AVVISO AI LETTORI:

AVVISO AI VISITATORI: Questo blog è "migrato" da Myblog a Blogger il 1° ottobre 2012. Ho trasferito una parte dei vecchi post in questa nuova "sede", ma chi volesse saperne di più di me, di Lilli e del nostro "passato" può andare a dare un'occhiata QUI

mercoledì 20 giugno 2018

La più grande "mela" della Terra

Cara Lilli,

se casomai ti stessi domandando chi sia la "mela" del titolo... sappi che sono io.

Perchè "Mela" è il soprannome che mi ha dato mio fratello, più grande di me di quasi 6 anni, fin da quando ero bambina.

Oggi è vero che tutta l'attenzione è catalizzata sull'inizio degli esami di maturità, ma io invece mi sono ritrovata a ripensare agli esami di terza media perchè stamattina la figlia di una mia carissima cugina ha sostenuto l'orale proprio della licenza media. E mi è tornato in mente un particolare del mio esame. 

Sono corsa a rovistare nei miei ricordi, tra quaderni, diari segreti, diari scolastici, lettere e cartoline. Quelli che quando mi sono sposata mi sono portata dietro per non separarmene mai.

E l'ho trovata. 



La busta rossa un pò sbiadita dal tempo (sono passati pur sempre 31 anni, eh!) con su la scritta : ALLA PIU' GRANDE MELA DELLA TERRA!!!

La mattina del mio esame orale di terza media, il 17 giugno 1987, mi svegliai e quasi mi prese un colpo perchè nella penombra intravidi qualcosa che penzolava sopra il mio letto: era questa busta rossa, attaccata con dello scotch (che si può vedere pure nella foto) ad un filo legato e teso tra la maniglia della finestra alla destra del letto e un pomello dell'armadio alla sinistra sempre del letto.

Il mio fratellone mi aveva fatto una sorpresa, posizionando tutto questo armamentario di notte, mentre io dormivo (tipo ninja... perchè lo fece senza farmi svegliare!), con lo scopo di dirmi IN BOCCA AL LUPO per il mio esame.

Mi scrisse che era ammirato di come io fossi calma, mentre lui a suo tempo era stato agitatissimo, ma aggiunse anche che la differenza tra noi era che io sapevo di avere studiato bene e di avere ottimi voti già nei tre anni di scuola media, mentre lui come al solito aveva studiato solo il minimo indispensabile e si sentiva impreparato.

Mi scrisse che gli sembrava il giorno prima che ero nata e che invece in quei giorni mi guardava e mi vedeva già quasi quattordicenne e non se ne capacitava.

Mi scrisse anche di ricordarmi che tra quelli che mi volevano bene in graduatoria, dopo mamma e papà, c'era lui.

Capirai, Lilli, che fu un piccolo-grande dono che apprezzai moltissimo. Una di quelle cose che ti restano nel cuore per sempre.

E il fatto che io abbia conservato gelosamente quella lettera fino ad oggi lo dimostra :)



PS: i monelli oggi hanno ritirato le loro pagelle... ma di questo e di altre cose belle ti scriverò in un post a parte ;)

PS 2: mi scuso tanto se non riesco ad essere presente come vorrei su tutti i miei blog amici in questo periodo, ma sono giorni particolari, come sempre ogni anno quando finisce la scuola e orari e abitudini quotidiane vengono un pò stravolti... ma conto di passare qua e là ogni volta che potrò!

27 commenti:

  1. È un tenerissimo ricordo, che bello. Un abbraccio e buona notte.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' uno dei più teneri e belli che conservo in cuore, in effetti. Anche perchè fu una sopresa sul serio, chi se lo aspettava!
      Un abbraccio, ciao Sinforosa.

      Elimina
  2. Cara Maris, con i tuoi semplici post ci dicono di ritornare!!!
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e iûn sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei davvero gentile, Tomaso, grazie!
      Buon weekend che sta iniziando, un abbraccio :)

      Elimina
  3. Ciao ... Mela ... : ) Che terezza e quanto , quanto affetto ... bellissimo tutto quello che ho letto
    Sai , anch'io ho un fratello che però ha 11 anni meno di me ... ora è un uomo e ha la sua famiglia , ma tra me e lui c'è un'intesa particolare , un affetto speciale che ci lega da sempre
    Ciao Maris , un grande abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Marinetta, allora anche se a parti invertite (tu la maggiore e lui il minore, mentre per me e mio fratello è il contrario) puoi comprendere che intesa particolare ci sia!
      E' una cosa bella :)
      Un bacione, ciao!

      Elimina
  4. che bello avere un fratello con la quale si ha un legame così stretto! Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì! E da ciò che hai sempre raccontato tu anche tra i tuoi figli c'è questo grande affetto, vero?
      E' una cosa preziosa!
      Bacioni, cara Valeria.

      Elimina
  5. Un bel ricordo, senza dubbio!
    Ma come mai "Mela"?
    È molto carino :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un ricordo tra i più belli che ho.
      Ma sai che a tutt'oggi mio fratello non mi ha mai saputo dire perchè gli sia venuto in mente di chiamarmi "Mela"? Gli sembrava un nomignolo simpatico e così... :-)

      Elimina
  6. Con basi tanto amorevoli, immagino che nulla sia cambiato tra voi.
    Grazie per aver trovato un momento per commentare un mio post.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagini bene, Cristiana: siamo sempre molto legati, ancora di più, anzi, da quando non ci sono più i nostri genitori.
      Come dicevo, sarò sempre contenta di passare da te e dagli altri amici di blog pur se magari non con la frequenza che vorrei.
      Un abbraccio.

      Elimina
  7. Un bellissimo post cara Maris. Nemmeno io sono molto presente.... abbiamo dovuto rifare la stanza di mio figlio, operai in giro, mai una fine!!! Mi fa piacere leggere che non sono la sola a salvare vecchie lettere, diari dal 1975, cartoline, vecchi ricordi.... Un abbraccio a te e un bacino ai ragazzi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mia cara Ale, ciao! L'importante è che nonostante le cose da fare e che ci girano intorno siano un sacco, ogni tanto si trovi il tempo per una pausa e per un pò di relax, dai :)
      Io conservo tutto, praticamente, fin da quando ero piccola!! Sono troppo affezionata ai miei ricordi, specie quelli cartacei.
      Tanti baci.

      Elimina
    2. Anch'io sono come te..... grazie per la tua visita. Un grande e affettuoso abbraccio. ♥

      Elimina
  8. Che bello scoprire di avere per amica di blog la più grande mela della terra!! ^_^
    Ed é altrettanto bello scoprire che scriversi tra fratelli ê un piccolo rituale che ancora resiste!! Io e mio fratello lo facciamo spesso... ad esempio per domani che é il suo 40° compleanno ho in serbo una sorpresa coi fiocchi e controfiocchi con lettera allegata! ^_^
    Buona serata e abbacio per 4!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheheh... Visto? Non si finisce mai di scoprire cose nuove :D
      Io e mio fratello ci siamo scritti molte altre volte, lo facciamo anche adesso se c'è qualche occasione particolare.Il fatto che lo facciate anche tu e tuo fratello mi piace :-)
      E a proposito...AUGURI al neo-quarantenne!! Sarà stata una sorpresa bellissima quella che hai organizzato per lui.
      Un forte abbraccio, ciao!

      Elimina
  9. Wao, e non è così scontato a quell'età lì essere così gentili tra fratelli... avete recuperato in seguito, con le liti, per eredità o altro? XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so, Miki, che non è facile che ci sia questo tipo di rapporto quando si è ragazzi! Per questo sono molto gelosa di questo e di altri ricordi simili: perchè ne capisco il valore :)
      Ma ceeeerto ci siamo anche fatti le nostre belle discussioni nell'arco della nostra vita da fratello e sorella ;) solo che poi ha sempre prevalso l'affetto :)))

      Elimina
  10. Ahahah la graduatoria degli affetti.
    Allora cara Mela, quando mi ha fatto sorridere leggere il tuo post.
    Ho pensato che io, essendo la primogenita ho sperimentato tutto per prima, ma non ricordo di avere fatto mai una cosa così carina come scrivere una lettera per confortare e rassicurare qualcuno dei miei fratelli.
    Mela perché metà di qualcun altro? O perché avevi una passione smodata per la frutta?
    Ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già: lui ci teneva a sottolineare che in graduatoria era secondo solo ai nostri genitori!!! ;) :)
      Mari, sono certa che anche tu da sorella maggiore sarai stata bravissima e affettuosa... magari non avrai scritto una lettera del genere, ma avrai fatto altre cose belle. Voi primogeiti sapete sempre come "coccolare" noi piccoli della famiglia :)
      Se ancora oggi chiedo a mio fratello il perchè del soprannome "Mela" lui non sa darmi spiegazioni... fu una cosa nata così, perchè gli piaceva come suonava.
      Ti abbraccio anche io, buona serata!

      Elimina
  11. Un dolcissimo ricordo che ti ringrazio di aver condiviso con noi. Tranquilla passa quando puoi :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La bellezza della condivisione per me è vedere che ci sono i miei amici di blog che leggono volentieri e apprezzano queste piccole cose, che poi hanno un grande valore affettivo ovviamente :-)
      Grazie e un carissimo saluto, Daniele.

      Elimina
  12. Sì, in genere le sorelle sono più preparate dei fratelli... :D

    Io l'unica cosa che ricordo degli esami di terza media sono i collegamenti! Sti cavolo di collegamenti! Però era un buon sistema per evitare di studiare tutti i programmi di tutte le materie: bastava sceglierne uno per parte che fosse "collegabile" con gli altri... Oggi fanno lo stesso? Tu come hai fatto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, me lo confermi quindi! :D
      Oggi so che quasi sempre fanno le tesine scritte, che poi sono un'evoluzione dei collegamenti ;) e ne discutono poi in sede di esame orale. La figlia di una mia cugina pochi giorni fa ha anche mostrato una presentazione in PowerPoint... La scuola ormai è tecnologica !!
      Io no, i collegamenti veri e propri non li feci. Studiai tutto O_O... Ma avevo per ogni materia un argomento preparato bene se mi avessero chiesto qualcosa a piacere (cosa che non fecero...).
      Vedremo tra tre anni con la monella ;)

      Elimina

GRAZIE DEL TUO COMMENTO, TORNA A TROVARMI :-)