AVVISO AI LETTORI:

AVVISO AI VISITATORI: Questo blog è "migrato" da Myblog a Blogger il 1° ottobre 2012. Ho trasferito una parte dei vecchi post in questa nuova "sede", ma chi volesse saperne di più di me, di Lilli e del nostro "passato" può andare a dare un'occhiata QUI

venerdì 8 novembre 2019

Cara R.

Cara Lilli, 

per una volta permettimi di scrivere una lettera diversa dal solito...

"Cara R.,

oggi è stata la prima volta che di venerdì siamo venuti al centro di riabilitazione alle 15 e, mentre il monello faceva regolarmente la sua ora di psicomotricità, la monella è rimasta in sala d'attesa con me. 

E' la prima volta che è successo non perchè tu fossi in malattia o assente per un permesso di altro genere, nè per un cambio di orario.

Tu eri lì, al centro. Ma la monella non ha fatto terapia con te perchè tu da oggi, ufficialmente, non sei più una sua terapista. 

Dopo quasi 9 anni e mezzo, non sei più una sua terapista.

E' arrivato quel giorno. Quel giorno che già da un paio di anni era presente nei nostri discorsi, velatamente prima, poi più concretamente man mano. Il giorno in cui la monella ha concluso il suo percorso con te. 

Con te, che l'hai vista piccina a 2 anni e 10 mesi, che hai visto le sue guanciotte paffute e i suoi grandi occhi quando erano azzurri, prima che poi pian piano cambiassero in grigio-verdi. Che hai compreso i suoi sguardi, i suoi gesti, il suo lamento di sottofondo che accompagnava il dondolio tipico di quasi tutti i bambini con un disturbo dello spettro autistico, il solo suono che lei era capace di articolare allora.

Con te, che hai gestito e sopportato le sue urla, i pianti dirotti, che l'hai vista gettarsi a terra e dibattersi disperata, che dovevi chiudere a chiave la porta della stanza per evitare che qualcuno entrasse perchè se mai per qualche motivo ciò accadeva lei andava in agitazione così tanto da non essere più capace di riprendere la terapia.

Con te, che hai seguito la sua crescita, l'inizio della scuola dell'infanzia, poi il passaggio alle elementari, poi ancora alle medie. Che ci sei stata ad ogni passo, ad ogni difficoltà, ad ogni successo.

Con te, che hai ascoltato le sue prime parole, quando aveva 4 anni e mezzo ed è uscita da un mutismo che sembrava inscalfibile, che l'hai spronata e applaudita mentre finalmente toglieva il pannolino, a 5 anni compiuti, che l'hai guardata iniziare a leggere e scrivere, prima solo in stampatello, fino ai 9 anni, poi anche in corsivo, un'altra conquista contro la sua grande difficoltà nella motricità fine.

Con te, che tante volte in questi anni sei uscita dalla stanza con lei, a fine ora, e mi hai detto "Siamo in guerra!", perchè era iniziato un periodo in cui dovevi riuscire a farle raggiungere un obiettivo e sapevi di dover lottare per ottenere qualcosa, con le giuste strategie in terapia. E che poi, puntualmente, dopo un certo periodo di tempo, sei uscita e sorridendo mi hai detto "Siamo in tregua adesso!", perchè una battaglia era vinta ma già sapevi che ce ne sarebbero state altre da fare per raggiungere altri obiettivi.

E sì che ce ne sono stati di obiettivi raggiunti! 

Con te, che sei sempre stata disponibile, non solo al centro in orario di terapia, ma anche fuori, al telefono, via messaggi o a voce proprio. Di giorno e di sera, di sabato e di domenica. Che hai sempre parlato chiaro con me, che mi hai reso partecipe di ogni passaggio, che ti sei sempre voluta confrontare, che mi hai sostenuto nei momenti delicati e hai gioito insieme a me in quelli più belli.

Con te, che mi hai sempre espresso la tua stima, che mi hai chiesto a tua volta sostegno quando ci sono state da fare battaglie sindacali per la sopravvivenza del centro di riabilitazione , sostegno che io ti ho sempre dato di slancio, stando al tuo fianco nelle manifestazioni, negli scioperi, cercando di mediare tra diversi gruppi all'interno stesso del centro.

Con te, che per la monella sei stata un punto di riferimento, una certezza incrollabile. Che sei stata e che sarai. Perchè lei, la monella, ha voluto che metteste per iscritto il vostro "patto" di amicizia, con l'impegno a continuare a vedervi sia al centro stesso quando verremo per le altre sue terapie, che continueranno, e per le terapie del monello, sia al di fuori e di sentirvi al telefono e messaggiarvi. Un patto con tanto di data e firme di entrambe voi in calce.  

Con te, a cui anche io ho dedicato un pensiero il giorno dell'ultima terapia, mercoledì scorso, sempre con data e firma in calce, perchè ha detto la monella che "Anche la mamma ti vuole bene e perciò deve scriverlo!".

Con te, che sei stata così preziosa per la monella, per me, per la nostra famiglia tutta.

E pensare che la prima volta che ti ho visto, nell'inverno 2009/2010, mentre la monella faceva il suo primissimo semestre di psicomotricità con un'altra terapista, ebbi l'impressione di una donna molto distaccata, dai modi un po' bruschi, poco sorridente e poco empatica. E mentre ti guardavo accompagnare un tuo piccolo paziente dalla sua mamma mi dissi "Meno male che non è lei la terapista della mia monella!".

Invece poi lo sei diventata, come un fulmine a ciel sereno, a giugno del 2010 per motivi di organizzazione interna del centro. E lo sei rimasta fino a ieri.

Incontrarti è stata la nostra grande, immensa fortuna!

Perchè man mano ti sei rivelata per come sei veramente: professionale, preparatissima, determinata, comunicativa, propositiva, intelligente, sensibile. Hai svelato una tenerezza insospettabile che, unita alla fermezza, ha fatto sì che il tuo rapporto con la monella diventasse saldo, profondo, speciale.

Hai ammesso, con gli occhi lucidi, che anche per te questo è un distacco difficile. Perchè tutti i tuoi bambini sono speciali, tu lo hai sempre detto. Ma lei è la tua monella. E non c'è altro da aggiungere.

Grazie di tutto, R. carissima. 

GRAZIE DI CUORE."

46 commenti:

  1. Mi hai profonda mente commossa , sia per il traguardo raggiunto dalla tua monella, sia pe le la stima , di cui ci fai partecipi, per una donna capace di compiere non miracoli, ma capace di raggiungere i massimi traguardi della sua professione.
    Sono questi gli 'angeli' che agiscono in incognito tra noi.
    Un abbraccio a te e ai tuoi gemelli in fiore.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosco la tua sensibilità, cara Cristiana, e non mi meraviglio quindi del tuo commento così pieno di emozione.
      La nostra R. è davvero come un "angelo custode".
      Grazie mille, ricambio il tuo abbraccio!

      Elimina
  2. Cara Maris, sai più che approfondisco ciò che scrivi e più mi avvicino a te.
    0Ce qualcosa di vero sentimento e è impossibile non commuoversi!!!
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' molto bello sapere che tu ti senti coinvolto e partecipe leggendo ciò che ho scritto, carissimo Tomaso.
      Io desidero proprio comunicare le mie emozioni e quando arrivano a chi legge è una gioia per me!
      Ti ringrazio davvero, un abbraccio e un sorriso a te :-)

      Elimina
  3. Immagino le emozioni di tutti voi, avete percorso un bel pezzo di strada insieme, collaborando e avendo obiettivi che, sebbene differenti, miravano al bene di Monella e questo è meraviglioso. Un abbraccio grande.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' il percorso della psicomotricità che ora si è concluso, abbiamo fatto con R. un lungo tratto di strada e ora proseguiamo, sapendo che lei ci sarà comunque a tifare per noi e a spronarci.
      E' davvero meraviglioso, hai ragione!
      Un bacio grande a te.

      Elimina
  4. Maris, una lettera che viene dal cuore e si vede.
    R.è una presenza importantissima per voi, lo è stata ma continuarà a esserlo come il patto ha deciso.
    Perché so bene che in questi casi il paziente (la tua monella) non è più solo un paziente, ma diventa ben altro. Per fortuna :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se si vede è perchè l'ho scritta sul serio di getto, con il cuore pieno di emozioni fresche, forti.
      Il patto che la monella di sua iniziativa ha voluto siglare con R. (e che R. ha accettato con gioia!) è stata una cosa che ci ha lasciato senza parole perchè non avremmo mai pensato che avesse questa iniziativa e che volesse così esternare tutto ciò che aveva dentro il cuore.
      Per la monella è un momento di passaggio molto delicato, ora continuerà con le terapie più adeguate alla sua età (logopedia e, soprattutto, psicoterapia), ma chiudere un lunghissimo capitolo della sua vita non è facile.
      R. l'ha aiutata e l'aiuterà anche in questo passaggio, come ha sempre fatto.
      Grazie Miki, sei sempre caro e hai capito perfettamente le cose :)

      Elimina
  5. La tua lettera mi ha trasmesso delle forti emozioni.
    Sereno giorno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono proprio contenta di questo, Vincenzo. Desideravo davvero esprimere e trasmettere i miei sentimenti e le mie emozioni.
      Buon fine settimana!

      Elimina
  6. Sono certa che il rapporto con questa splendida R. non si interromperà.
    Spero che la tua monella possa legarsi anche al suo nuovo terapista, ma accadrà sicuramente.
    Ieri leggevo una serie di iniziative nell'abito di "un'ora di quiete", per permettere ai bambini autistici di tagliarsi i capelli, andare al centro commerciale, ecc.
    Chissà se dalle tue parti esiste qualcosa del genere.
    Spero di sì.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La monella in realtà continuerà le terapie che già stava facendo con la logopedista e con la psicoterapeuta. E' solo il percorso di psicomotricità che è andato a terminare, perchè non è più adatta alla sua età, tenendo conto che ormai è una ragazzina di 12 anni. Per cui la separazione da R dal punto di vista strettamente terapeutico è stata inevitabile, diciamo. Ma il rapporto continuerà al di fuori del centro di riabilitazione, certo che sì :)
      Ho letto e sentito anche io di queste iniziative, ma qui in zona non credo ce ne siano ancora, anche se sta comunque aumentando l'attenzione verso l'autismo e tutto ciò che ruota intorno a questo tipo di disturbo.
      Un bacio.

      Elimina
  7. MAris, ti auguro, anzi vi auguro, di trovare un'altra dottoressa così speciale.Importantissimo sarà per la Monella continuare a frequentare anche fuori dalla struttura, R.
    Un bacione grande per te e uno per la Monella Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna posso già assicurarti, Valeria cara, che le due terapiste che proseguiranno il lavoro che già stanno facendo con la monella, una da anni e l'altra da alcuni mesi, sono anche loro molto brave, piene di voglia di fare e attente alle esigenze della moenlla e lei si trova molto bene con loro.
      Certo, con R. era un rapporto un po' fuori dal comune. Ma sono sicura che andrà avanti in modo nuovo e altrettanto bello e speciale adesso, fuori dall'ambito terapeutico.
      Un abbraccio.

      Elimina
  8. Semplicemente meraviglioso, R. è davvero una terapista, ed essere umano, eccellente ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una di quelle persone che quando entrano nella tua vita fanno davvero la differenza, sì :) e meno male che ce ne sono di persone così!

      Elimina
  9. Quegli incontri che ti cambiano davvero la vita. Spero che sia solo uno dei tantissimi incontri fortunati che capiteranno a te, ma soprattutto nella vita della Monella :)
    Un abbraccio e buona fortuna sì, a questa dottoressa in gamba :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne abbiamo avuti vari, fortunatamente, di incontri speciali ma questo con R. è stato senz'altro il più importante.
      Ti ringrazio di cuore, Pier :)
      Abbraccione.

      Elimina
  10. Un post meraviglioso per la sua grande Umanità , un Grazie alla terapista R. che è stata ma sarà sempre parte del cuore della piccola Monella :)))

    Una grande Emozione leggere questa lettera Maris.

    Un abbraccio
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, Rosy, per aver apprezzato tanto il mio post.
      Questa terapista è stata speciale e non potevo non esprimere ciò che sentivo dentro, come mamma della monella. E' bello e giusto rendere merito a chi ha fatto tanto per noi.
      Un abbraccio.

      Elimina
  11. Avete condiviso veramente un periodo molto importante ed intenso assieme.
    Ci sono persone che a prima vista danno un impressione di durezza e che, invece, poi si dimostrano dolci e impagabili in quello che fanno.
    Siete state fortunate ad incontrarla.
    Un abbraccio
    Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio questo il caso, Maria: una persona speciale che a prima vista non aveva rivelato tutto ciò che aveva dentro la mente e dentro il cuore... ma poi è venuto fuori un universo di cose belle!
      Un abbraccio a te, ciao.

      Elimina
  12. Al giorno d'oggi trovare persone con cui instaurare un rapporto d'affetto, serve per ottenere ancora maggiori risultati, sia sui bambini, che adulti - parlo x me, della mia psicoterapia.
    Difficile incontrare persone umane, ma ci sono....cara Maris, grazie. Sempre un emozione leggerti. Un abbraccio a te e famiglia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono, ci sono, fortunatamente. E quando si ha la fortuna di incontrarle i risultati belli non si fanno attendere!
      Il rapporto che si crea tra terapista e paziente può avere tante sfaccettature, quando c'è anche l'affetto genuino ha una marcia in più.
      Grazie a te perchè partecipi alla mia, alla nostra vita apprezzando tanto questi post. Un bacione!

      Elimina
  13. Ciao Maris. Che lettera meravigliosa hai dedicato alla tua cara R..
    Spero che l'abbia letta e son certa che tu l'abbia oltremodo emozionata. Se davvero è così come la descrivi, la tua monella è stata fortunata e ne sono immensamente felice, per tutti voi.
    Bacio e baci. Buona Domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore, Pia.
      No, non l'ha letta perchè non sa del mio blog, ma io ho già deciso di scrivergliela a mano e consegnargliela appena la incrocerò nei corridoi del centro, cioè mercoledì.
      Bacioni a te! E serena settimana :)

      Elimina
  14. A volte cerchiamo angeli immaginandoli senza corpo, solo anima.
    A volte gli angeli ci accompagnano, con il loro corpo e la loro anima, sono angeli umani. Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che bello ciò che mi hai scritto, Ninin.
      Questi angeli custodi terreni sono una cosa preziosa!
      Ti abbraccio.

      Elimina
  15. Risposte
    1. Sono io che ringrazio te, Alberto, per aver apprezzato il mio scritto.
      Benvenuto :)

      Elimina
  16. "Ma lei è la tua monella. E non c'è altro da aggiungere".
    Io penso che ci saranno ancora tante cose da aggiungere. Ad ogni nuovo progresso di Monella, ad ogni nuova battaglia che dovrà affrontare. Da quel che leggo, R. fa parte della vostra famiglia. E ci resterà. Senza firme né date. In fondo al vostro cuore. Così come è naturale che sia, per una sorella, un'amica. Quello che è. Quello che sarà.
    Un abbraccio a tutti voi e grazie per avermi fatto commuovere per l'ennesima volta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è altro da agiungere per spiegare quanto la nostra R. abbia a cuore la monella.
      Ma voglio credere, anzi ci credo assolutamente, che ci saranno altri progressi e altre battaglie da affrontare e vincere, come tu hai scritto Mari.
      Ti piacerebbe R., una persona tutta da scoprire, concreta, razionale... ma anche tenera nel profondo, sensibile. E soprattutto una persona Vera. Una di quelle su cui puoi contare sempre, senza se e senza ma.
      E' bello sapere che ti sei commossa, ma non avevo dubbi.
      Ricambiamo il tuo abbraccio, tutti :)

      Elimina
  17. Ha fatto tanto del bene alla monella e ne farà altrettanto ad altri bimbi. Una vera fortuna averla incontrata lungo il vostro cammino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una di quelle che persone che mettono tutte se stesse nel proprio lavoro, perchè ci credono profondamente e non lasciano nulla al caso.
      Siamo stati fortunati davvero e restare in contatto anche adesso, finito il percorso strettamente terapeutico con lei della monella, sarà importante e bellissimo.
      Un bacio, ciao Moky.

      Elimina
  18. Ma lo sai che mi hai fatto piangere di commozione, Maris?
    Ho immaginato la monella che sigla il patto, la monella all'età piu' o meno dei miei gemelli, la monella adesso, grande e pronta a nuove terapie e nuove traguardi ma con gli occhi lucidi per dover salutare, almeno in parte, R.
    E ho immagino la commozione di R. e che grande donna e professionista deve essere!
    Sono contenta per la monella e la vostra famiglia che abbiate incontrato una persona cosi' disponibile e brava e sono certa che anche voi abbiate lasciate il segno nel suo cuore. Buon nuovo percorso!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giulia, come sei cara... grazie per questo tuo commento, per la tua partecipazione così viva, sentita.
      La commozione c'è stata da parte nostra e tanta anche da aprte di R., sì. Dopo più di 9 anni passati a stretto contatto, vivendo tutte le tappe e le evoluzioni della monella, non poteva essere altrimenti.
      Ti ringrazio per l'augurio. Un abbraccio!

      Elimina
  19. Wow, non vorrei essere nei panni di R. che legge questa lettera... Mi sa che l'hai fatta piangere di brutto.
    Quando finisce un'epoca è sempre triste. Lo è quando non vedi l'ora che quell'epoca finisca (contavo i giorni al congedo militare, ma quando è arrivato, non mi sarei aspettato di sentirmi svuotato in un certo senso), figurati quando vorresti che non finisse!
    Poi mi racconti...
    A sentirci presto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cara R. non ha letto questa lettera nello specifico, ma sto preparando uno scritto das darle a mano, con delle foto della monella nei vari anni, da piccina fino ad ora, così da farle una sorta di regalo a conclusione di questo percorso insieme.
      Ti devo raccontare un saccodi cose, lo so.... dai, ci accorderemo alla fine, no? :)
      A presto! Abbraccione.

      Elimina
  20. Una lettera aperta molto toccante e che commuove profondamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una lettera che ho scritto col cuore, perchè è un racconto di vita vissuta, di emozioni vive e importanti.
      Grazie, Daniele, per aver partecipato al mio sentire con la tua sensibilità.

      Elimina
  21. Mi hai fatto piangere, mi hai fatto pensare alla logopedista che segue Leo, alla meraviglia di persona che è e che, anche se il suo percorso penso sarà più breve, mi mancherà terribilmente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sapevo che Leo facesse logopedia, ma in ogni caso posso ben immaginare i tuoi sentimenti, carissima Piky.
      Sono contenta che abbiate avuto anche voi la fortuna di trovare una persona così speciale :)
      Un abbraccio!

      Elimina
  22. è stato emozionante leggere questa lettera. Un super ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa davvero piacere aver suscitato in te una bella emozione :) ho scritto ciò che avevo in cuore.
      Ti abbraccio.

      Elimina
  23. Risposte
    1. Scusa il ritardo della mia risposta, grazie del tuo saluto Giancarlo :)
      Buona giornata!

      Elimina

GRAZIE DEL TUO COMMENTO, TORNA A TROVARMI :-)