AVVISO AI LETTORI:

AVVISO AI VISITATORI: Questo blog è "migrato" da Myblog a Blogger il 1° ottobre 2012. Ho trasferito una parte dei vecchi post in questa nuova "sede", ma chi volesse saperne di più di me, di Lilli e del nostro "passato" può andare a dare un'occhiata QUI

mercoledì 14 marzo 2018

Effetto madeleine

Cara Lilli,

credo che a tutti sia capitato almeno una volta nella vita di avvertire un odore o un sapore che all'istante ti catapulta in un altro tempo e in un altro luogo, risvegliando sensazioni nel profondo dell'anima, ma anche proprio fisiche (come brividi, pelle d'oca).

Effetto madeleine, lo chiamano.

Ho ripensato a questa cosa poco fa, leggendo per la prima volta la descrizione di questo effetto fatta da Marcel Proust, colui al quale si deve la denominazione: nel primo libro della sua opera "Alla ricerca del tempo perduto", che si intitola "Dalla parte di Swann", Proust racconta come un giorno, assaggiando un dolcetto (una madeleine) imbevuto nel tè, avesse rivissuto un momento particolare della sua infanzia. 

Io di certo ho provato qualcosa del genere quando ero ancora a casa dei miei, poco prima di sposarmi: riordinando una cassettiera con dentro cose poco usate per farne uno scarto, trovai un maglioncino chiuso in un sacchetto di cellophane; lo tirai fuori e un odore che non sapevo neppure io definire, un misto di naftalina e qualcos'altro, mi punse le narici. Un odore che avrebbe forse dovuto darmi fastidio, ma che invece mi lasciò come stordita. Piacevolmente. 

Il tempo di immagazzinarlo e...

Eccolo, il ricordo. Nitido, tangibile.

Non ero più trentenne nella mia stanza a casa dei miei genitori, ma ero una ragazzina, nella villetta (quella vecchia, quella che ho particolarmente amato) dei miei zii di Spoleto.  

Il mio primo soggiorno da sola, senza mamma, papà e mio fratello, in quella casa.

Mia zia apriva un armadio a muro per prendere le lenzuola per preparami il letto e io, che le ero accanto, avvertivo chiaramente un duplice odore, naftalina e un profumo tipo lavanda mischiati tra loro, provenire dall'armadio e anche dalle lenzuola stesse. 

Ero felice, lì con lei e zio. Lo sarei stata ancora altre volte negli anni a seguire.

La gioia, quella semplice e vera, può avere tanti odori

Quello di quell'armadio resterà per sempre uno dei miei preferiti. Anche se non dovessi mai più ritrovarlo lì fuori, dentro di me è ben custodito.


28 commenti:

  1. Che bello questo tuo racconto ...
    Odori , profumi , sensazioni che riportano a momenti di serenità di dolcezza
    Capita anche a me ... e devo dire grazie a Dio , perchè vuol dire che dentro di noi abbiamo ricordi bellissimi
    Ciao Maris , un abbraccio : )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, Marinetta: meno male che accadono queste cose, che vengono risvegliati questi ricordi... è una fortuna averli nel cuore!
      Un abbraccio, grazie :)

      Elimina
  2. Cara Maris, ha me succede quando apro una busta della biancheria, dove dentro conservo un maglioncino di mio suocero...Sento il suo profumo, a distanza di anni e ricordo quando lo indossava.
    Un bacione Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, sì: è proprio quello che è capitato a me con quel maglione e questa cosa mi fa pensare che davvero abbiamo un tesoro dentro di noi, un bagaglio di ricordi e sensazioni così speciali!
      Un abbraccione, mia cara Valeria.

      Elimina
  3. Maris questo post è davvero dolce come il tuo ricordo. La naftalina credo faccia parte dei ricordi di molti :D
    Mi è capitato un paio di volte l'effetto madeleine ma confesso che non ho ritrovato quel ricordo. Pur essendo sicuro di aver già sentito quel determinato profumo e pur avendolo sicuramente collegato ad un ricordo.
    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La naftalina è un pò come se stesse lì a "coservare" i nostri ricordi e le nostre sensazioni... :)
      Comuqnue anche a me è successo di provare ciò che descrivi tu e cioè un momento di "coinvolgimento sensoriale" che però poi non ho saputo ricondurre a un preciso ricordo... però è stato egualmente bello, stimolante.
      Un bacione a te!

      Elimina
  4. I ricordi, spesso hanno tanti profumi....anche a me è capitato spesso...un abbraccio Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima amica mia... una sensazione davvero coinvolgente e speciale, vero?
      Un bacio grande!

      Elimina
  5. Più passa il tempo e più i ricordi, falsati dai sentimenti, diventano belli.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero che il passare del tempo fa un pò questo effetto... se poi i fatti e le persone che sono nei ricordi sono già speciali e belli, allora si prova davvero una sensazione unica!
      Un bacione, buon weekend.

      Elimina
  6. Bellissimo post e bellissimo concetto.
    Ho provato questa cosa tante volte, l'ultima pochi giorni fa, quando ho riavvertito l'odore dell'armadio (eh sì) della casa al mare. Un mix di profumo ma anche di dolce aria salmastra :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Miki :)
      Che bello davvero anche ciò che hai vissuto tu pochi giorni fa! Gli armadi sono custodi particolari di odori e sensazioni, a quanto pare :)

      Elimina
  7. Questo post è davvero bello e mi ha fatto pensare a cose diverse:

    Partiamo dall'effetto madeleine: a me capita spessissimo che un odore mi riporti ad un momento della vita passata.
    Ed è una sensazione fortissima. Tutto si palesa come se stesse capitando al momento. Quasi sempre sono ricordi d'infanzia. E in un solo momento sono a casa dei miei, ci sono ancora le mie nonne, i miei zii, i miei cugini. Tutta la mia vita passata.
    Mi capita anche con la musica, che è imprescindibile da me. l'effetto è ancora più forte, lo vivo proprio.
    Seconda cosa: adoro i dolcetti dal medesimo nome, davvero buonissimi e il loro profumo mi ricorda Parigi.
    Infine la famiglia: chi abbiamo amato rimane con noi per sempre. E ogni spunto quale può essere un profumo, ci riporta accanto a chi è e sarà presente nel nostro cuore.
    Ti abbraccio cara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mariella carissima, che bello anche questo tuo commento articolato!

      La musica è un veicolo di ricordi fantastico, concordo. Ci sono canzoni o composizioni classiche che mi rapiscono letteralmente...

      Parigi l'ho visitata troppo frettolosamente in una lontanissima gita scolastica del primo liceo classico e nonostante ciò mi è rimasta nel cuore.

      L'amore per le persone care io lo vivo sempre con grande trasporto e proprio come te credo profondamente nel legame che va oltre il distacco della morte. E questa cosa mi commuove sempre, perchè la sperimento spesso e mi sento così fortunata!

      Un bacione.

      Elimina
  8. Encantada de leer tu ultimo post!!!Feliz fin de semana precios@!!!💜💜💜

    RispondiElimina
  9. Bellissimo racconto!
    Mi è piaciuto l'accostamento agli odori e ai luoghi, sei stata brava :-)
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Sugar, ti ringrazio :-)
      E' una sensazione davvero speciale e bella e mi ha fatto piacere scriverne qui sul blog.
      Un bacione!

      Elimina
  10. Che dolce ricordo! Ho presente l'effetto ed è sempre una magia. Non diamo molto peso all'olfatto invece è essenziale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' così, infatti: l'olfatto è essenziale, ce ne rendiamo conto davvero quando ci scatena dentro un terremoto di sensazioni e di ricordi...
      Un abbraccio, ciao carissima!

      Elimina
  11. Ma sai che condivido appieno il tuo pensiero, gli odori ci riportano in mente a ricordi del nostro passato. Io ad esempio come già ti scrissi in un commento ad un tuo precedente post, ho l'abitudine di odorare il picciolo dei pomodori perchè mi riporta alla mente la casa al mare di quando ero piccola! Un abbraccio cara :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ricordo l'altro tuo commento. E' bellissima questa cosa, vero? :)
      Un bacione!

      Elimina
  12. Il profumo/odore che mi ricorda la Mamma è la naftalina. La metteva dappertutto per custodire al meglio i capi di vestiario e quando mi cambiavo una maglia se ne accorgevano tutti...
    Abbraccio alla naftalina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La naftalina unisce tanti di noi in questo tuffo nei ricordi... grazie per esserti unito e tuffato anche tu, Robi carissimo.
      Ti abbraccio forte!

      Elimina
  13. Anch'io ho bei ricordi legati ad alcuni profumi, sentirli è fare un tuffo nel passato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si tratta di momenti emozionanti, ognuno ha i suoi ed è veramente bello pensare che ci sono!
      Ciao Moky :-)

      Elimina
  14. Ho avuto i brividi per tutto il tempo in cui ho letto il post! Oltre che perché l'hai scritto in maniera come sempre efficace, perché mi sento un po' "determinante" nella tua scelta di affrontare questa lettura. Spero ti stia piacendo. Ma ci aggiorneremo senz'altro sull'argomento ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheheh... lo sapevo ;)
      Non ti ho segnalato il post perchè aspettavo il momento in cui lo avresti scoperto da solo... mi sembrava più bello così :)
      La lettura di Proust procede. Mi piace, ma devo ancora capire quanto. Ne parleremo tra un pò ;)

      Elimina

GRAZIE DEL TUO COMMENTO, TORNA A TROVARMI :-)