AVVISO AI LETTORI:

AVVISO AI VISITATORI: Questo blog è "migrato" da Myblog a Blogger il 1° ottobre 2012. Ho trasferito una parte dei vecchi post in questa nuova "sede", ma chi volesse saperne di più di me, di Lilli e del nostro "passato" può andare a dare un'occhiata QUI

martedì 20 marzo 2018

Sorella maggiore

Cara Lilli,

in questo momento io sono qui a scriverti e loro sono nell'altra stanza. Li sento ridere.

Ma non ridono soltanto. Sento anche lei che gli dice: "Dai, ripeti con me: pa, pe, pi, po, pu".

E la vocina di lui che effettivamente ripete le sillabe, con questa benedetta "P" che finalmente è venuta fuori.

Poi ancora lei: "Adesso ripeti le paroline: papà... pipì...", per arrivare poi al pezzo forte: "puzza"!

Lui non se lo fa dire due volte ed esclama tutto divertito: "PUZA"!

:-)

E pensare che quando è nato il monellino io e mio marito eravamo contenti perchè così la monella avrebbe avuto un aiuto, un sostegno nel suo percorso non semplice. Invece la vita ci ha riservato altre cose, altri percorsi da aggiungere a quello che già avevamo intrapreso e ha voluto in qualche modo ristabilire i ruoli: così che è proprio lei, da vera sorella maggiore, a dare sostegno al suo fratellino, con la spontaneità e il candore disarmante che la contraddistinguono in tutto ciò che fa.

 

35 commenti:

  1. Che gioie che ci dà la nicuzza nostra! E che soddisfazioni!
    É inutile... le sorelle maggiori sono tutta un'altra storia!! ;-) (parola di modestissima sorella maggiore!)
    Baciuzzi ai monelli bravissimi di casa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a nome della monella :-)))
      Ma...parlando io in prima persona, invece, da sorella minore ti dirò che anche noi "secondi" abbiamo il nostro perchè ;-) :D
      Battute a parte, grazie davvero Calo, sei carissima!!
      Ti abbraccio forte.

      Elimina
  2. Condivido il pensiero di Calo sulle sorelle maggiori. E aggungo: di esserlo non si finirà mai. Ma è bellissimo. Un abbraccio ai tuoi tesori da orgogliosissima sorella maggiore. Mari😙

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dicevo a Calo, anche noi sorelle minori o comunque noi secondi figli abbiamo il nostro perchè ;-) :-)

      Grazie di cuore, Mariella, perchè anche se le nostre strade si sono incrociate da non molto tempo sei così affettuosa. Un bacio grande!

      Elimina
    2. Per questo ho scritto orgogliosissima, pensavo ai miei fratelli "minori", veri gioielli e non lo dico tanto per dire. Abbraccio a te, non è facile trovare delle belle persone sul web e quando capita te le tieni strette strette.😘

      Elimina
    3. Credo che anche il mio fratellone sia orgoglioso di me, anzi lo so perché me lo dice tante volte 😊
      Insomma... è bello avere fratelli e sorelle, davvero!!

      Grazie Mari, condivido il tuo pensiero e ti abbraccio stretta 😘

      Elimina
  3. Leggendo questo tuo bellissimo post mi vengono in mente tutti quei figli unici, volutamente tenuti unici, che non possono assaporare la bellezza e la ricchezza dell’essere fratelli; poveri bimbi che crescono solamente fra adulti. Tu ci descrivi quanto sia bello avere un fratello, una sorella, una vera ricchezza per tutta la famiglia. Salutami Monello e Monella. Un bacione.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio così, Sinforosa: un dono come quello di un fratello o di una sorella, è una ricchezza per tutti i familiari.
      Il legame tra fratelli può fare magie, davvero!
      Un bacione a te, grazie delle tue parole.

      Elimina
  4. Posso semplicemente abbracciarti!!? E rimanere qui a leggere il tuo diario ... semplicemente in ascolto ...
    E per strapparti un sorriso , dirti EVVIVA TUTTE LE "P" del mondo ...: ) ... un bacione : )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi eccome, cara Marinetta, e io ti ringrazio e mi prendo il tuo abbraccio, che mi scalda il cuore!
      E' bello sentire la vicinanza anche di chi come te è una nuova amicizia, nata da poco qui nel mondo dei blog... sono contenta di averti incontrata :)
      Tanti baci, buona serata!

      Elimina
  5. Cara Maris, vedendo un leggero miglioramento alla mie afte,
    provo a passare da voi per un saluto, con la speranza che continui.
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio, e provo a sorridere:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tomaso carissimo, mi fa piacere davvero leggere che va un pò meglio per questo tuo fastidioso problema e ti ringrazio di aver pensato subito a noi amici della blogosfera per un saluto e un sorriso :-)
      A presto risentirci, buona serata!

      Elimina
  6. Quando abbiamo avuto Michelle eravamo felicissimi, tutti mi dicevano che 11 anni di differenza tra fratelli, era come se crescessero da figli unici...ebbene, non è stato così!...Andrea 22 anni è un perfetto fratello maggiore, giocano insieme, la aiuta nei compiti, amano gli stessi film e sopratutto si vogliono un bene immenso! Bisticciano come tutti i fratelli...Andrea per Michelle è il suo fratellone...Lui la va a prendere a scuola e lei è orgogliosa di avere un fratello che guida la macchina...Sono felice che Dio mi abbia regalato i miei figli!
    Un bacio ai monelli e uno a te Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono certa che sia proprio come dici, Valeria, perchè anche leggendo ciò che scrivi di loro, dei tuoi due splendidi figli, si capisce che il loro legame è bellissimo e forte!
      E' una gioia per i genitori vedere tutto questo :-)
      Un bacione, saluta e abbraccia per me Andrea e Michelle.

      Elimina
  7. I tuoi post sui monelli mi commuovono sempre, oltre che per le ragioni ovvie, per questo tuo atteggiamento positivo, nonostante avreste motivi sacrosanti per essere arrabbiati con la vita... Forse è per questo vostro atteggiamento che mi è venuta spontanea l'associazione con la canzone degli Oasis, Don't Look Back In Anger...

    Un abbraccione con tanta stima e ammirazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un pò è innato, un pò ci si lavora col tempo sull'atteggiamento positivo, ma di certo è fondamentale per andare avanti al meglio delle possibilità. Per noi e soprattutto per loro!
      Ti ringrazio tantissimo, Antò, perchè so che parli con sincerità.
      La scelta di quella canzone è la dimostrazione di quanto tu voglia bene ai monelli, perchè hai pensato a tutti i dettagli :)
      Abbraccione ricambiato, davvero!

      Elimina
  8. Avere un fratello o una sorella è il dono più grande che possiamo fare ai nostri figli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto è vero, Piky! Anche tu puoi vederlo e sperimentarlo ogni giorno con i tuoi bambini: il legame tra loro è una forza della natura.
      Un bacione!

      Elimina
  9. Ciao, volevo annunciare a te e ai tuoi lettori che ieri è uscita la mia nuova raccolta poetica in formato eBook per Kindle: “Poesie SottoSopra”. Sarà possibile scaricarla gratuitamente solo fino a domani!
    http://www.numerozerocomics.com/2018/03/scarica-gratis-il-mio-nuovo-ebook.html

    RispondiElimina
  10. Probabilmente il fatto di condividere in parte lo stesso percorso potrà rendere il loro rapporto ancora più forte in futuro :)

    Un abbraccio Maris :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo penso anch'io, Pier. Di certo non sarà mai un cammino facile, ma insieme potranno crescere meglio e affrontare meglio le difficoltà, con l'affetto che li lega. E anche gioire delle cose belle che la vita vorrà regalare loro, ovviamente :)

      Un bacione!

      Elimina
  11. Bravi che si aiutano. Un ciao a te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È il bello di essere fratelli!
      Un abbraccio, ciao :)

      Elimina
  12. Una bravissima sorella maggiore, la monella! E comunque aiutare un fratellino in difficoltà è sicuramente una spinta al miglioramento anche per lei.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, Giulia :) Vedo che lei si sente responsabile, vuole darsi da fare... è positivo senz'altro per lei e per lui!
      Tanti baci a tutta la truppa lì da te!

      Elimina
  13. Ciao Maris,
    sono momelli, no? E allora via con le "parolacce" che piacciono a tutti i bambin!:-D
    Il rapporto tra fratelli è sempre fondamentale, nell'affetto e nella vita pratica.
    La tua Monella lo dimostra con tenerezza.
    Saluti carissimi
    Marilena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ci sono tutte quelle parole che hanno a che fare con "odorini" vari che li fanno sempre ridere ;-) :D
      La monella davvero è tenerissima quando cerca di essere una guida per il fratellino. E' una cosa bella che siano uniti, un dono prezioso.
      Grazie, Marilena, e un abbraccio.

      Elimina
  14. E' proprio vero che la vita ci riserva sempre delle novità, nel bene o nel male, che non possiamo decidere o soltanto prevedere. Ma è davvero bello quando accadono cose che ci stupiscono, perchè bisogna sempre meravigliarsi e non dare tutto per scontato, come l'affetto fraterno che non sempre si crea nel giusto modo, ma leggo dalle tue parole che i tuoi due monelli se la intendono e questo credo sia anche e soprattutto merito tuo e di tuo marito. Li state facendo crescere nel migliore dei modi, ne sono certa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei cara, Luna, grazie di cuore!
      Io e mio marito di certo facciamo del nostro meglio, sarebbe sciocco dire che non è così, ma per fortuna ci sono i nostri monelli che "assorbono" tutto questo amore e questo nostro impegno e sanno metetrci la loro buona volontà e il loro entusiasmo per fare insieme un percorso non facile. I piccoli-grandi risultati che si raggiungono sono frutto di un gioco di squadra :-)
      Un bacione!

      Elimina
  15. Cara Maris, che bello leggerti e sentire la gioia che provi nel sentire la tua monella che aiuta il fratellino con la semplicità dei bimbi. Tutto ciò è bellissimo e sono felice di aver avuto due bimbe ormai donne che si amano. Parlo da figlia unica che ha sofferto tanto di solitudine. Un abbraccio a te e ai tuoi monelli ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sicura che le tue figlie siano cresciute come i miei monelli in un ambiente sereno che ha saputo dare loro l'esempio bello dell'affetto reciproco, dell'essere uniti, del rispetto e della condivisione.
      E' bello che tu, da figlia unica, abbia poi potuto vivere la gioia di vedere da mamma le tue figlie crescere felici insieme :-)
      Baci baci!

      Elimina
  16. un post dolcissimo, Maris. E complimenti ai tuoi bimbi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Annamaria! Grazie, davvero. Sono felice che ti abbia colpito piacevolmente questo post, ma non poteva essere altrimenti perchè so quanto tu sia sensibile e cara :-)
      Un abbraccio!

      Elimina
  17. l'unione fa la forza!!
    Sei una mamma molto dolce ed attenta: si capisce non da quello che racconti ma dai modi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Federica, mi hai scritto una cosa molto bella!
      Un caro saluto.

      Elimina

GRAZIE DEL TUO COMMENTO, TORNA A TROVARMI :-)