AVVISO AI LETTORI:

AVVISO AI VISITATORI: Questo blog è "migrato" da Myblog a Blogger il 1° ottobre 2012. Ho trasferito una parte dei vecchi post in questa nuova "sede", ma chi volesse saperne di più di me, di Lilli e del nostro "passato" può andare a dare un'occhiata QUI

martedì 13 maggio 2014

Miele!

Cara Lilli,

è successo ieri, senza preavviso.

Eravamo in auto e stavamo andando, io e la monella, al centro di riabilitazione neuromotoria perchè lei aveva una seduta di psicomotricità.

Ad un tratto, mentre passavamo davanti ad un prato recintato a noi ben noto, lei ha esclamato tutta felice: "Miele!"

E infatti lui era lì. A brucare l'erbetta. 

Manto marrone, criniera e coda beige, il nostro pony era proprio lì. 

Nostro perchè oramai lo conosciamo bene, visto che questo è il terzo anno consecutivo che lo ritroviamo a primavera inoltrata in quel prato recintato in cui c'è anche una piccola stalla. E resterà lì fino ai primi freddi autunnali.

Nostro perchè la monella lo adora ed anche il monello, quando lo vedeva l'anno scorso sorrideva a più non posso.

Nostro perchè quando passiamo per quella strada secondaria in mezzo alla campagna, dove c'è pochissimo traffico, spesso possiamo fermarci, abbassare i finestrini e salutare il pony, chiamandolo a gran voce, e lui si gira o si avvicina al recinto molto spesso!

Miele perchè due anni fa, quando lo abbiamo visto per la prima volta, la monella parlava da pochi mesi ed era il periodo in cui guardava sempre il cartone animato di Fragolina Dolcecuore. Un personaggio amico della protagonista è un pony parlante marroncino e beige che si chiama appunto Miele ;)

Insomma: questo è uno dei lati positivi del vivere lontano dalla città, in un paese con intorno tanto verde, montagne e prati. Esci per andare a fare terapia, prendi una scorciatoia e lungo la strada trovi animali vari (non solo il pony, ma anche pecorelle, a volte mucche, asinelli...) per la gioia dei bambini!

Per questa cosa, almeno, i miei monelli sono fortunati...no?

:-)

40 commenti:

  1. Sono fortunatissimi.
    Credo che si impari di più da queste cose che dallo stare a scaldar sedie a scuola.
    Anche io sono stato fortunato, in questo senso.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Crescere con intorno un pò di natura può fare solo bene, infatti :)
      C'è tutto il tempo poi per andare in città a studiare o lavorare da grandi, no?
      Ciao Miki!

      Elimina
    2. Se si potesse restare a lavorare anche nei posti con la natura intorno sarebbe l'ideale.
      La città la usiamo per divertimenti e maggiori offerte di shopping o altro...

      Moz-

      Elimina
    3. In effetti... hai proprio ragione!

      Elimina
  2. E quale miglior terapia che farli sorridere!? :)
    Sai che pure io l'altro giorno ho visto un pony, a passeggio tipo cagnolino XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così, Pier :)
      Sai che bello il pony a passeggio!
      Un salutone ;)

      Elimina
  3. Dolcissima Maris che tenerezza il tuo racconto, sembra quasi di legger una favola! E quanto è adorabile la donnina di casa che chiama il pony con un nome che ha tutta la dolcezza del mondo! Hai avuto, come sempre, la profonda capacità descrittiva con dovizia di particolari simile alla visione di un fotogramma! Complimenti per la tua abilità nello scrivere, nel raccontare le emozioni che la natura regala ogni giorno, che meraviglie del Creato! Complimenti per l'amore che avete tutta la bella famigliola per la natura, ed è una vera fortuna poterla assaporare!
    Un bacione grande amica mia carissima, rendi sempre speciale qualsiasi racconto poiché trasmetti tanta emozione!
    Ti abbraccio con affetto e baciami i piccoletti ed una carezza speciale a Miele!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Stella, dovresti proprio vederla la monellina quando è tutta felice perchè incontriamo quel pony! E' una cosa che aspetta oramai ogni primavera-estate.
      Grazie, quanti complimenti!! Non sarà che sei un pò di parte, essendo mia amica? :-)
      Un grosso bacio, ciao!

      Elimina
  4. Cara Maris, come vedi il vecchio alino è finalmente ritornato dalla bella adunata di Pordenone. ciao e ti lascio un forte forte abbraccio, e a presto rileggerti.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bentornato Tomaso!
      Un abbraccio a te :)

      Elimina
  5. Anche noi viviamo fuori città anche se a pochi minuti, ed il rientro a casa e' costellato da trattori, pecore che brucano, cavalli e per fino un allevamento di struzzi dove se vuoi puoi comprare le uova. E' una gioia ogni volta perché loro guardano fuori dal finestrino ed abbiamo materiale per imbastire un enciclopedia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche gli struzzi!! Ma che bello :)
      Un bacio!

      Elimina
  6. Sono fortunatissimi, cara Maris.

    Cosa c'è di più bello del contatto con la natura?

    Abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordi con me, son contenta!
      Un abbraccio :)

      Elimina
  7. Fortunatissimi! Il nano più ancora che gli animali ama i trattori e qui ce ne sono da vendere!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci comprendiamo bene in questo "campo" noi due, eh ;)
      Abbraccio!

      Elimina
  8. Ma che dolci che sono....sono felicissima per tutti i progressi che fanno amica mia u bacione grande ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei tanto cara, ti ringrazio Ombretta!
      Un bacione :-)

      Elimina
  9. Ciao Maris,
    un post dolce come il nomignolo del piccolo pony!
    Abito in paese anch'io, ma quanti cambiamenti da quando eravamo bambini e il paese era pieno di animali nei cortile e nelle stalle.
    Sono stata fortunata a vivere l'infanzia in un'epoca ancora semplice, piena di fatica ma anche di affetti e di valori.
    Un abbraccione a te e ai tuoi monelli:-)))
    Marilena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di certo avrai visto molti cambiamenti anche in paese, cara Marilena, però diciamo che rispetto alle grandi città almeno c' e' ancora un'aria migliore e più stimoli "naturali"!!
      Ti ringrazio, un grande abbraccio anche a te :-)

      Elimina
  10. Molto fortunati!!! E anche molto stimolati!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Loro ne sono felici! magari non consapevolmente, ma lo sono :-)

      Elimina
  11. Assolutamente fortunati ... e ci fate un pochino di invidia :)
    Da piccola sognavo di vivere in un posto così ...
    A presto!

    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io lo sognavo, ora miei monelli possono vivere quel sogno :)
      Un abbraccio!

      Elimina
  12. "Miele" è leggere quel che tu scrivi con dolcezza di mamma!
    E sì, per i bambini il contatto con la natura è terapeutico oltrechè educativo perchè, tra le altre cose, li allena allo stupore! :)
    Ciao carissima, buona prosecuzione di settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E infatti e' proprio il loro stupore che mi fa tanta tenerezza :-)
      Grazie della tua dolcezza altrettanto bella, Calo, e buon proseguimento di settimana anche a te!

      Elimina
  13. Oh, sì Maris, sono molto fortunati a non respirare lo smog del centro città!
    Rimpiango molto il paese dove abitavo prima e ora, sotto le finestre vedo solo sfrecciare macchine e motorini.
    Un abbraccio.
    Nadia

    P.S.: Uffa Twitter... non mi piace, non mi piace, non mi piace... lo avrai notato :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino il tuo rimpianto, Nadia. Però ciò che hai vissuto allora ti ha di certo formato e segnato in positivo :-)
      Un bacione!

      PS: io non ci sono proprio su twitter, nè su facebook, proprio perché non li amo!

      Elimina
  14. Direi che sono fortunatissimi...e poi sono queste piccole cose che rendono grande la vita, almeno secondo me :o) Un bacione
    cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente sì, carissima! Concordo :)
      Ti abbraccio!

      Elimina
  15. Ciao maris che carino questo racconto...anch'io preferisco il paese alla città...adesso vivo a livorno ma quando posso scappo al mio paese!!! Mi fa piacere che non ti dimentichi di me!!! Bacio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mia cara, come potrei dimenticarmi di te che sei la mia omonima?
      :-)
      Un bacio, graize di essere passata a salutarmi!

      Elimina
  16. ieri, sull'affollatissimo tram verso il grande mercato della città, c'era una bambina che stava andando a scuola accompagnata dalla mamma e ad un certo punto, guardando fuori dal finestrino ha esclamato "controllore!" In un attimo il tram si è svuotato, ho dato il cinque alla bambina e ci siamo comodamente seduti per tutto il resto del viaggio. Altro che pony.....!
    Salutami tutti e quando passate da "Miele" tirate un bel respiro di sollievo!! robi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) furba la bimba! e tenero e simpaticissimo tu, caro Robi, come sempre!

      Buona serata, un abbraccio.

      Elimina
  17. Amore la tua monella!!!! Come state tutti? È un po che non passo, ora mi leggo la cronostoria. Un bacio a tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stiamo abbastanza bene, cara! Grazie della visita e un bacio!

      Elimina
  18. Sono fortunatissimi! Oggi è veramente difficile veder animali dal vivo. Da poco ho scoperto che qui vicino c'è un allevamento di pecore, e sai perchè? Ci siamo ritrovati non molto tempo fa una pecora grande sotto il portico della nostra palazzina in mezzo alle nostre auto. Non sapevo che fare, era spaventatissima e temevamo che andasse in strada anche se poco frequentata. Poi un vicino ha preso una corda ed è riuscito a prenderla. L'abbiamo messa nel giardino di casa e chiusa dentro. Poi una telefonata alla protezione animali e abbiamo saputo appunto di questo allevatore da cui la pecora era scappata. Dopo poche ore è venuto a riprendersela. Un simpatico diversivo per noi di casa e una rischiosa avventura per vivace pecora. ^_^ Bacioni cara



    RispondiElimina
    Risposte
    1. Povera pecora, sai come era disorientata! Avete fatto la cosa migliore, bravi :-)
      Abbraccione!

      Elimina
  19. Questo è il bello di vivere fuori città! Mi ricordo che da piccola facevo anch'io amicizia con gli animali, ma solo un mese all'anno in montagna.In città ho un piccolo giardino e sto, comunque, tentando di fare amicizia con un corvo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un corvo? Ma davvero? Brava :-)
      E sono certa che hai bellissimi ricordi della tua infanzia.
      Ciao cara!

      Elimina

GRAZIE DEL TUO COMMENTO, TORNA A TROVARMI :-)