AVVISO AI LETTORI:

AVVISO AI VISITATORI: Questo blog è "migrato" da Myblog a Blogger il 1° ottobre 2012. Ho trasferito una parte dei vecchi post in questa nuova "sede", ma chi volesse saperne di più di me, di Lilli e del nostro "passato" può andare a dare un'occhiata QUI

martedì 10 luglio 2018

Gentilezza

Cara Lilli, 

questo pomeriggio al centro di riabilitazione dove i monelli fanno le loro terapie mi sono intrattenuta a parlare in sala d'attesa con il papà di un'altra bambina che conosco da alcuni anni ormai. 

Ad un certo punto è entrata una signora che cercava qualcuno dell'amministrazione per lasciare un documento e io mi sono alzata e le ho detto che l'impiegata di turno oggi era andata via proprio da poco e che purtroppo prima di domani mattina non ci sarebbe stato nessun altro in ufficio.

Quando è uscita questa persona, il papà con cui stavo chiacchierando mi ha detto : "Io non lo so come fai, sei sempre così gentile con tutti!"

Gli ho risposto che non ho fatto nulla di che, ho solo detto due parole a quella signora per spiegarle che doveva tornare domani. 

Ma lui ha ribadito: "Non è per quello che hai detto. E' per come lo hai detto. E per come ti vedo sempre dire le cose a chiunque, che siano cose futili o importanti. Non tutti sono così gentili come te".

Questo della gentilezza è un complimento che mi viene fatto spesso, Lilli. E non solo da chi mi conosce più o meno bene, ma anche proprio da chi non mi conosce affatto e si trova per qualche motivo ad avere a che fare con me. 

Mi domandavo, allora, tornando a casa dal centro: come mai in tanti sentono la necessità o comunque hanno piacere di sottolineare che io sono gentile? 

La gentilezza è una cosa così rara oggi, forse?

41 commenti:

  1. Cara Maris, ho letto con piacere, ciò che è successo, credo che alla fine di tutta la discussione, tu ti sarai sicuramente sentita orgogliosa!!!
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Tomaso, davvero mi ha fatto piacere il complimento che questa persona mi ha fatto. Io cerco di essere semplicemente me stessa e sono contenta che venga apprezzato.
      Un abbraccio!

      Elimina
  2. Sì Maris, è una dote rarissima.
    E anch'io mi ero accorta che tu lo sei molto.
    In ogni caso, c'era da aspettarselo, poiché gentilezza e sensibilità vanno a braccetto. 😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, Claudia.
      Anche se in verità non so quanto merito vero e proprio io abbia... Questo è il solo modo di pormi che conosco e che mi viene naturale!
      Un bacio.

      Elimina
  3. Per prima cosa, non mi stupisco affatto di quanto ti ha detto il papà della bambina.
    Tu hai proprio inserito "on" sul tasto della gentilezza nel Dna.
    Ormai è un bene raro.
    C'è una tale rabbia soffocata nella gente che, si sente in giro solo un ringhiare assordante.
    Non so se è la vita che conduciamo o quello che subiamo, che vediamo e leggiamo.
    Di sicuro stiamo accumulando odio.
    Io non sono gentile con tutti, lo ammetto.
    Sono stata una persona estremamente gentile, per moltissimi anni.
    Fino a quando non ho compreso che bisogna distinguere e a volte, ripagare con la stessa moneta le persone che non meritano.
    Altrimenti ti fagocitano.
    In linea di massima è una regola, ma se non la si applica con me o se la si interpreta come segno di debolezza ( e avviene spessissimo in generale) divento una iena.
    Buona serata carissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mari carissima, guarda qui con quanto ritardo rispondo ai commenti qui... Aspetto da ieri il momento giusto e calmo per commentare a mia volta da te.
      Grazie davvero per le tue parole riguardo alla gentilezza: grazie non solo perchè mi riconosci un bene raro, ma anche perchè mi fai riflettere su come sia necessario osservare e comprendere quando c'è bisogno di una giusta forza nel controbattere a chi non si comporta allo stesso modo con me.
      Nella mia vita ho avuto delle delusioni in tal senso, naturalmente. Ma la strada per arrivare ad essere anche un pò più spigolosa all'occorrenza, magari quando è per il bene non solo mio ma soprattutto di chi mi è caro, è ancora lunga. Di certo non si tratta di stravolgere la mia natura (anche perchè sarebbe impossibile e neppure lo desidero) ma di maturare ancora e rendere più "significativa" probabilmente anche la dote stessa della gentilezza.
      Va bè... mi sto un pò incartando. Ma spero di aver reso l'idea di ciò che intendo.
      Un abbraccio forte.

      Elimina
  4. E' vero, la gentilezza oggi è un valore che spesso è perduto. Ma nota di merito anche per chi è gentil nel riconoscere la gentilezza altrui :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Ricky. Ed hai ragione: è bello che ci sia chi riconosce la gentilezza altrui, perchè neppure questo è scontato.
      Ciao :)

      Elimina
  5. Probabilmente sì... è rara perché siamo in un mondo sempre più veloce, non ci fermiamo un secondo...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, appunto. Forse è tutta questa sorta di frenesia che rende le persone anche più distaccate e concentrate su se stesse. E se non si è già per indole portati alla gentilezza e all'attenzione per il prossimo di certo è difficile che lo si diventi vivendo in questo "vortice".
      Un salutone, Miki :)

      Elimina
  6. Come ha detto bene quel papà la differenza nelle cose è il come le si fanno. “Tutti” siamo genitori, ma c’è mamma e mamma, lo sappiamo. “Tutti” siamo mogli, mariti, compagni, compagne ma la dedizione, l’amore che si mettono in gioco fanno la differenza nel rapporto e così via. La gentilzza dovrebbe essere di casa ovunque e, invece, soprattutto oggigiorno, è quasi sparita in ogni dove e quindi evviva la gentilezza e chi la esercita e tu lo fai, eccome. Ciao Maris e buona serata.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio così: il "come" fa la differenza. In tutte le cose.
      Io forse ho avuto un esempio luminoso nei miei genitori, cosa che si è sommata ad una mia indole naturale. Ma di sicuro non potrei essere diversa da come sono. Vorrei solo che in tanti capissero che basta poco, a volte, per fare quella differenza di cui sopra.
      Un bacione, Sinforosa, e grazie!

      Elimina
  7. Purtroppo si, la gentilezza è diventata una merce rarissima oggi. Avendo a che fare spesso col pubblico per via dei vari lavori che ho fatto te lo posso confermare. Quindi: rimani come sei abbiamo bisogno di gente come te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono davvero contenta delle tue parole, Nick. Grazie!
      Difficilmente cambierò, posso assicurartelo :) Solo potrò maturare ancora, cosa che è sempre necessaria anche quando si è adulti e vaccinati da un pò, ormai ;)

      Elimina
  8. Sì lo è soprattutto se la si riesce a mostrare anche nei momenti di maggiore stress e nervosismo. Hai una bella dote.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio tanto, Daniele, anche se come dicevo anche in altre risposte non so quanto io possa farmene un reale merito, perchè davvero io faccio solo quello che mi viene spontaneo e come mi viene spontaneo fare...
      Un caro saluto :)

      Elimina
  9. Cara Maris,
    vedi le persone sono troppo abituate a lottare, o a sentirsi ferire o a rispondere sgarbatamente ... non sempre per cattiveria, ma perchè questo è l'unico modo che hanno per comunicare; anche a me piace essere gentile e chi mi conosce lo sa, per questo capisco che tu sia una perla rara da ammirare in questa società! la gentilezza dovrebbe riconquistare il mondo e tu sei bella proprio così come sei. Serena Giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Stella. Credo dalle tue parole che tu comprenda (perchè lo sperimenti tu stessa) come mi senta io quotidianamente quando vedo intorno a me la maggioranza delle persone con un fare così diverso dal mio e mi domando come sia possibile non capire che la gentilezza è una cosa che può essere così semplice se la si fa diventare la propria normalità!
      Buona serata, ciao!

      Elimina
  10. Si cara Maris, la gentilezza è una cosa rara...Al giorno d'oggi sono poche le persone che incontri e che manifestano un gesto di gentilezza... Quando penso a te ho sempre avuto l'immagine che tu fossi una donna gentile. UN bacione a te e ai monelli Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto sei cara, Valeria! Anche io da quando ti ho conosciuta sul web non ho mai avuto dubbi su come tu fossi: una persona sensibile e gentile, ecco.
      Questo ci fa sentire vicine e ne sono contenta :)
      Un abbraccio!

      Elimina
  11. Risposte
    1. Thank you. I will come to see your blog!

      Elimina
  12. Sì Maris, la gentilezza è rara, aiutarsi in piccole cose è raro, anche quando ci si vede in difficoltà, molto spesso si fa finta di nulla. Brutto purtroppo ma spero che tu come altre persone siate da esempio. Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come sarei felice, Pier, se la gentilezza potesse essere... contagiosa! Io cerco di fare la mia parte, anche perchè è il solo modo in cui so pormi davanti agli altri.
      Grazie, carissimo. Un bacione!

      Elimina
  13. Risposte
    1. E la cosa mi intristisce molto :(
      Ma non per questo smetterò di essere come sono, anzi! ;)

      Elimina
  14. Come ti ha detto il papà, non è tanto raro che qualcuno ti risponda o ti "aiuti" se chiedi qualcosa ma in effetti è raro che ti si rivolga anche un sorriso e un tono di voce cordiale. E' come se si fosse sempre sul chi va là, se costasse fatica ridere, pronunciare una parola in più. La ragione non la conosco ma ho anch'io questa percezione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, Serena: hai detto una cosa vera anche parlando del sorriso. Io sorrido molto e questo viene sempre notato. Sarà anche perchè anche il sorriso non è cosa che si vede molto in giro, specie se del tutto gratuito e spontaneo.
      Un bacione, ciao!

      Elimina
  15. Sì purtroppo la gentilezza è cosa rara, oggi, al pari dell'educazione e dell'onestà.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bel trittico di cose importanti, senza dubbio. E che scarseggiano davvero :(
      Un abbraccio a te.

      Elimina
  16. Merce rara, la gentilezza... Tu che ne hai il dono, fanne tesoro e fattene distributore!
    Baciuzzi siculi a tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Calo carissima, solo tu potevi creare un'immagine così deliziosa... Sarò davvero felice di essere un "distributore di gentilezza", amica mia :)
      Baci baci baci!!!

      Elimina
  17. oggi la gentilezza viene vista come qualcosa di "stucchevole",di melenso e viene interpretato come "ipocrisia"..
    non è da tutti mostrarsi semplicemente per quello che si è.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuta!
      Il tuo nickname così particolare l'avevo già notato in giro tra blog amici che abbiamo in comune e sono felice che tu abbia preso l'iniziativa di passare qui da me. Io in questo periodo sono un pò latitante tra caldo, pressione bassa, i miei bimbi più tempo a casa... ma non mancherò di venire a farti visita a mia volta :)

      Purtroppo c'è chi interpreta come tu dici la gentilezza e il modo cordiale di porsi, ma per mia fortuna ho anche sperimentato come spesso un gesto semplice, un sorriso gratuito e sincero, una parola gentile lasciano un segno positivo perché sorprendono un pò, calati in questo mondo sempre di corsa e che sempre più guarda alla ricerca dell'interesse personale.

      Un caro saluto, a presto :)

      Elimina
    2. Allora ti aspetto!!
      il mio nick viene da una poesia di
      Cecco Angiolieri..
      che più per un periodo passato rispecchiava appieno i bollori della mia "rabbia"..

      Elimina
  18. Alla tua gentilezza innata, aggiungo anche la dolcezza che traspira da tutto ciò che ci racconti.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso che essere felice di quello che mi scrivi, Cristiana... grazie!
      Desidero da quando l'ho aperto (ormai più di 8 anni fa) che questo blog sia come casa mia e perciò cerco di fare in modo che arrivi un pò di me e di come sono io a chi mi legge.
      Buona domenica!

      Elimina
  19. Mia mamma era una persona gentile con tutti e per tutti aveva sempre un sorriso e una buona parola. Ricordo che una volta, avrò avuto otto anni ho avuto uno scatto d'ira verso una signora che si lamentava sempre di noi bambini che giocavamo in cortile. Mia mamma non mi ha rimproverata ma vedere nei suoi occhi il dolore che quel mio gesto le aveva provocato mi ha fatto più male di una sberla. Dal quel giorno ho sempre cercato di essere gentile e voglio che anche Sole impari ad essere gentile, perché essere gentili non costa nulla ma può fare stare bene gli altri.
    Un abbraccio a te e ai monelli :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho capito ciò che dici, Amanda, e come tu ti sia sentita in quella circostanza. L'esempio quotidiano della gentilezza della tua mamma più quell'episodio in particolare ti hanno fatto diventare quella che sei adesso e ti stanno orientando anche ad educare così, alla gentilezza, la piccola Sole.

      Baci baci a voi :-)

      Elimina
  20. Ebbene sì, la gentilezza è davvero cosa rara! A me ad esempio hanno sempre detto che sono troppo gentile e per questo capita che non mi si rispetti. Ma io penso che sia meglio peccare di eccessiva gentilezza che di maleducazione e menefreghismo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente, Luna. Anche io la penso così :)
      L'essere gentile è nella mia natura.
      Certo, quando c'è da essere chairi o mettere dei puntini sulle "i" necessari lo si deve fare e basta. Ma anche in quel caso si può avere modo e modo di fare e dire, senza trascendere. Io almeno faccio sempre così :)

      Elimina

GRAZIE DEL TUO COMMENTO, TORNA A TROVARMI :-)