AVVISO AI LETTORI:

AVVISO AI VISITATORI: Questo blog è "migrato" da Myblog a Blogger il 1° ottobre 2012. Ho trasferito una parte dei vecchi post in questa nuova "sede", ma chi volesse saperne di più di me, di Lilli e del nostro "passato" può andare a dare un'occhiata QUI

mercoledì 14 settembre 2016

Compagni di scuola (vecchi e nuovi)

Cara Lilli,

oramai ci siamo: domani anche per noi inizia la scuola!

E come ti avevo accennato tempo qualche post fa sarà un anno tosto. Tostissimo direi.

La monella frenquenterà la quarta elementare (o scuola primaria che dir si voglia) e avrà il suo bell'impegno perchè ovviamente si farà sempre più sul serio: ha concluso la terza con una bella pagella e con un programma svolto quasi in pari con quello della classe (anzi: in alcune materie proprio in pari), recuperando gran parte del dislivello che c'era nei primi due anni. 

Ma quest'anno sarà più pesante, compiti più impegnativi e meno ore di sostegno (da 22 a 15) per  vari motivi, burocratici e non, che è lungo spiegare, però almeno la sua insegnante sarà la stessa degli anni precedenti che ormai la conosce perfettamente e sa come prenderla e come farla lavorare.

La vera incognita, comunque, è il monello. 

Te l'ho preannunciato: dopo lunghi ragionamenti e consultazioni tra me e mio marito, con le maestre dell'asilo, con lo staff del centro di riabilitazione e con un altro medico di grande esperienza, abbiamo deciso di non far fermare il monello un anno in più all'asilo e di iscriverlo alla scuola primaria regolarmente.

Un bella sfida. Ma probabilmente è di questo che lui ha bisogno, per cercare di smuovere le acque e di fargli fare un salto di maturità passando in un ambiente in cui essere stimolato e in cui mettere meglio possibile a frutto le capacità che ha. Capacità che sono magari ben nascoste...ma dovranno venir fuori perchè se no resteremo a un punto fermo.

Una bella sfida per la maestra di sostegno che gli è stata assegnata (stamattina!) e che per fortuna già conosco da anni perchè è la coordinatrice delle insegnanti di sostegno della scuola e so che è preparata e si impegna nel suo lavoro. 

Una bella sfida perchè il monello non parla, tranne poche sillabe slegate e a volte la parola "mamma" ma detta sotto sforzo. Perchè pur essendo ridotta l'iperattività è difficile frenarlo e tenerlo seduto. Perchè i tempi di attenzione sono ancora brevi. Perchè non vuole prendere in mano neppure a pregarlo penne, matite o simili. Perchè solo da questa estate siamo riusciti ad avviare lo spannolinamento (e ancora siamo in un periodo di transizione). 

E già questo basterebbe a dare un'idea delle difficoltà da affrontare.

Ma il monello non sarà solo. Al suo fianco domani mattina entreranno in classe alcuni dei suoi compagnetti e compagnette di asilo che più lo hanno aiutato e che più gli sono stati vicino e gli hanno dimostrato affetto e simpatia durante gli scorsi tre anni. Bambini e bambine che hanno aspettato e sperato un'intera estate di essere messi in calsse con lui, non scherzo Lilli! Le loro mamme mi hanno detto che desideravano proprio questo, per continuare a stargli vicino.

Ieri quando c'è stata la riunione a scuola per conoscere le assegnazioni delle quattro prime classi e le relative insegnati, devi credermi mi sono commossa nel vedere la gioia di queste mamme e di una delle bimbe che era presente  quando hanno scoperto che il loro desiderio era diventato realtà.

Hanno davvero importanza i compagni di scuola che uno si ritrova, è certo. Ed è bello per me immaginare che magari il monello crescerà con loro e che un giorno da grande potrà ancora contare sulla loro amicizia!

Spero che lui e la monella avranno la fortuna che ho avuto io, Lilli. 

Io, che a 24 anni dall'esame di maturità, la sera del 7 settembre scorso sono entrata in una pizzeria del paese dove abito, in compagnia di mio marito, dei monelli, dei miei cognati col nipotino e di mia suocera giusto per non far passare inosservata la ricorrenza del mio 43° compleanno, tutta tranquilla...e di fronte alla porta d'ingresso ho trovato una grande tavolata festante che mi ha accolto cantando "Tanti auguri a te!" 

Sette dei miei ex compagni di liceo (ricordi? te ne ho parlato qui e qui), accompagnati in parte da coniugi e figli, erano lì per festeggiarmi e mi hanno fatto una sorpresa meravigliosa (con la complicità del mio amato maritino e anche di mio cognato, ho poi scoperto) che mi ha lasciato come in trance per alcuni secondi, il tempo di mettere a fuoco le facce e capire cosa stava succedendo!

Giuro che non immaginavo nulla di simile, li avevo sentiti in giornata tramite whatsapp e mi avevano fatto gli auguri come se niente fosse....malandrini che non sono altro ;-) :-)

E oltre ad un bel regalo anche una torta gigante mi hanno fatto trovare! Mi sono emozionata che non ti dico...

Si: certi legami possono durare nel tempo, al di là degli anni in cui magari ci si persi un pò di vista, delle distanze, delle vite più o meno frenetiche, degli impegni diversi.

Che quest'anno scolastico, dunque, sia tosto ma fruttuoso, Lilli. E che i miei monelli possano intessere legami importanti, pur con tutto ciò che comporta il loro disturbo e i limiti che impone loro. Un passetto dopo l'altro, anche grazie agli amici giusti, possono maturare sempre più.

Buona scuola tesori miei!


18 commenti:

  1. Allora tanti auguri posticipati! E anche se non sapevo del tuo compleanno e non c'ero in pizzeria, sai che telepaticamente ero con te... ;)
    Sono davvero felice per la sorpresa che ti hanno fatto e per la gioia che hai provato. Te la meriti tutta (e sai che dietro questa frase fatta c'è tanto affetto)

    Immagino quanto sia stata dura la decisione di mandare il monello alla primaria. Se da un lato lo sprone deve esservi parso a questo punto indispensabile, certo la preoccupazione di inserirlo in un contesto per il quale potrebbe non essere ancora pronto non deve avervi fatti dormire la notte. Io credo che, per quanto ci si possa ragionare, la scelta giusta non sarà mai chiara a priori: allora uno chiude gli occhi e ascolta il cuore. Ed esegue, nell'auspicio che il cuore sappia ciò che la mente non può capire.

    Forse filosofeggio, ma tu sai che il ragionamento si estende anche al nostro monellino, anch'egli al suo debutto scolastico. Proprio ieri, tutti i suoi compagnetti di classe piangevano, al punto che gli insegnanti sono stati costretti a restituirli alle mamme. Lui era l'unico che non piangeva. E quando l'hanno riportato alla mamma, qualche minuto dopo, lui è tornato verso la classe e si è fermato a fissare la porta chiusa: c'è rimasto male che l'hanno "cacciato"... xD

    Un abbraccio a tutti e 4 e speriamo che sia un buon anno scolastico per i nostri eroi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissimo, grazie!

      Altro che filosofeggiare, hai centrato la questione davvero.

      Ti ho scritto un'email nel frattempo...e son contenta per il monellino della vostra famiglia :-)

      Abbraccione!

      Elimina
  2. Auguri a te, cara Maris,che lotti e ami, soffri e speri tutto il bene per i tuoi figli.
    E auguri a loro perché possano trafficare i talenti speciali che il Signore gli ha dato.
    #sieteunasquadrafortissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille...anzi duemila!!
      La squadra fortissima ė felice di avere tifosi affezionati e scatenati come te, carissima Calo :-)))
      Un bacio grande!

      Elimina
  3. Tanti auguri cara Maris! Questo post è bellissimo perchè trasuda amore per i tuoi monelli, consapevolezza delle loro capacità ma anche dei loro limiti, fiducia in loro e nella scuola, con gli insegnanti che vi sono stati assegnati e, soprattutto, affetto per i tuoi amici e per quelli del monello! Credo che il tuo bimbo sia molto fortunato ad aver trovato compagni così ma sono anche sicura che se li sia guadagnati!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie davvero di cuore per questo tuo commento...è importante per me condividere queste emozioni e questi pensieri e sapere che c'è chi lo apprezza e segue me e i monelli nel nostro percorso ė bellissimo!

      Elimina
  4. Buon anno scolastico ai monellini ed un intenso augurio agli stupendi genitori per un percorso sempre meno difficile da affrontare.
    Tutti abbracciati da robi e lina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Robi, l'augurio tuo e di Lina non poteva mancare ed è graditissimo come sempre!
      Vi abbracciamo anche noi con affetto grande!

      Elimina
  5. ciao cara amica, ecco un post che aspettavo tanto di leggere...l'inizio della scuola dei tuoi monelli
    la piccola signorina ha fatto tanti progressi e vedrai che la quarta la aiuterà a crescere e riuscirà a pareggiare con gli altri compagni...
    il piccolo monello ti regalerà piccole ma grandi soddisfazioni, tu e tuo marito avete dimostrato che credete in lui e in tutti quei piccoli e importanti traguardi che raggiungerà
    non sarà facile per lui, ma una cosa importantissima è già accaduta...lui ha saputo diventare un amico per una sua compagna...sai che ti dico...non è facile per i bambini come il monello fare amicizia... i bambini spesso (colpa anche dei genitori) tendono a non giocare con loro... ma dalla mia esperienza personale so che un bambino speciale sta meglio se riesce a legare con un compagno e questo fa bene sia al tuo monello sia a quella compagna ...non avere paura delle diversità è un traguardo importante per ogni bambino...vedrai che ti regalerà tante belle sorprese e tu ti sentirai sempre più orgogliosa di lui...perchè noi mamme siamo così...
    e poi sono stra felice che tu abbia trascorso il tuo compleanno così...circondata da amici
    Maris, sei una donna speciale, sensibile, forte e una mamma da ammirare fortunati quelli che ti sono accanto
    Io sono lontana ma ti possano arrivare i miei auguri come se te li facessi di persona, accompagnati da un caloroso abbraccio
    un bacio VAleria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei come sempre un tesoro, Valeria, e ti ringrazio perchè il tuo sostegno è importante anche se non ci conosciamo di persona!
      Lo sai che io anche ho una stima grande per te e che sono contenta che la vita, tramite il mondo dei blog, ci ha fatto incotrare :-)
      Speriamo davvero per il meglio per i miei monelli, ma un bacione speciale e un augurio di ogni bene va anche ai tuoi figlioli....che sia dunque un anno bello e importante per tutti loro e che noi mamme possiamo gioire per i loro piccoli-grandi traguardi.
      Ti abbraccio!

      Elimina
  6. Buon anno scolastico ai tuoi monelli cara, ti abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Speedy! Grazie mille, sarà un anno impegnativo ma speriamo anche fruttuoso come dicevo nel post!
      Tanti baci :-)

      Elimina
  7. Che bello rileggerti Maris, era da tanto che non passavo di qui. Spero tanto che sarà un anno scolastico tosto ma ricco di grandi soddisfazioni e traguardi raggiunti, un abbraccio. Claudia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima! Sono contenta anche io di rileggerti qui da me :-)
      Grazie mille, un bacione!

      Elimina
  8. È bello sapere che il tuo monello è tanto amato.
    Da cell. Riesco a commentare ed eccomi qui.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, io sono felice per questo, perchè non è che i problemi e le difficoltà spariscono ma di certo è un pò più semplice affrontarli!
      Grazie cara, un bacio.

      Elimina

GRAZIE DEL TUO COMMENTO, TORNA A TROVARMI :-)