AVVISO AI LETTORI:

AVVISO AI VISITATORI: Questo blog è "migrato" da Myblog a Blogger il 1° ottobre 2012. Ho trasferito una parte dei vecchi post in questa nuova "sede", ma chi volesse saperne di più di me, di Lilli e del nostro "passato" può andare a dare un'occhiata QUI

venerdì 20 settembre 2013

I venerdì del libro (146°): IL BAMBINO SEGRETO

Cara Lilli,

sono un pò di fretta questo venerdì ma ci tengo a scriverti qualcosa anche brevemente per partecipare all'iniziativa di HomeMadeMamma.

Non molto tempo fa ho letto il quarto e il quinto romanzo di Camilla Lackberg: de L'uccello del malaugurio ti ho già parlato qui, adesso mi resta da darti il mio parere su IL BAMBINO SEGRETO.

Questa lettura mi è piaciuta molto e mi ha coinvolto di più rispetto al romanzo precedente.

Lo stile della Lackberg è riconoscibilissimo, si sa, specie per il suo far affondare in eventi persi nel tempo le radici di delitti attuali, e dunque non è stato questo l'elemento determinante del il mio maggior gradimento.

Piuttosto direi che è proprio la storia in sè ad avermi preso fin dalle prime battute, con Erica Falck (protagonista anche dei precedenti romanzi) che deve stavolta fare i conti con una verità nascosta che la riguarda personalmente, avendo ritrovato in soffitta un vecchio baule pieno di oggetti appartenuti a sua madre (morta anni prima in un incidente stradale). 

Oltre a dei diari segreti di cui ignorava l'esistenza, Erica ritrova una medaglia dell'epoca nazista avvolta in una camicina da neonato sporca di sangue. 

Da qui parte la sua indagine personale, che si lega fin da subito a quella ufficiale della polizia sulla morte di un anziano professore esperto di storia nazista.

Un racconto svolto come d'abitudine su due piani temporali, quello del presente e quello del passato, a capitoli alterni, per arrivare ad una conclusione non banale, ben scritta e a suo modo emozionante.

Un buon giallo, a mio avviso il migliore di questa autrice svedese tra i cinque che ho letto finora (mi sembra che lei sia arrivata nel frattempo a quota otto della serie).


Il bambino segreto


I venerdì del libro di oggi su altri blog li trovi QUI


32 commenti:

  1. AVVISO!

    Maris, ti ricordo che appena dopo la mezzanotte sarà online il gioco finale del MozConcorso!^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahimè...sono arrivata tardi, solo stamattina alle 9 :-(
      Pazienza!!
      Però complimenti a te per la passione e la fantasia profuse in questo Mozconcorso :-)

      Elimina
  2. Cara Maris, i tuoi racconti sono sempre molto interessanti.
    Ci si vincola e si cerca di rivivere quel simpatico racconto.
    Ciao e buon fine settimana cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon fine settimana anche a te, Tomaso.
      Con affetto ti abbraccio!

      Elimina
  3. Risposte
    1. Non c'è di che, carissima Moky ;-)

      Elimina
  4. Com'è che mi viene voglia di leggere praticamente tutti i libri che recensisci tu?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie :-) lo trovo un bellissimo complimento!!

      Elimina
  5. "Il nonno non segreto" augura un buon fine settimana a tutti. robi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E noi ricambiamo l'augurio con affetto, caro "nonno non segreto" :-)))

      Elimina
  6. Risposte
    1. Lo è, Gianna. O almeno lo è per chi ama il genere giallo ;-)

      Elimina
  7. cara amica è sempre bello leggerti,tu sai che io non leggo molto o quasi nulla, ma i tuoi racconti in breve e le tue recensioni sui libri mi rapiscono sempre,quasi mi viene voglia di rimettermi a leggere anche se purtroppo il tempo a mia disposizione è sempre meno con il bimbo piccolo,adoro le tue scritture e ti seguirò sempre con piacere,la trama di questo libro è molto bella e misteriosa,però siccome a mia madre piacciono i gialli glielo segnalerò sicuramente,un bacione grandeeeeee ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, cara!! Mi fa piacere almeno se lo consigli alla tua mamma, così se non puoi seguire tu i miei consigli di lettura lo farà qualcun altro della tua famiglia ;-)
      Buonissimo fine settimana, un bacio!!!

      Elimina
  8. Ciao Maris.
    E' da un pò che non passavo a salutarti.
    Trovo come sempre le tue recensioni invitanti e stimolanti.
    Buon fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bentornata da queste parti, Mammozza :-)
      Grazie, anche io leggo volentieri i tuoi post del VdL.
      Ciao, un buon weekend anche a te!

      Elimina
  9. Mi sono un po' documentata sul tuo consiglio di lettura e ho trovato molto interessante leggere che una delle tematiche che la Läckberg intreccia abilmente tra presente e passato è il personaggio della donna poliziotto Paula, cilena immigrata in fuga dalla dittatura, rivincita su ciò che il nazismo ha rappresentato: tirannide, ossessiva difesa della purezza della razza e accanimento contro gli omosessuali.
    E questo tuo libro mi offre lo spunto per il prossimo venerdì del Libro trattando di un breve romanzo che, pur se in diversa maniera per temi e genere, mette accento sulle discriminazini
    buona settimana
    simonetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, il personaggio di Paula è nuovo e porta con sè una tematica importante. Vedremo nei porssimi libri come e se verrà sviluppata bene.

      Aspetto il tuo prossimo venerdì del libro,allora, per scoprire di cosa ci parlerai!
      Un abbraccio, ciao!

      Elimina
  10. Anche io l'ho letto, e anche io l'ho trovato migliore del precedente (cosa non troppo difficile, peraltro, a mio avviso, perché nel suo quarto la prevedibilità era arrivata a livelli davvero alto).
    In questo caso - anche se ne vedo le esigenze di cassetta (terminata la telenovela di Anna, la Lackberg ha bisogno di qualche nuovo elemento per procacciare grano al mulino della "serie") - comunque l'insieme è gradevole, e con tempi e struttura secondo me meglio calibrati.
    Su Paula, citata da Simonetta, ci sta. Per ora è comparsa solo in questa serie e sembra effettivamente incarnare la bandiera dei diritti civili anche e più di uno stereotipo. Non ho letto gli altri non tradotti in italiano, vediamo se proseguendo la Lackberg riesce a svilupparla in maniera un po' meno ovvia e scontata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, anche io se ricordi ho scritto che L'uccello del malaugurio era abbasatanza scontato e che a metà libro era tutto già chiaro e perdeva mordente.
      Stavolta devo dire che l'intreccio mi è piaciuto molto di più.
      Anche io aspetto che vengano tradotti i nuovi capitoli della serie per vedere come porterà avanti le tematiche della discriminazione e dell'omossesualità che il personaggio di Paula porta con sè.

      Ciao, cara 'povna, un abbraccio!

      Elimina
  11. Non mi ha entusiasmato "La principessa di ghiaccio" (mi pare fosse questo il titolo), l'unico libro letto di questa autrice però quello di cui parli tu l'ho vistop nella libreria di mia madre e mi ha stuzzicato...dopo la tua recensione, lo prenderò in prestito di sicuro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, quello era il primo romanzo della Lackberg: a me piacque abbastanza, ma questo qui di cui parlo nel post è decisamente più bello a mio avviso.
      Prova a leggerlo, magari piacerà anche a te :-)
      Ciao cara!

      Elimina
  12. Molto interessante come libro! mi piacciono i gialli e questo sembra ottimo!
    Baci Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' bello, piuttosto originale e avvincente. Te lo consiglio :-)
      Bacioni!

      Elimina
  13. mega curiosità :O me lo devo ricordare....arrrggghhh...per farlo meglio l'ho condiviso sulla mia pag. FB...mi incuriosisce davvero...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che se lo leggerai non ti deluderà: io, ripeto, l'ho trovato avvincente anche se non ha un ritmo molto incalzante, ma è ben strutturato.
      Ciao!!

      Elimina
    2. mi hai talmente convinta che ti ho citato nel meglio della settimana, carissima. Secondo me questo libro fa al caso di mio marito, che è malato per i gialli...

      Elimina
    3. Ma grazie :-) se a tuo marito piacciono i gialli questo dovrebbe prorpio fare al caso suo.
      Un abbraccio!

      Elimina
  14. Prendo nota di questo ultimo libro giallo di cui parli nel post. E' il genere che piace a me. Grazie cara ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Venerdì del lLibro serve proprio a questo: dare spunti per le letture :-)
      Quindi...prego Saray ;-)
      Un bacio!

      Elimina
  15. Con la mia consueta costanza....ormai sono mesi che non "recensisco" più nulla. Tu sei invece sempre così presente e brava. Ormai non aggiungo nemmeno più all'elenco di prossime letture le tue segnalazioni perché mi basterà ripercorrere i tuoi bellissimi post. Io amo il genere giallo/thriller. Ti abbraccio forte e ti voglio augurare che il piccolino superi l'inserimento quanto prima. Dolce cucciolo...dagli un bacino da parte della zia Ros :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Ros, io sono più costante, è vero, ma posso dire che intanto ci riesco perchè comunque non ho un lavoro fuori casa come te e quindi tra una cosa e l'altra più o meno ce la faccio sempre a scovare qualche minuto anche per un post "libresco" al volo ;-)
      Non fartene un cruccio, quando avrai modo recensirai anche tu qualche altro libro.
      Sono onorata di farti da wish-list eheheh!!!
      E grazie per l'augurio: il monello va già un pò meglio, per fortuna!
      Baciiiiiiiiii

      Elimina

GRAZIE DEL TUO COMMENTO, TORNA A TROVARMI :-)