AVVISO AI LETTORI:

AVVISO AI VISITATORI: Questo blog è "migrato" da Myblog a Blogger il 1° ottobre 2012. Ho trasferito una parte dei vecchi post in questa nuova "sede", ma chi volesse saperne di più di me, di Lilli e del nostro "passato" può andare a dare un'occhiata QUI

mercoledì 5 marzo 2014

Una canzone, un ricordo: SALIRO'

Cara Lilli,

c'è una canzone che mi è piaciuta fin dalla prima volta che l'ho ascoltata, al Sanremo del 2002. Forse per il ritmo, forse per il testo, o più probabilmente senza un motivo specifico. 

L'ascoltavo spesso e volentieri. 

In quel periodo facevo da baby-sitter ogni giorno al mio primo nipotino, figlio di mio fratello (quello stesso nipotino che poi nel 2006 mi ha fatto da paggetto al matrimonio). Inevitabilmente lui si è ritrovato ad ascoltarla con me. 

Risultato? Io facevo un balletto (oddio...balletto è una parola grossa!) un pò strano e parecchio idiota a dire il vero, muovendo le mani strette a pugno ritmicamente...e quel nanetto poco più che unenne mi imitava, seguendo la musica! Sembravamo un pò matti tutti e due, mi sa :D

E' ovvio che ogni volta che riascolto quella canzone, anche oggi, le mani mi partono in automatico, senza controllo. E sorrido ripensando a ciò che io e il mio adorato nipotino abbiamo condiviso nei suoi primi anni di vita, quotidianamente. E a ciò che ancora condividiamo, seppur vedendoci meno spesso perchè adesso abitiamo un pò più distanti, ma sentendoci ad esempio al telefono appena abbiamo un pò di tempo, per farci due chiacchiere e due risate. E ripenso ai film che ci piacciono e che guardiamo insieme e alle pietanze che cuciniamo quando ancora adesso viene a trascorrere l'intera giornata a casa mia, magari d'estate o durante le festività, che la scuola è chiusa.

Lui ora è un bellissimo tredicenne e ha un posto speciale nel mio cuore, così come questa canzone.






Salirò (Daniele Silvestri) (2002)

Salirò salirò
Tra le rose di questo giardino
Salirò salirò
Fino a quando sarò
Solamente un punto lontano.
Pompapompapompapompa.
Preferirei
Stare seduto sopra il ciglio di un vulcano
Mi brucerei
Ma salutandoti dall'alto con la mano.
E invece sto sdraiato
Senza fiato
Scotto come il tagliolino al pesto che ho mangiato
E resto qui disteso
Sul selciato ancora un po'
Ma prima o poi ripartirò.
Accetterei
Di addormentarmi su un ghiacciaio tibetano
Congelerei
Ma col sorriso che si allarga piano piano
(come De Niro, ma più indiano)
e invece sto sdraiato
senza fiato sfatto come il letto su cui prima m'hai lasciato
e resto qui distrutto
disperato ancora un po'
ma prima o poi ripartirò.
E salirò salirò
Salirò salirò
Fra le rose di questo giardino
Salirò salirò
Fino a quando sarò
Solamente un ricordo
Lontano.
E salirò salirò
Salirò salirò
Fino a quando sarò
Solamente un puntino
lontano
preferirei ricominciare
piano piano dalla base
e tra le rose lentamente risalire
e prenderei tra le mie mani
le tue mani e ti direi:
"amore in fondo non c'è niente da rifare".
E invece
Più giù di così
Non si poteva andare
Più in basso di così
C'è solo da scavare
Per riprendermi
per riprenderti
ci vuole un argano a motore
Salirò salirò
Salirò salirò
fra le rose di questo giardino
Salirò salirò
Fino a quando sarò
Solamente un ricordo lontano.
Salirò
Salirò-o
Non so ancora bene quando
Ma provando e riprovando
Salirò salirò
Fino a quando sarò
Solamente un punto
Lontano
Lontano
Lontano
Lontano



38 commenti:

  1. Cara Maris, è veramente bello leggere i tuoi racconti, portano sempre in un punto che non si può dimenticare, quando si parla di San Remo per me ritorno con il pensiero agli anni 50 e tutti i festival che anno seguito.
    Buona serata cara amica sempre con un sorriso.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello che tu ricordi i Festival di Sanremo fin dal loro inizio negli anni 50!
      Un abbraccio,ciao.

      Elimina
  2. Che bello questo ricordo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, per me è un ricordo importante, così come importante è il mio rapporto col nipotino di cui parlo :-)

      Elimina
  3. ...che dolce questo post..
    e ti capisco ci sono canzoni che poi per un motivo o per l'altro entrano nel cuore e non vanno più via!
    :)
    emme

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Emme :-) le canzoni sono veicolo di tanti pensieri e ricordi!

      Elimina
  4. Bellissimo ricordo, Maris!
    Anche io ne ho, legati a questa canzone! :)

    Moz-

    RispondiElimina
  5. Ne ho sempre adorato il testo e il ritmo e' solare e' positiva e noi saliremo cara e quando si andra' lontano sara' solo un ricordo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' positivo il testo perchè parla di delusioni ma di voglia di ricominciare e risalire su....dobbiamo ricordarcelo ogni giorno anche noi, vero?
      Un bacio Anto :-)

      Elimina
  6. La musica è uno dei modi migliori per ricordare.. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo, per me è proprio così!

      Elimina
  7. Cara Maris le emozioni profonde le associamo spesso alle canzoni, rappresentano i momenti più belli della nostra vita e quel ritmo tu lo,porterai sempre nel tuo immenso cuore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho tante canzoni del cuore, che mi hanno segnato e che mi riportano indietro nel tempo...amo la musica e amo ricordare momenti e persone care!
      Ti abbraccio, amica mia :-)

      Elimina
  8. Bellissima la canzone Salirò, ogni volta che la sento mi mente una gran allegria cara Maris. Sono belle le esperienze con i nipoti che si vivono da piccoli a grandi, ne so qualcosa. Brava Zia!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu sei una zia, allora! Bene! Puoi capirmi :-)
      Un bacio, ciao.

      Elimina
  9. La canticchio insieme a te, mi mette un'allegria!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dà una bella spinta, vero? :-)

      Elimina
  10. Hai idea di quanto sento vicino questo racconto, vero? :) Essere giovani ziette è meraviglioso!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccome se ho idea!!! :-)
      E' un'esperienza stupenda davvero, che per me è stata superata solo dall'essere poi mamma. E comunque il mio nipotino (o meglio nipotone, visto quanto sta diventando grande e alto!) io dico sempre che è come un altro figlio, tanto è forte il nostro legame!

      Elimina
  11. Topic meraviglioso... so cosa vuol dire essere legati a dei bambini che non sono più bambini ed è uno dei sentimenti più belli al mondo! c:

    E siccome amo davvero il tuo blog, ho deciso di taggarti in un piccolo tag. Se hai voglia, puoi dargli un'occhiata!
    http://flowerstardust.blogspot.it/2014/03/tag-book-cake.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che mi capisci, Belle :-)
      E ti ringrazio di nuovo tanto (l'ho già fatto da te) per aver pensato a me. Scriverò un bel post appena ho un attimo di calma!
      Buon fine settimana :-)

      Elimina
  12. Anche a me piace il ritmo di questa canzone e mi ricorda un pezzo di un video fatto dalla mia sorella gemelle diversa Betty.
    Un bacio Maris
    Miky

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un video fatto da Betty? Che bello, allora :-)
      Ti abbraccio, ciao Miky!

      Elimina
  13. Dev'essere bellissimo fare da baby sitter al proprio nipote!
    non ho mai avuto il piacere: quando è nato il mio ero già al quinto mese...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' effettivamente bellissimo, Rachele! Io all'epoca non ero ancora sposata, non lavoravo, stavo giusto ultimando gli studi e avevo la possibilità di godemi il mio nipotino :-)

      Elimina
  14. Quanti ricordi....Io da piccolina agitavo forsennatamente le braccine al ritmo forsennato del "geghegè".Preistoria ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Preistoria molto simpatica, però ;-) :-)
      Buon weekend Franci!

      Elimina
  15. Mi inviti al ricordo.
    Anche a me piace molto questa canzone.
    Avevo appena dato delle angoscianti dimissioni dal mio lavoro, avevo un bambino di 4 anni che la cantava e uno di 10 mesi che era il mio fagotto da coccolare.
    Un momento difficile, ma bello della mia vita e sai cosa ti dico? Sono "salita" anch'io da allora, almeno umanamente. :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello, Ninin, quando un periodo oggettivamente con delle difficoltà diventa comunque un momento da ricordare perchè ci ha permesso di fare esperienze forti, egualmente con della positività e che ci hanno formato!
      Un bacione e felice fine settimana :-)

      Elimina
  16. Maris è una delle canzoni che adoro "storpiare" da sempre :D Ci invento su le parole che è una meraviglia!!
    Comunque sono contento che la monella voglia far la ballerina! Chi lo sa, magari un giorno con grinta e forza di volontà potrebbe essere la sua strada.
    Mi pare di capire e ricordare dai precedenti post, che il monello sia l'opposto rispetto alla monella, che uno va contenuto e l'altra stimolata, ma io sono certo che in ogni caso per loro si prospetta un futuro bellissimo e "normalissimo" ( come se normale fosse poi sinonimo di bello, va beh). Un abbraccione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarei curiosa di ascoltare una delle tue versioni di Salirò, a questo punto :D
      Grazie per ciò che mi scirivi riguardo ai monelli. In effetti la monellina va spinta un pò perchè di suo lei è timida e timorosa rispetto a ciò che non conosce o che non riesce a fare al primo colpo; il monellino invece va frenato assolutamente, deve essere "educato" proprio fisicamente a stare seduto o almeno un pò fermo, concentrato per più tempo possibile su una determinata cosa e così via, se no non si può lavorare sugli altri aspetti problematici (assenza di linguaggio, difficoltà relazionali ecc).
      Ti abbraccio anche io, buon weekend!

      Elimina
  17. cara amica le canzoni sono fantastiche anche per questo,perchè le leghiamo sempre a dei ricordi stupendi e ogni volta che le riascoltiamo riaffiorano come fosse ieri,capita spesso anche a me,e un bel tuffo nel passato ogni tanto ci vuole,un bacione grande e buon fine settimana ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questo caso sono passati dodici anni e io non mi capacito...il tempo vola!!
      Meno male che ci sono la musica e i ricordi a farci compagnia :-)
      Buon weekend, carisisma!

      Elimina
  18. Che bei ricordi Maris, mi sembra di vederti con il tuo piccolo nipotino mentre ballate e tu che ritmi la canzone con le mani… grazie per averci reso partecipi… sei una donna molto dolce Maris…
    Un bacione a te e a lui :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eravamo proprio una coppia tutta da ridere in quei momenti...ballerini :-) e adesso siamo ancora una bella coppia di persone che si vogliono tanto bene, per fortuna!
      Grazie, sono felice che pensi cose belle di me. Ti abbraccio!

      Elimina
  19. sei una persona speciale piena d'amore e sono molto felice di conoscerti anche se solo virtualmente !!!! un caro abbraccio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come sono contenta di leggere queste tue parole, Lorita, grazie :-) ricambio in pieno la stima e l'affetto!

      Elimina

GRAZIE DEL TUO COMMENTO, TORNA A TROVARMI :-)