pò l'amaro in bocca. 

Un romanzo che in definitiva consiglio, non è una lettura banale e specie se si ama il genere giallo potrà essere ben apprezzata.




I suggerimenti di altri blogger per questo venerdì del libro li trovi elencati QUI


  - - - - - - - - - - - - - -


Prima di salutarti, Lilli, ho una segnalazione interessante da fare: sono stata contattata da Bonifacio Vincenzi, autore del racconto "L'apprendista Babbo Natale" (qui), che ha sottoposto alla mia attenzione un concorso promosso da "Il Musagete - Istituto Culturale della Calabria"

IL PREMIO LETTERARIO NAZIONALE MASSIMO TAMBURI 

per autori under 35

(Prima edizione - 2015)

Trovo che promuovere la cultura sia fondamentale quindi sono ben contenta di segnalare il link dove trovare tutte le informazioni sulle modalità di partecipazione al concorso, le diverse sezioni, i premi, i contatti:  http://www.ilmusagete.it/?p=1174

La scadenza del concorso è fissata per la mezzanotte del 20 marzo 2015.

In bocca al lupo a questa bella iniziativa, che spero riscuota successo e si rinnovi di anno in anno!

20 commenti:

  1. Cara Maris, anche questa settimana è passata e i tuoi racconti piacciono sempre.
    Ciao e buon fine settimana cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccoci alla domenica, caroTomaso! Ti auguro una giornata serena :-)
      Grazie per essere passato come sempre a farmi compagnia!

      Elimina
  2. Già il fatto che un giallo faccia compagnia è positivo. Sai che amo il genere: ci penserò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, a me è parso più che discreto. Probabilmente il fatto che si lasci spazio alle vicende personali anche del commissario contribuisce a dare il senso di "vicinanza" con i personaggi.
      Anche a Poalo era piaciuto, spero che se lo leggerai piacerà anche a te ;-)

      Elimina
  3. Grazie cara per entrambe le interessanti segnalazioni... in particolare per quanto riguarda il libro (che mi è nuovo) il genere mi piace... ci faccio un pensierino...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era nuovo anche per me, del tutto, quando lessi il suggermineto di Paola. Adesso son lieta di aver cnosciuto il commisario Gilardi e soprattutto una buona scrittrice come Elda Lanza.
      Ciao!

      Elimina
  4. Grazie per aver segnalato quel concorso!!^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti mi sei venuto in mente quando ho saputo di questo premio letterario, sai? Facci un pensierino ;-)

      Elimina
  5. Awww... un concorso letterario. Sarebbe stupendo partecipare, ma questa presenza obbligatoria alla premiazione mi obbliga a rinunciare. Peccato. Davvero, davvero peccato. Grazie comunque per averlo pubblicizzato! c:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara, lo so che è una cosa piuttosto limitativa quella di dover presenziare alla premiazione :-( ma così hanno stabilito.
      Un bacione <3

      Elimina
  6. accetto il tuo suggerimento per il libro
    grazie per le tue parole!
    Annamaria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un suggerimento che spero possa piacerti, cara.
      Ti penso spesso, lo sai, e faccio il tifo per te :-)

      Elimina
  7. Lo terrò presente per mia mamma.
    Un abbraccio a te e baciotti ai monelli :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere averti dato un'idea per un dono a tua madre :-)
      Ricambio l'abbraccio e i baciotti!

      Elimina
  8. Dopo la segnalazione di Paola era già nella mia lista, ora tu confermi che ne vale la pena!
    Grazie,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me vale la pena, si :-)
      Baci!

      Elimina
  9. Ciao cara,
    come va? spero bene! interessante questo giallo, di solito non leggo questo genere di libri però, ogni tanto per cambiare mi piace leggere qualcosa anche se preferisco altri generi. Grazie per la segnalazione. un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui andiamo meglio dal punto di vista delle influenze varie, ma fa freddo e un umido che non ti dico, più vento gelido...brrrrr e stasera pure neve!
      Questo è un giallo con ampio spazio per le storie parallele personali dei protagonisti, al di fuori della mera indagine. Immagino che potrebbe piacerti, quindi.
      Un bacio!

      Elimina
  10. Questo libro l'ho letto pure io e mi trovo perfettamente d'accordo con quello che ne pensi.Un abbraccione forte forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, mi fa piacere davvero che tu sia concorde col mio giudizio!
      Un bacione Franci :-)

      Elimina

GRAZIE DEL TUO COMMENTO, TORNA A TROVARMI :-)