AVVISO AI LETTORI:

AVVISO AI VISITATORI: Questo blog è "migrato" da Myblog a Blogger il 1° ottobre 2012. Ho trasferito una parte dei vecchi post in questa nuova "sede", ma chi volesse saperne di più di me, di Lilli e del nostro "passato" può andare a dare un'occhiata QUI

venerdì 30 marzo 2018

Essere famiglia

Cara Lilli,

non si dovrebbe mai sopravvivere ai propri figli. E' innaturale, è inconcepibile.

Ieri ero in una chiesa colma fino all'inverosimile e insieme a tutta quella gente ho ascoltato con le lacrime agli occhi e il cuore in gola le parole di un padre che dall'altare ha salutato suo figlio, un ragazzo di 16 anni, che nel pieno della sua giovinezza è venuto a mancare all'improvviso. Lo ha salutato e ha ringraziato  i presenti e lo ha fatto con chiarissimo dolore ma anche con una dignità, una compostezza, una profondità che ha commosso e colpito tutti.

Quel padre è uno dei miei cugini. Di quei miei cugini con cui sono cresciuta come se fossimo fratelli e sorelle. Dodici cugini figli di sei sorelle, sparsi per l'Italia e una anche oltre oceano. 

La nostra storia è fatta di ricordi meravigliosi e di affetto grande. E la nuova generazione è il prolungamento di quella storia. I nostri figli, anche se molto spesso distanti tra loro fisicamente, stanno crescendo con in cuore lo stesso nostro sentimento basilare di unione, di condivisione. Di famiglia.

Ieri non eravamo tutti, quelli più lontani non sono riusciti a venire, ma noi che c'eravamo ci siamo stretti intorno a quella bara bianca e ai quei genitori a cui è stata inflitta la prova più immensa che si possa affrontare. E ci siamo sentiti famiglia.

Questa Santa Pasqua la vivremo in modo particolare, forte, doloroso, profondo, come l'anno in cui arrivò subito dopo che era morta la mia mamma. Ma stavolta è un dolore diverso, che lascia senza parole perchè lui era solo un ragazzo e anche perchè questo colpo è piombato su di noi come una mazzata tra capo e collo, senza preavviso. 

La vita è un soffio, Lilli. Quanta retorica, eppure quanta amara verità in questa constatazione.

Ieri tornando a casa guardavo i miei figli e mi sono detta una volta di più che voglio che loro crescano così come sono cresciuta io, con dentro sempre la certezza e la forza che dà sapere che la famiglia c'è e ci accompagna.

41 commenti:

  1. Sono d'accordo con te: la famiglia, intesa come "persone che vogliono condividere qualcosa", è importante per ciascuno di noi.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, proprio la condivisione e l'affetto sincero sono ciò che non può mancare per rendere un rapporto saldo , duraturo e fruttoso, anche quando non si è legati da vincoli di sangue.
      Un bacione, ciao.

      Elimina
  2. Cara Maris, sono passato per augurarti una buona e serena Santa Pasqua.
    Ciao e buon venerdì santo con un forte abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie sempre per la tua presenza, caro Tomaso, e un abbraccio, sperando che tu abbia trascorso una Pasqua serena con la tua famiglia.
      Un caro saluto!

      Elimina
  3. Condoglianze vivissime. Come dici tu un genitore non dovrebbe sopravvivere a un figlio. La morte di un figlio è un dolore che non passerà per tutto il tempo che dura una vita; è terribile, terribile, mi rattrista molto. Un abbraccio a te e a tutti voi, con le lacrime agli occhi.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, cara Sinforosa, grazie davvero. La condivisione di questo dolore grandissimo mi aiuta in qualche modo a metabolizzarlo.
      Nello spirito della Santa Pasqua di Resurrezione che proprio in questi giorni abbiamo celebrato, ti abbraccio anche io.

      Elimina
  4. Che dolore immenso, incolmabile. Sono addolorata per voi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero è un momento difficile, di quelli che segnano nel profondo.
      Ti ringrazio per il tuo pensiero, cara Manu, un abbraccio.

      Elimina
  5. Questa volto ho letto il post con una velocità e rapidità come non ricordavo. Il dispiacere è enorme anche per le persone che non conoscono il ragazzo. Abbraccio a te e a tutti i tuoi cari.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Inassia, hai proprio ragione nel dire che queste cose così improvvise e drammatiche che accadono lasciano senza parole anche chi non è personalmente coinvolto.
      Grazie di cuore per aver lasciato il tuo pensiero per me e i miei cari, ricambio l'abbraccio.

      Elimina
  6. La famiglia é ricordarsi che siamo angeli con una sola ala e che possiamo volare solo restando abbracciati. Ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto è vero, Calo! Grazie di cuore, so che avrai nelle tue preghiere un pensiero per questo mio nipote che adesso è un Angelo del Cielo.
      Un abbraccio forte a te.

      Elimina
  7. E' un dolore che non dovrebbe esistere, eppure.... Mio figlio ha perso già due compagni di classe, penso sempre a quei poveri genitori.
    Nel mese di marzo sono morte due mie ex colleghe di lavoro appena andate in pensione. Io sono triste per le tante persone che soffrono. Cara Amica, andiamo avanti.... ti abbraccio con affetto.
    Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, Ale, sei sempre tanto affettuosa.
      Andiamo avanti insieme ai nostri cari, anche nel dolore.
      Ti abbraccio anche io, grazie ancora.

      Elimina
  8. Che brutta notizia Maris, mi spiace tantissimo! Un avvenimento del genere sconvolge l'intera famiglia non solo i genitori. Ti mando un abbraccio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' così, caro Pier, davvero. Un taglio così netto che lascia un vuoto grande non solo nel cuore dei genitori ma anche in tutti noi altri familiari che abbiamo voluto bene a questo ragazzo.
      Grazie per il tuo pensiero e per il tuo abbraccio, che ricambio di cuore.

      Elimina
  9. Condoglianze Maris... sopravvivere alla morte di un figlio è un dolore fortissimo... Così giovane... Una preghiera per lui, i suoi genitori e la vostra famiglia. un Bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie davvero Valeria carissima, grazie per le tue parole di vicinanza e per le preghiere che certamente ci sosterranno in questo momento così difficile.
      Un abbraccio.

      Elimina
  10. Mi dispiace molto per questa perdita, non c'è molto da dire purtroppo.
    Sul discorso famiglia condivido, a patto che la famiglia ognuno sia libero di scegliersela e farsela come vuole: liberiamoci dai soliti ruoli prefissati.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per questo tuo abbraccio, Francesca. Davvero le parole sembrano non bastare davanti a perdite così improvvise e tristi.
      Ci sono affetti e legàmi che vanno di certo al di là dei vincoli di sangue e dei ruoli prefissati, ne sono consapevole. Nella condivisione della gioia come, e probabilmente ancora di più, del dolore viene fuori la sincerità e la forza di questi affetti.

      Un bacione, grazie ancora.

      Elimina
  11. Mi unisco al vostro dolore cara Maris.
    Noi abbiamo perso un fratello ancora piccolo e mia mamma mi dice sempre che è un dolore straziante. L'ha sempre sostenuta la certezza che è nella Gioia infinita e tra le braccia dell'Infinito amore. E che un giorno lo potrà riabbracciare.
    Una famiglia bella e unita come la vostra aiuta sicuramente ad affrontare questo momento difficile.
    Ti auguro una Santa Pasqua con un po' di serenità nonostante tutto.
    Un abbraccio
    Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un grazie di cuore per la tua testimonianza e per le tue parole, Maria carissima.
      La Pasqua ha un significato molto profondo e quest'anno nonostante il grande dolore in famiglia abbiamo cercato di viverla col pensiero rivolto al Cielo.
      Ricambio il tuo abbraccio!

      Elimina
  12. Non dovrebbe mai succedere questo errore della vita, a qualsiasi età.
    Quando finisce la vita di un figlio termina anche quella dei genitori che sopravvivono solamente per inerzia quotidiana.
    Immagino la tua tristezza di questi giorni e ti mando un nostro stretto abbraccio. robi e lina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È di sicuro il dolore più profondo e inconcepibile che si possa vivere. Mio cugino e sua moglie hanno un secondo figlio di 10 anni e questo spero sarà uno stimolo per andare avanti dovendo seguire lui, che comunque sta vivendo poverino il lutto della perdita del fratello maggiore a cui era legatissimo.
      Grazie miei carissimi Robi e Lina, so che davvero mi siete tanto vicini e ricambio il forte abbraccio!

      Elimina
  13. Cara, come mi dispiace. In momenti come questi le parole mi paiono eccessive.
    Lo strazio e il dolore sono incommensurabili.
    Ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me conta che tu abbia voluto partecipare con un tuo pensiero a questo dolore che ha colpito la mia famiglia, carissima Mariella.
      Ti ringrazio tanto e ti abbraccio con affetto.

      Elimina
  14. Nonostante il lutto e il grande dolore... serena Pasqua.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora grazie, mia cara Sinforosa. La Pasqua di Resurrezione è stata una ricorrenza molto forte da vivere in questo particolare momento,la mia famiglia è molto credente e questo ci ha unito ancora di più.
      Un abbraccio.

      Elimina
  15. Un forte abbraccio, carissima amica mia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un grande e sincero grazie a te, caro, carissimo amico.
      Ti abbraccio.

      Elimina
  16. Ringraziamo il Signore che ci dona la vita ogni giorno.
    Grazie di cuore per la visita molto gradita Maristella
    A te i miei auguri sinceri di S.Pasqua
    a presto
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio tanto, Maurizio, per le tue parole.
      Ancora auguri a te per le festività pasquali e un abbraccio.

      Elimina
  17. @TUTTI: GRAZIE DELLE VOSTRE PAROLE E DEL PENSIERO PER ME E PER LA MIA FAMIGLIA. SCUSATE SE NON HO ANCORA RISPOSTO A OGNI COMMENTO, LO FARO' SENZ'ALTRO MA INTANTO NON VOLEVO FAR PASSARE ALTRI GIORNI SENZA MANDARVI UN ABBRACCIO E DIRVI BUONA PASQUA, ANCHE SE E' SERA ORAMAI. CON TUTTO IL CUORE, A TUTTI!

    RispondiElimina
  18. Mio Dio ... c'è da impazzire con .. con un dolore così!!
    Mi sento piccola e stupida in questo momento
    un abbraccio grandissimo a te e a tutta la tua famiglia
    ciao Maris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marinetta cara, davvero è terribile dover affrontare questa prova della vita...
      Grazie per il tuo pensiero e il tuo abbraccio, che ricambio con amicizia.

      Elimina
  19. Non so pensare se perdessi un figlio, non voglio pensarlo. Io ho perso due cugini nel fiore degli anni, uno per incidente e uno si è tolto la vita, proprio un anno fa. Un dolore per i genitori immenso, troppo, troppo. Mi dispiace per la vostra perdita. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non dirlo a me, Moky... io mi domando come stiano facendo mio cugino e sua moglie, che in tutto questo dolore straziante stanno comunque dimostrando tanta forza e una fede molto profonda.
      Ti ringrazio molto, ricambio il tuo abbraccio.

      Elimina
  20. Condoglianze Maris..non ci sono parole in questi casi, non esiste dolore peggiore. E' bello questo sentimento di unione che esiste nella tua famiglia, pur vivendo lontani ci si stringe al momento del bisogno. Spero che anche mio figlio cresca così unito con i suoi cugini. Un abbraccio forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Serena. E' stato un colpo molto duro davvero da accettare...
      Auguro anche io a tuo figlio di avere un rapporto così forte e bello con i suoi cugini, sono cose che fanno bene al cuore e regalano emozioni, uniscono nelle occasioni sia gioiose che purtroppo dolorose.
      Grazie ancora, un bacione.

      Elimina

GRAZIE DEL TUO COMMENTO, TORNA A TROVARMI :-)