AVVISO AI LETTORI:

AVVISO AI VISITATORI: Questo blog è "migrato" da Myblog a Blogger il 1° ottobre 2012. Ho trasferito una parte dei vecchi post in questa nuova "sede", ma chi volesse saperne di più di me, di Lilli e del nostro "passato" può andare a dare un'occhiata QUI

venerdì 14 settembre 2018

Venerdì del libro (275°): LA SCIARPA RICAMATA

Cara Lilli,

torno dopo una lunga pausa a scrivere di libri, aderendo all'iniziativa di HomeMadeMamma, e lo faccio proponendoti un romanzo che ho scoperto proprio grazie a Paola alias HomeMademamma, che ne ha parlato qui: LA SCIARPA RICAMATA, di Susan Meissner.

Quello che mi è piaciuto di questo libro è l'essere ben costruito, non pesante, con una venatura di rosa, ma anche delicato, intimo, con personaggi che vengono man mano studiati e compresi nel profondo dei loro pensieri e sentimenti.

La storia, in realtà, sono due storie. Perchè le protagoniste sono Clara e Taryn, che vivono a New York a cento anni di distanza, nel 1911 l'una e nel 2011 l'altra. Entrambe segnate da un evento tragico che ha cambiato le loro esistenze.

Cosa lega queste due storie? Una sciarpa. Una bellissima sciarpa ricamata che entrambe, a cento anni di distanza, per uno strano gioco del destino si sono ritrovate tra le mani.

Lo svolgersi dei fatti, con l'alternanza tra le due narrazioni, è molto ben gestito dall'autrice e non ho trovato difficoltà a seguire il filo conduttore.

Mi aspettavo inizialmente un romanzo un pò banale, devo confessarlo. Invece come ho accennato prima, la delicatezza e la gradualità con cui il lettore viene portato a conoscenza del passato di Clara e Taryn e delle loro emozioni, delle loro paure e dei loro desideri hanno fatto sì che la lettura sia stata davvero piacevole e appassionante!

Non racconto nulla nello specifico perchè è bello scoprire tutto leggendolo, questo romanzo.

 


 
I suggerimenti di altri blogger per questo venerdì del libro li trovi elencati QUI
 

25 commenti:

  1. In effetti titolo e copertina danno anche a me l'impressione di un libro molto "harmony" ma l'idea delle due epoche diverse mi attira molto :) Chissà se lo trovo in ebook!
    Buona serata :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' la stessa impressione che ho avuto io quando lessi il post di Paola-Homemademamma e vidi la copertina di questo libro: che fosse un banale romanzo smielato tipo Harmony ;) :D
      Invece ora posso dirti che è una lettura molto gradevole, con un bell'approfondimento dei sentimenti e dei pensieri delle protagoniste. E non è sdolcinato il tutto.
      Buon fine settimana Pier :*

      Elimina
  2. Mi piace, Maris, mi sembra davvero interessante. Grazie e buona domenica.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho trovato un libro che si legge scorrevolmente e regala qualche ora di pausa piacevole.
      Buonanotte Sinforosa!

      Elimina
  3. Un po' di sana evasione fa bene.
    Grazie per la segnalazione, lo cercherò in biblioteca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti. E trovare un libro che sia leggero ma non sciocco è una piacevole scoperta.
      Un bacio, buonanotte.

      Elimina
    2. Sai cosa mi dispiace a volte? Che non venga ben compreso l'amore che ci mettiamo nel recensire un libro.
      Non è affatto facile scriverne bene. È molto più semplice massacrare, dimenticando che la scrittura è passione e fatica e va rispettata. Ti abbraccio.

      Elimina
    3. E' vero. E' molto più semplice sparare a zero e stroncare un autore o un libro in particolare, che saper spiegare perchè invece ci sia piaciuto.
      Che poi è come "rivelare" un pò di sè, della propria anima, che è rimasta colpita da una storia, da un modo di raccontare, da un determinato personaggio o a volte da piccoli particolari apparentemente insignificanti che in noi hanno invece generato sensazioni profonde.
      Spesso non sono i libri (o i film, o le canzoni ecc.) che risultano più oggettivamente dei capolavori ad essere quelli che preferiamo... ci hai fatto caso? Quelli possiamo lodarli e ammirarli, ma a volte capita proprio che ci siano quelle cose come dire... imperfette, non chissà che, che diventano care al nostro cuore per un motivo che gli altri magari no potranno capire perchè è quasi inspiegabile, troppo personale.
      E va bene. Mi hai ispirato un commento riflessivo stamattina, Mari :) E' una cosa bella, grazie amica mia!
      Ricambio l'abbraccio, buona giornata.

      Elimina
    4. Esatto, mi trovi concorde.
      Quando ci "scopriamo" parlando di quello che ci piace, ci sveliamo capaci di comprendere fino in fondo e di provare a farci capire.
      Tutto quello che è legato alle nostre passioni parla di noi.
      Il mio blog ad esempio, parla di me. Della mia passione per la musica, alimentata nel corso degli anni grazie a quello che ho coltivato in sua funzione.
      Della mia passione per la scrittura, anche questa alimentata da letture, da autori e per dirla alla Baglioni, da spettatori. Per questo ho un profondo rispetto per chi scrive e mai mi sognerei di stroncare.
      Certo, non tutto quello che leggo mi piace e in questo caso, preferisco stare zitta.
      Le riflessioni ci aiutano a conoscere meglio noi stessi e gli altri.
      Ti abbraccio forte, buona serata.

      PS: come sta andando la scuola dei monelli?

      Elimina
    5. E' proprio così, queste riflessioni sono belle perchè ci danno modo di conoscerci meglio.
      Per i giudizi molto negativi, devo dire che in un paio di occasioni li ho espressi, anche qui sul blog, ma comuqnue erano proprio libri che mi sono risultati proprio indigesti per molti versi.
      In generale posso dire che se trovo qualcosa che non mi piace molto in un libro e però decido comunque di scriverne, è perchè poi ho riscontrato anche degli aspetti positivi che mi va di sottolineare e lodare.

      Cara, la monella va abbastanza beme considerando che l'insegnante di sostegno ancora non è arrivata e sta seguendo più o meno il progamma chehano iniziato gli altri. Spero in un incontro più possibile prossimo con il coropo docente perchè voglio capire come dobbiamo muoverci e come possiamo far rendere al meglio la nostra studentessa "grande e piccola", al di là del sostegno che comunque poi corprirà solo una parte delle ore scolastiche di lezione.
      Il monellino ha già fatto i primi tre giorni di assenza a scuola, ahimè :( un iniziodi bronchite che covava, mascherato da raffreddore più banale e ora è con antibiotico e antinfiammatorio. Abbiamo cominciato a settembre... stiamo messi proprio bene... uff.
      Ma i primi giorni in classe la scorsa settimana sono andati bene tutto sommato, la maestra era soddisfatta della ripresa. Spero possa tornare presto a scuola adesso.

      Grazie, sei cara ad interessarti. Un bacione e buonissima giornata!

      Elimina
    6. La problematica degli insegnanti di sostegno che mancano sembra sia davvero diventata un'emergenza a livello nazionale. Speriamo che presto si risolva per fare in modo che tutti i bambini che hanno bisogno di sostegno non restino indietro. Come al solito gli italiani restano soli ad affrontare molteplici problemi senza che lo stato trovi soluzioni, che poi, spesso e volentieri, invece di risolvere aumenta i disagi con soluzioni varie e contraddittorie. Se solo penso al problema vaccini.
      Un bacio ai tuoi ragazzi e speriamo che il piccolo torni in forma presto. Bacio.

      Elimina
  4. Non conoscevo quest'autrice, grazie per averla segnalata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neppure io la conoscevo prima di leggere questo libro. Lettura di relax, ma allo stesso tempo con un buon approfondimento della psicologia dei personaggi.
      Buona giornata Daniele :)

      Elimina
  5. Cercherò volentieri questo libro dopo la tua presentazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' l'ideale per stare in pausa per un pò senza affaticarsi nella lettura ma anche senza leggere banalità. Un libro che ho trovato davvero gradevole.
      Ciao Nick, grazie di essere passato :)

      Elimina
  6. Leggendo il titolo non l’avrei mai preso. Adesso mi hai messo la pulce nell’orecchio: m’intriga il particolare dei 100 anni di distanza. Grazie per l’indicazione. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dicevo agli altri, un libro piacevole che ho trovato ben congegnato e con bei personaggi.
      Che sia con questo qui o con altri volumi... buona lettura Inassia :)

      Elimina
  7. Devo dire che a volte mi faccio condizionare dal titolo, nella scelta di un libro e se avessi letto La sciarpa ricamata, non so se sarei stata spinta a comprarlo!!! Per fortuna però ci sei tu che ci indirizzi sempre nel verso giusto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, il titolo fa pensare ad una storiella banale e sdolcinata. Ma leggendo mi sono ricreduta, è davvero un gradevolissimo libro con sentimenti ben descritti e un buon intreccio secondo me.
      Ciao Luna, un bacio!

      Elimina
  8. Sono contata ti sia piaciuto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed io sono contenta che tu lo abbia proposto nel VdL, facendomelo conoscere!
      Ciao Paola :)

      Elimina
  9. Una storia così no mi dispiacerebbe! Grazie, prendo scrupolosamente nota!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' carina, ben congegnata. Si fa leggere volentieri :)
      Ciao!

      Elimina
  10. Una trama davvero particolare, lo cerchero'!
    Buon venerdì

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se vuoi una lettura che non sia pesante ma ti coinvolga e ti faccia passare delle ore piacevoli, questo libro per me è una buona scelta :)
      Buon venerdì a te, Erika!

      Elimina

GRAZIE DEL TUO COMMENTO, TORNA A TROVARMI :-)