AVVISO AI LETTORI:

AVVISO AI VISITATORI: Questo blog è "migrato" da Myblog a Blogger il 1° ottobre 2012. Ho trasferito una parte dei vecchi post in questa nuova "sede", ma chi volesse saperne di più di me, di Lilli e del nostro "passato" può andare a dare un'occhiata QUI

martedì 29 maggio 2018

Sigilli

Cara Lilli,

a quest'ora del martedì io di solito non sono a casa perchè porto i miei monelli a fare logopedia ad un centro di riabilitazione convenzionato con la ASL locale ad una ventina di minuti da casa. Lo stesso centro dove andiamo, anche per la psicomotricità, quasi tutti i giorni da anni. Per la precisione da 8 anni, 5 mesi e 20 giorni, da quando cioè la monella aveva 2 anni e 3 mesi e io non ero neppure ancora incinta del monello.

Una sorta di altra casa, praticamente.

Invece oggi pur essendo martedì siamo tutti e tre qui a casa, perchè è arrivata così, come una bella batosta tra capo e collo, una notizia: ieri mattina blitz della Guardia di Finanza e sequestro preventivo della struttura, con tanto di sigilli apposti. 

E' assai lungo spiegare tutta la storia complessa che vi è dietro a questo episodio di ieri, ma sappi che sono mesi e mesi che si naviga in cattive acque per scandali venuti alla luce man mano: stipendi non pagati ai dipendenti, debiti con l'Agenzia delle Entrate e con l'INPS, truffa... Il tutto da parte degli amministratori (e da chi è in stretto rapporto con loro) dell'Associazione che gestisce i tre centri di riabilitazione che ci sono a livello provinciale. 

Inutile dire che sono coinvolti nomi illustri, nomi legati al mondo della politica.  E che... è una novità???

Che posso aggiungere io? Sono disgustata da chi vuol fare soldi a scapito di altre persone e lo sono ancora di più visto che si tratta di un settore così delicato e importante come quello della Sanità.

Non si sa ancora se tutto questo avrà una conclusione più o meno positiva a breve termine, almeno nel senso di poter riaprire la struttura dove andiamo noi, pur se restano in corso le indagini, o se invece andrà tutto a rotoli fin da subito in modo definitivo. E tanti saluti ai dipendenti e ai pazienti.

Non è certo questa la sede per discutere dei particolari, ma davvero non potevo trattenermi dal dire quanto sono arrabbiata, preoccupata e... disgustata, ecco.   E scusa se mi ripeto.

Mi auguro solo di poterti dare notizie incoraggianti nel prossimo futuro, ma intanto oggi è così :(

22 commenti:

  1. Pare di dire una bestemmia, eppure gran parte di queste strutture, statali e no, qui in Italia navigano in cattive acque. Penso che ce la metterai tutta per riuscire , almeno in parte, a far seguire degli esercizi ai tuoi monelli, anche se la situazione è assai scoraggiante e ti auguro che finisca al più presto.
    Tieni presente che i tuoi piccoli hanno la cosa più importante al loro equilibrio : tantotanto amore da te e da tutti coloro che li amano.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo non è una bestemmia ma mi sa che è la triste realtà, Cristiana cara.
      Io ce la metterò tutta e come me tutti quelli che sono in questa situazione o in situazioni simili, naturalmente. E ti ringrazio perchè hai tanta fiducia nel potere e nella forza dell'amore che davvero può tanto!
      Un abbraccio.

      Elimina
  2. Che schifo.... Siamo proprio ridotti male cara amica, non vedi cosa succede a Roma? come si può andare avanti così? Ci rimettono sempre i più deboli, e ora cosa pensi di fare? esistono altre strutture nella tua zona? Scrivimi pure anche via mail se vuoi. Un grande e affettuoso abbraccio cara Maris.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ridotti male davvero, Ale. E' triste e fa rabbia.
      Per ora aspettiamo qualche giorno per capire che succederà, anche le terapiste ci dicono che dovrebbero arrivare notizie entro una settimana o due. Se ci saranno i presupposti per la riapertura allora avremo perso solo qualche ora di terapia, poco male. Ma in caso contrario dovremo comuqnue muoverci in qualche modo: la ASL dovrebbe impegnarsi a trovare un'adeguata alternativa, ma purtroppo i centri pubblici o convenzionati in provincia sono ben pochi (tre sono quelli che sono sotto sequestro) e sono già belli pieni. Resterebbe la strada delle terapie fatte privatamente, ma è chiaro che così i costi sarebbero un bel pò alti e a lungo andare molto pesanti da sostenere, trattandosi nel mio caso di due bambini.
      Ti scriverò appena ho modo, un abbraccio intanto e grazie mille del sostegno.
      Un bacio grande.

      Elimina
  3. Posso capire la rabbia e la preoccupazione perché come hai detto si tratta di un settore delicato, in cui sono coinvolte persone con problematiche anche molto gravi, che vengono in questo senso "abbandonati"... Aggiornaci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, Pier: a parte i monelli miei, che hanno anche già fatto un certo percorso e si sono avviati abbastanza positivamente, pensa a tanti altri pazienti che sono seguiti lì e che hanno patologie anche più serie e che necessitano di terapie davvero senza sosta.
      Vi terrò aggiornati senz'altro. Un abbraccio e grazie!

      Elimina
  4. Cazzarola.
    In effetti in questi casi ci rimettono i pazienti (e ovviamente i dipendenti non pagati).
    Spero si risolva tutto, facci sapere.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così: il fatto è che anche se poi i responsabili dovessero pagare le loro malefatte, il danno intanto lo hanno gli altri, dipendenti e pazienti che non hanno alcuna colpa!
      Spero davvero che dopo qualche indagine preliminare poi sidia l'ok almeno per riprednere le terapie, mentre si proseguirà ad indagare fino in fondo su tutto il resto che c'è dietro.
      Come dicevo a Pier, senz'altro vi darò notizie prossimamente.
      Ciao miki e grazie.

      Elimina
  5. Che tristezza... A volte mi chiedo se in tutta Italia sia così o se sia prerogativa del nostro sventurato Sud. Spero che si risolva tutto per il meglio. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara, temo che pur se qui al Sud magari si sentono cose che fanno più scalpore, anche nel resto d'Italia non è che vada tutto bene in questi settori... Certamente ci saranno le eccezioni (per fortuna!) e le strutture che sono dei fiori all'occhiello, ma molte volte purtroppo c'è sempre un giro di soldi e di interessi privati... che cosa orribile, davvero!
      Grazie, un abbraccio.

      Elimina
  6. La notizia che ci dai si affianca a tante altre e altre e altre, a volte sembra che tutto vada a rotoli e che nessuno si faccia più scrupoli. È davvero sconsolante tutto questo e lascia l’amaro in bocca. Ciao Marise, buona notte.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' tristemente vero, Sinforosa: ci sono tante di quelle cose che vanno per il verso sbagliato!Ma ci sono anche persone che vogliono farle sistemare, se si può... Tutti noi, genitori, pazienti, terapisti restiamo uniti e faremo del tutto ciò che c'è da fare per far sentire la nostra voce. Ora aspettiamo se arriva qualche notizia più precisa e al più presto ci incontreremo per una sorta diassemblea per decidere il da farsi.
      Un abbraccio!

      Elimina
  7. Sono dispiaciuto e preoccupato per te. Sono anche molto infuriato, come sempre questa classe politica marcia offende e calpesta la gente comune anche in ambiti come quello della salute. Vergognoso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Daniele, so che tu che sei sempre attento e imprgnato per il sociale "senti" molto queste problematiche.
      Qui si tratta di nomi della vecchia guardia politica che proprio non ne vogliono sapere di ritirarsi e anzi, con i propri familiari continuano a fare il bello e il cattivo tempo... Anche se va detto che ci sono dei veri e prorpi "feudi", paesi dove si continua a votarli in massa e poi questo è il risultato...
      Ma cerchiamo di darci da fare, ora vogliamo capire che cosa succederàin questi giorni e organizzarci come genitori dei pazienti e pazienti adulti e terapisti... vedremo tutto ciò che si può fare.

      Elimina
  8. OHH quanto mi dispiace.Una situazione delle peggiori...a discapito dei tuoi monelli...dover ricorrere a strutture private, non è giusto...una spesa per la tua famiglia non da poco...Penso anche che i monelli non possono stare troppo tempo senza terapie...potrebbero avere un regresso?... Speriamo che la burocrazia non sia troppo lunga e che tu possa trovare una soluzione e che ASL vi dia un alternativa...Un bacione Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima, ho scritto adesso un nuovo post con aggiornamenti positivi per fortuna! Grazie davvero per avermi mostrato come sempre la tua solidarietà, un abbraccio!!

      Elimina
  9. Che tristezza amica mia....Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero, per tutte queste cose brutte che fanno i politici e gli uomini di potere in generale... Ma per fortuna come potrai leggere ho pubblicato un nuovo posto adesso proprio perchè ho appena ricevuto la notizia della riapertura del centro per domani!!
      Grazie cara Anna, so che segui sempre col pensiero me e i monelli!

      Elimina
  10. Cosa? E i pazienti? Non possono aspettare … per l’unicità del servizio richiesto, per la particolarità del disaggio arrecato e per i danni che potrebbe provocare una sospensione delle terapie, gli enti territoriali dovrebbero intervenire e trovare una sistemazione alternativa. Segnalate i servizi (pubblici) negati anche alla carta stampata. Aggiornaci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Inassia, come stavo scrivnedo nei comemnti fino a una mezz'ora fa, eravamo sul piede di guerra noi familiari dei pazienti e terapisti, ma è arrivata la notizia inaspettata della riapertura già per domani del centro!!
      Meno male, anche se le indagini ovviamente continueranno e DEVONO continuare perchè vanno perseguiti i colpevoli di queste truffe bruttissime e vegognose.
      Grazie per il tuo pensiero!

      Elimina
  11. Penso a tutte le persone che avevano , che hanno un gran bisogno di quella struttura ... e ovviamente i tuoi due piccoli ...
    senza parole!! Ma che schifo!! ...
    Facci sapere
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marinetta cara, stavo rispondendo ai commenti poco fa quando ho avuto la notizia positiva della riapertura del centro di riabilitazione già da domani! Una volta tanto le cose si sono mosse velocemente, è una boccata di ossigeno per noi, per i pazienti e anche per i terapisit.
      Soeriamo vada a buon fine tutta l'indagine in corso, per punire i colpevoli e continuare allo stesso tempo a far funzionare la struttura che è importantissima nella nostra zona, dove c'è poco o niente in alternativa.
      Grazie del tuo sostegno, un abbraccio!

      Elimina

GRAZIE DEL TUO COMMENTO, TORNA A TROVARMI :-)